it
frenesptdeplnlruidjp

Come costruire una potente strategia di contenuti su LinkedIn?

show table of contents

Volete creare una solida Strategia di contenuti digitali  su LinkedIn? Ma non sapete da dove cominciare? 🤔

Oggi LinkedIn è diventato un social network sempre più competitivo in termini di strategia dei contenuti. Quindi, è necessario avere una buona conoscenza di LinkedIn e capire l ‘algoritmo per poter migliorare la propria portata a un pubblico importante. 🎯

Cosa comprende una Strategia di contenuti digitali  su LinkedIn?

Ecco i punti che tratteremo di seguito: 🔎

  • Creare una Strategia di contenuti digitali  su LinkedIn per raggiungere 1M di visualizzazioni al mese e aumentare la vostra credibilità.
  • Non è necessario essere un influencer o un marketer per sapere cosa pubblicare su LinkedIn!
  • Sviluppate la brand awareness e allo stesso tempo lavorate sulla lead generation!
  • Domande e risposte su come passare dal non aver mai pubblicato a raggiungere un pubblico globale grazie ai nostri consigli di digital content marketing.
  • Come superare il primo post su LinkedIn e la sindrome dell’impostore.
  • L’importanza di divertirsi a pubblicare su LinkedIn e di creare una propria rete di connessioni qualitative.
  • Le linee principali della strategia editoriale di contenuti sui social media e come ottimizzarla in seguito per risparmiare tempo.
  • Definire una linea editoriale che funzioni, scrivere post coinvolgenti su LinkedIn.

Se volete assistere alla diretta su LinkedIn, potete guardare il “replay” qui 😉

Perché dovrei pubblicare su LinkedIn per la mia strategia di content marketing?

T. Louis risponde a questa domanda con: 👇

“Tutti hanno interesse a pubblicare su LinkedIn, indipendentemente dalla loro professione. 800 milioni di utenti nel mondo, in Francia l’80% dei professionisti ha un account su LinkedIn.
Lo usiamo per andare a caccia di profili qualificati, ma è anche una piattaforma per attrarre persone, ci sono molte opportunità. Si ottiene una notorietà spontanea quando diversi membri di un’azienda pubblicano regolarmente su LinkedIn”

Quindi LinkedIn fa anche parte degli strumenti di content marketing per creare il proprio “personal branding”, asset per i dipendenti che pubblicano contenuti con la propria rete, non solo un mezzo di prospezione utilizzato dalle aziende. 📈

Ci sono diversi modi per “scalare” per un’azienda, o fare azioni che avranno più risultati, cioè il lavoro per pubblicare un post visto da 1 persona o da 1 milione di persone è lo stesso. 🤲

Solo che LinkedIn fa in modo di mostrare contenuti regolari a un pubblico più vasto nel tempo, quindi la perseveranza è la chiave del successo. 💪

Dig It Snow White GIF by Disney

Quali sono i principali vantaggi di una Strategia di contenuti digitali  su LinkedIn di marketing ?

Se pagate un migliaio di euro in LinkedIn Ads, le persone vedranno una volta il vostro annuncio e l’interazione sarà finita. se invece pubblicate regolarmente contenuti multimediali, farete crescere il vostro marchio personale, che è un bene intangibile al servizio della vostra azienda o attività.

LinkedIn è una rete di trazione, che vi permette di avere un tasso di “reach” maggiore rispetto ad altre reti, cioè di avere più visualizzazioni, in relazione alle persone che vi seguono. Ricordatevi quindi di “unfolloware” dal vostro news feed i post che non vi interessano, per avere solo un feed di contenuti di qualità. 😏

Cosa fare prima di iniziare un piano di contenuti su LinkedIn? La strategia TOFU-MOFU-BOFU

Se avete voglia di postare su LinkedIn, allora avete capito che c’è un valore reale nel farlo. Ecco le domande da porsi prima di creare un primo post o di pubblicare su LinkedIn oltre a condividere il proprio curriculum. 😜

  • Trovare una linea editoriale: temi di ampio respiro da affrontare tra i 2 e i 6 temi, sui centri di interesse del vostro pubblico di riferimento.
  • Metodo TOFU-MOFU-BOFU: trovare il tono giusto nei post in base al pubblico a cui sono rivolti.

Costruite un calendario editoriale

Per farlo, potete utilizzare diverse tecniche:

  • Grande budget = Creare un piano editoriale su Click up.
  • Piccolo budget = Pianifica i tuoi post con Podawaa.
  • Gratis = O anche creare un calendario su Google Sheets.

Con Podawaa, potete pianificare i vostri post su LinkedIn e controllare i risultati di engagement molto facilmente.

Quindi, sarai in grado di calcolare le conversioni e il ROI legato ai tuoi contenuti e alla tua strategia sui social media. E, prima di iniziare, dovete sapere come misurerete i benefici delle vostre azioni 😉

TOFU = “Top of the funnel” (cima dell’imbuto)

Questo metodo consiste nel pubblicare 3 volte a settimana utilizzando la Strategia di contenuti digitali dell’imbuto.

Cioè, si parte dall’area tematica più ampia per arrivare a quelle più specifiche.

Perché avere un grande piano di content marketing?

Per mantenere il pubblico interessato alle vostre pubblicazioni.

Se parlate solo di argomenti tecnici, una parte del vostro pubblico potrebbe abbandonarvi. Inoltre, per ottenere visibilità, è necessario che il maggior numero possibile di persone commenti e metta “mi piace” ai vostri post in rete.

Come interessare il maggior numero di persone? Gli argomenti di massima possono essere: tendenze, notizie, storytelling, attualità, benessere, imprenditorialità, management… Si tratta di aree tematiche che parlano alla maggior parte degli utenti di LinkedIn.

Cercate di far convergere tutti i vostri argomenti.

MOFU = “Middle of the funnel” (centro dell’imbuto)

Il “Middle of Funnel” è il collegamento tra il vostro target principale e il vostro target B2b ampio. È la parte centrale dell’imbuto di vendita.

Questo tipo di Strategia di contenuti digitali  sarà legata ai vostri obiettivi di branding, alle vostre competenze, ai consigli, agli strumenti che avete testato.

Questo tipo di strategia di contenuti riguarda il vostro pubblico di riferimento, ma non necessariamente quello che è pronto ad acquistare i vostri prodotti o servizi, piuttosto quello che si sta interrogando sulle stesse questioni.

BOFU = “Bottom of the funnel” (fondo dell’imbuto)

Si tratta di potenziali clienti caldi. in questo caso, scrivete direttamente al vostro pubblico di riferimento su come risolvere i loro problemi.

Ricordate che un post su LinkedIn può contenere al massimo il 20% di autopromozione.

Il modo migliore è utilizzare la tecnica del lead magnet. Cioè, chiedete loro di commentare il vostro post per ricevere informazioni, un articolo, un white paper… E li aggiungete in una sequenza automatica prima di richiamarli.

Se tutto questo vi sembra cinese, non preoccupatevi, è molto semplice.

Articolo: Che cos’è una sequenza per convertire nuovi potenziali clienti?

Pensate sempre a 🧠

Definire obiettivi chiari e quantificabili: credibilità, acquisizione, fidelizzazione, aumento del numero di visualizzazioni del profilo, richieste di connessione, ecc.

Quanto tempo occorre per pubblicare su LinkedIn?

È necessario variare la frequenza dei tipi di post e dei “framework” (modalità di coinvolgimento): pubblicare almeno 2 volte a settimana per iniziare, per poi passare a un massimo di 2 volte al giorno. 🌳

Considerate anche la possibilità di variare il tipo di strategia di contenuto dei vostri post in base ai temi del vostro TOFU-MOFU-BOFU, ad esempio argomenti più seri all’inizio della settimana e più divertenti alla fine della settimana. 🤡

Potete trovare il “playbook” per scrivere post da urlo, con una guida per creare il vostro imbuto TOFU-MOFU-BOFU qui! 💥

Cosa si intende per contenuti LinkedIn? Aumentare il valore della consapevolezza sui social network

Alcuni dipendenti spesso si sentono meno legittimati a parlare rispetto ai leader o alle persone con conoscenze più avanzate in un settore aziendale. 😳

Tuttavia, LinkedIn è una rete aperta, potete raccontare le vostre esperienze come esploratori di un’area tematica in generale e non una verità generica. 🤗

Essere visibili permette di coltivare il proprio marchio personale indipendentemente dalla propria situazione professionale ✅ (dipendente, dirigente, in cerca di lavoro, libero professionista).

Potete giocare sui pregiudizi cognitivi dei lettori e soddisfarli, attraverso una Strategia di contenuti digitali  coinvolgenti su LinkedIn. ✨

Essere più visibili = essere più credibili! 😎

This Is Real Justin Bieber GIF by The Tonight Show Starring Jimmy Fallon

Pubblicare regolarmente su LinkedIn per aumentare la visibilità

Tenete presente che la perseveranza è un processo iterativo ed è un elemento chiave per ottenere visualizzazioni e un pubblico in crescita. 🙌

T. Louis ci parla di questo:

“Tratta il tuo pubblico come l’oro”, cioè tieni a cuore il tuo pubblico e accetta tutti i feedback possibili quando inizi la tua strategia di contenuti digitali

su LinkedIn o altrove.
Ecco anche alcuni suggerimenti da seguire 🤩

  • Abbattete l’idea del “non ho niente da dire” e strutturate le vostre idee di contenuto in un file dedicato.
  • Scrivete con empatia e mettetevi nei panni del lettore prima di pubblicare.
  • Pensate alla reciprocità: per ottenere like e commenti, dovete farne anche voi.
  • Interagite con gli altri, LinkedIn incoraggia gli scambi e offre al vostro pubblico contenuti simili.
  • Prima di scrivere post, iniziate a lasciare commenti per far risaltare il vostro profilo, fatevi vedere dagli altri!
  • Filtrate il vostro feed di notizie per far apparire nei feed degli altri contenuti di qualità e coinvolgimento.
  • Scrivete 2-3 post a settimana e prendetevi il tempo di interagire regolarmente con i vostri contatti.

Passiamo ora alle tecniche di processo creativo che vi aiuteranno a trovare buone idee per i post e a costruirli in modo efficace. 👌

Qual è il quadro della Strategia di contenuti digitali  su LinkedIn?

Come creare contenuti di marketing? Cosa scrivere nei primi post su LinkedIn?

🟣 T. Georget chiede a T. Louis:

“Dal punto di vista del copywriting, qual è il “framework” che usi?”

🔵 T. Louis risponde:

“Creo una tabella con 4-5 colonne per area tematica ampia (verticale), in uno strumento come Trello/Notion per trovare i post con un focus. Poi combinare con il metodo delle quattro A: Antropologico, Azionabileanalitico, Ambizioso (linee orizzontali)”

  • Antropologico: fare un passo indietro rispetto a un argomento, “perché questo o quello?”
  • Actionable: le 5 azioni per fare una cosa X o Y.
  • Analitico: le 5 tendenze dell’argomento X.
  • Ambizioso: “5 anni fa ho iniziato a fare questo, ora…”, ecc.

Esempio di strategia di contenuto

💡 In questo esempio, T. Georget annota le sue idee di contenuto in una tabella Nozione:

🟢 T. Louis ci ricorda:

“Scrivete le vostre idee di contenuto man mano che vi vengono, mentre camminate, parlate con gli amici, sotto la doccia, ecc. Adottate una mentalità da “detective”: tutto può essere fonte di ispirazione Ricordate di scrivere tutto ciò che vi viene in mente e poi perfezionate il contenuto in un secondo momento (fate una prima bozza con tutto ciò che vi viene in mente in relazione a quell’argomento).”

🟡 T. Georget completa questa idea:

“In relazione alla creatività, spesso le idee per i contenuti vengono nei momenti di calma della giornata, per favorire la riflessione e l’introspezione. Dedicate del tempo a non fare nulla. Scrivete sistematicamente le vostre idee Più contenuti più contenuti creare più idee avrete. Mantenete un’idea per ogni post, un’idea può portare a un’altra idea di contenuto. La creatività nasce nei momenti in cui non si fa nulla! Rimanete in processi meditativi, obbligatevi a entrare in quello stato mentale, come quando fate una doccia, lunghe passeggiate, sport”

1 post = 1 idea!

Quindi, se arriva l’idea di un contenuto, si agisce subito oppure si cercano fonti di ispirazione attraverso la meditazione, il tempo libero, ecc. 💆

Avere un’idea chiara, con un gancio e un’uscita a fuoco. Tuttavia, gli scarti delle idee di contenuto (“R.I.P. ideas” 💀), vanno riutilizzati e annotati nuovamente nella vostra bacheca per sfruttarli in seguito, in un altro post dedicato.

👉 Siate sintetici, anche se si tratta di 5 righe, va bene, purché sia comprensibile e si mantenga un’idea per post!

Consigli per un copywriting di successo per la vostra strategia di social media marketing

Se non conoscete il termine “copywriting”, ecco la sua definizione:

Il copywriting, spesso chiamato “design-writing” o “copywriting”, è l’arte di persuadere gli altri attraverso parole chiave. 🤭

Le persone che lo praticano sono chiamate “copywriter” o autori. Il loro lavoro consiste nello scrivere testi per i post dei blog, i siti di vendita, le landing page, le call to action, ecc. ✍

Metodo #1 Strategia dei contenuti digitali:

Per iniziare, è necessario sapere come usare una tagline: pensare al beneficio a lungo termine, evitare di essere fuorvianti o di cadere nel clickbait. 🎣

Riassumete l’idea principale del post in una frase. Spiegate come risolverete il problema di chi vi chiama, fin dalla frase d’effetto. 🙏

🟠 T. Georget ci dice:

“Pensate al tormentone come all’oggetto dell’email e al contenuto dell’email, avete bisogno di un buon titolo per fare presa, ma dovete rimanere coerenti con il corpo del testo. Curate la vostra credibilità, invece di cercare di aumentare i tassi di apertura”

Metodo #2 Strategia dei contenuti di LinkedIn:

Fornite le informazioni sul contenuto del post al 75% nel vostro teaser: ad esempio, date le risposte in “5 semplici passi” Poi il cuore del post dovrebbe essere la soluzione al problema discusso, quindi il restante 25%. 👏

Occupatevi dei ganci e delle uscite. Pensate al post come a un “panino”, il pane sopra è il gancio, la carne è il contenuto stesso e il pane sotto è l’uscita. 🥪

Misurate le prestazioni in visualizzazioni, ma fate attenzione alla viralità, perché potrebbe anche screditarvi. 👀

Comunque, se volete sapere come diventare virali su LinkedIn, leggete questo articolo! ⚡

Come ottenere 1 milione di visualizzazioni su LinkedIn utilizzando una Strategia di contenuti digitali ?

1. Strategia dei contenuti digitali su LinkedIn TOFU-MOFU-BOFU:

“Top, Middle and Bottom of the Funnel”: spesso pensiamo di dover essere il più possibile “di nicchia” sulle pubblicazioni di LinkedIn, quando invece ci sono 3 livelli di area tematica anche al di fuori degli argomenti di competenza. 😋

Ecco più o meno la formula da adottare, BOFU = argomenti di competenza (40% dei post del blog) + MOFU = argomenti più globali (40% dei post del blog) + TOFU = argomenti più ampi (20% dei post del blog). 🤝

2. Accelerare la creazione di contenuti:

Per emergere nei “feed” di più persone è necessario pubblicare regolarmente. Almeno 2-3 post a settimana per iniziare, poi 3-4 post a settimana: 2 post sul blog MOFU, 2 post sul blog TOFU/BOFU, ad esempio.

3. Utilizzate le tendenze attuali dei post:

Abbiamo visto tutti post del tipo “Ciao a tutti, tranne che a…” o sondaggi su LinkedIn, quindi ispiratevi alle tendenze attuali per ottenere la massima portata possibile. pubblicate i post più generici o umoristici nel fine settimana e quelli più seri o specializzati durante la settimana.

4. Tipi di strategia di contenuti digitali su LinkedIn:

I post scritti sono i più apprezzati da LinkedIn! 👀

Foto/video, sondaggi qualificati e caroselli di PDF richiedono una buona creazione visiva e molto tempo creativo. Inoltre, le visualizzazioni sono meno virali. Tuttavia, i “meme” sono molto utili se volete diventare virali.

5. Evidenziate il pulsante “Segui” su LinkedIn:

Invece di avere il pulsante “Connetti” sul vostro profilo, potete metterlo in modalità “creatore” e avere invece un pulsante “Segui”. questo vi permette di avere più connessioni che vi seguono, ma meno che vi aggiungono, per mantenere una rete di qualità quando iniziate ad attirare persone/visite sul vostro profilo.

6. Alternate i contenuti TOFU-MOFU-BOFU:

Suddividete le vostre idee di contenuto in post lunghi, medi e brevi, a seconda della natura del post in questione. Ricordate di essere “incisivi” e di non esitare a fare post a cadenza regolare, per creare un effetto di onnipresenza con le vostre connessioni.

7. Sfruttate il semplice pregiudizio dell’esposizione:

Più si è esposti ai contenuti di qualcuno, più è probabile che si abbia un’immagine positiva di quella persona/marchio. Creare coinvolgimento e costruire connessioni fedeli, pubblicando due volte al giorno, vi rende più visibili e vi fa comparire quotidianamente nei feed di notizie. 💥

8. Utilizzate i “pod” di automazione dei post per ottimizzare i post:

L’uso dei “pod” su LinkedIn crea un effetto di polarizzazione della prova dei social media, facendovi venire voglia di impegnarvi organicamente, perché altre persone avranno già commentato. I pod contribuiscono ad aumentare l’engagement per potenziare l’ algoritmo di LinkedIn, che tiene conto della quantità di like e commenti nei post.

9. Utilizzate i primi commenti:

Potete usare i primi commenti dei post per inserire una “battuta” o iniziare la discussione, condividere il link del vostro contatto/newsletter o un “lead magnet” su LinkedIn. 🧲

Date vita e un tono specifico ai vostri post, usate gli “hashtag” per farvi due risate e rivolgetevi a un pubblico esterno alla vostra rete. Creare post con contenuti di qualità + “call to action” al primo commento.

Inoltre, nei post seri, l’utilizzo di una frase fuori dagli schemi alla fine crea una rottura dello “schema” o un effetto shock, e fa venire voglia di andare a commentare, perché questa riflessione provoca una reazione nei lettori.

10. Scegliere il linguaggio per pubblicare con continuità:

Dovete essere concisi e scegliere la lingua giusta per il vostro pubblico. Utilizzate un profilo dedicato per ogni lingua in cui volete pubblicare o scegliete una lingua standard

Conclusioni: Strategie di contenuto su LinkedIn

La strategia dei contenuti digitali su LinkedIn non è la stessa di altri social network come Twitter o Instagram. Quindi conservate i contenuti professionali per LinkedIn! 🏆

Interagite sui contenuti e testate più formati per distinguervi dagli altri. Differenziarsi e rischiare quando si pubblica è ciò che vi aiuterà a raggiungere più velocemente i vostri obiettivi di business. 🏹

Per andare oltre… usate Waalaxy!

Con il nostro strumento di automazione Waalaxy, potete importare il vostro pubblico nel vostro CRM e commercializzarlo successivamente. 👽

Questo vi permetterà di essere ancora più efficienti nel vostro follow-up di prospezione e non perderete nessun nuovo prospect che verrà a commentare o a mettere like ai vostri post su LinkedIn!

FAQ Strategia di contenuti digitali  su LinkedIn

Cosa sono le Strategia di contenuti digitali  su LinkedIn?

Il modo migliore è differenziarsi, iterare, rischiare, usare il grado 2d per dare un tocco personale, interagire con la propria rete e, naturalmente, applicare un metodo TOFU-MOFU-BOFU prima di pubblicare. 🥇

Ecco un articolo su come scrivere buoni post su LinkedIn, per darvi altre idee di contenuto. 🧐

Potete anche utilizzare LinkedIn per :

  • Pubblicate i contenuti del vostro blog e date visibilità al vostro sito web.
  • Scrivete articoli su LinkedIn Pulse,
  • Seguire gli influencer e vedere cosa scrivono e perché funzionano.

La vostra strategia di contenuti su LinkedIn è ciò che vi aiuterà a raggiungere i vostri obiettivi di business, siate persistenti e l’algoritmo vi premierà! 🤞

Quale tipo di contenuto funziona meglio su LinkedIn?

Come indicato nell’articolo, i migliori post su LinkedIn sono:

  • Intelligenti: attirano l’attenzione grazie all’audacia,
  • Tutorial: Insegnano qualcosa al pubblico,
  • Emozionali: L’emozione è la chiave dei migliori post, e questo vale per tutti i social network, anche per il B2b.

Cosa evitare a tutti i costi. ❌

  • Vendere continuamente il proprio prodotto.
  • Parlare di un argomento che non è rilevante per il vostro target.
  • Parlare di argomenti troppo personali o troppo tabù, come le opinioni politiche.
  • Scrivere senza formattazione,
  • Non avere una strategia consolidata sui social media.

Come pubblicare contenuti su LinkedIn?

Per pubblicare su LinkedIn, avete due opzioni: potete utilizzare uno strumento che vi permetta di programmare direttamente i vostri post: Podawaa o Hootsuite, ad esempio. Potete anche pubblicare direttamente sul network cliccando su “crea un post”.

Che tipo di post su LinkedIn for Business?

I post su LinkedIn devono sempre essere professionali. Naturalmente potete (e vi consigliamo di farlo) parlare di voi stessi, delle vostre esperienze, dei vostri fallimenti e dei vostri successi… Ma non entrate nella sfera privata; tenete sempre a mente il vostro obiettivo: avere un pubblico interessato al vostro prodotto/servizio. 🎯

Come postare su LinkedIn?

Vi consigliamo di postare su LinkedIn utilizzando il metodo TOFU-MOFU-DOFU di cui sopra, e quindi di pubblicare regolarmente contenuti coinvolgenti per il vostro target. Il modo migliore per impiegare una strategia di marketing è postare 3 volte a settimana 😉.

Dovreste aggiungere video su LinkedIn?

Sì e no. Tutto dipende dalla vostra strategia di comunicazione. Quello che consigliamo è di avere uno stile regolare. Se pubblicate caroselli due volte a settimana e testi una volta, continuate così e aspettate qualche mese prima di analizzare i risultati complessivi. La pubblicazione sui social network è un processo lungo, non vedrete i primi risultati in un giorno.

Chiedetevi:

  • Il mio target è sensibile ai video?
  • Sarò in grado di pubblicare video regolarmente?
  • So come realizzare video di qualità?

Inoltre, considerate sempre la possibilità di mettere i sottotitoli ai video, gli utenti di LinkedIn raramente mettono l’audio. 🔇

Avete bisogno di LinkedIn Business per sviluppare una Strategia di contenuti digitali ?

No! Non è assolutamente necessario avere un LinkedIn Premium per sviluppare una strategia di contenuti su LinkedIn.

Se siete interessati agli abbonamenti premium, potete consultare il nostro confronto sull’argomento.

Quali sono le migliori pratiche per utilizzare LinkedIn per il vostro brand?

Le migliori pratiche per l’utilizzo di LinkedIn sono le seguenti:

  • Sapere come identificare il proprio pubblico di riferimento,
  • Pubblicare regolarmente,
  • Ottimizzare il più possibile il proprio profilo LinkedIn,
  • Utilizzare l’automazione, ma non in modo eccessivo,
  • Portare al vostro pubblico la qualità, piuttosto che la quantità.
  • Ora sapete tutto sulla giusta strategia di contenuti su LinkedIn.

Come si avvia una Strategia di contenuti digitali su LinkedIn?

Se volete iniziare a fare personal branding e non sapete da dove cominciare, leggete la nostra guida sul Personal Branding e su come avere successo con la nostra strategia sui social media.

Ecco a voi tutto ciò che vi serve per iniziare la vostra Strategia di contenuti digitali su LinkedIn. 😄

4.8/5 (189 votes)

Convert more leads into clients with these 7 secret B2B prospecting messages 🚀

Enter your first name and email address  to receive the 11 page digital book now:

Where do we have to send it now?