it
frenesptdeplnlruid

Guida allo storytelling – Definizioni ed esempi

Avete dentro di voi l’anima di uno storyteller e volete usarla per ogni cosa nel vostro marketing? Allora è un bene 🙂 perché oggi parleremo di storytelling. Cominciamo.

Nel corso di questo articolo, esamineremo:

  • La definizione di storytelling.
  • Perché fare storytelling?
  • Come implementarlo?
  • Lo storytelling in una strategia di marketing.
  • I migliori esempi.

storytelling significato

Lo storytelling, o l ‘arte di raccontare storie, è una tecnica di comunicazione che consiste nel presentare un’idea 💡 , un prodotto o qualsiasi cosa si voglia sotto forma di racconto.
La sua traduzione letterale deriva da story e telling. Le aziende la utilizzano spesso a loro vantaggio per raggiungere il proprio target, per vendere un prodotto o un servizio o semplicemente per ottenere visibilità.

L’obiettivo principale è catturare l’attenzione del pubblico e farlo aderire al proprio messaggio. Questo messaggio deve essere piacevole e memorabile. Ci sono molti modi per usare lo storytelling, come ad esempio :

  • Marketing.
  • Pubblicità.
  • Giornalismo.
  • Vendite.
  • E così via…

Implementando lo storytelling, darete significato e valore 💎 al vostro prodotto o servizio e susciterete emozioni nel vostro target. Ora che abbiamo visto qual è la definizione di storytelling, come si fa a implementarlo in una comunicazione?

Storytelling cos’è lo scopo ?

Quando si vuole entrare in contatto con il pubblico, lo storytelling è uno strumento estremamente utile. Vi consentirà di catturare l’attenzione dei vostri potenziali clienti, di avere uno scambio migliore con loro, di convertirli in clienti e poi in ambasciatori.
Questo vi permetterà di creare un legame e quindi di vendere meglio i vostri prodotti o servizi in seguito. L’obiettivo di questo termine è trasmettere un messaggio che parli al vostro target 🎯 per rendere la vostra comunicazione più impattante al fine di raggiungere il maggior numero di persone.

Perché fare storytelling?

Non si tratta solo di fare storytelling, di raccontare una storia a vuoto e per divertimento. Ovviamente ci sono degli obiettivi da raggiungere e può essere molto utile per la vostra azienda. La prima cosa da sapere è che lo storytelling vi aiuta a catturare l’attenzione del vostro pubblico presentando il vostro messaggio sotto forma di storia 📖.

Questo modo di presentare il vostro prodotto o servizio vi permette anche di dare un senso a ciò che state offrendo al vostro target. Attraverso lo storytelling, consentite ai vostri clienti di capire perché quello che fate è importante e come può aiutarli nella loro vita quotidiana.

Ma non è tutto, perché questo modo di raccontare la vostra storia può anche creare fiducia agli occhi del vostro pubblico. Quando condividete storie autentiche e personali, potete dimostrare la vostra sincerità. Se riuscite a creare fiducia nei vostri clienti, questi torneranno più facilmente da voi e saranno anche più propensi a raccomandarvi.

Inoltre, potete facilmente distinguervi dalla concorrenza raccontando storie originali e innovative a cui i vostri clienti 🎯 possono riferirsi.

Infine, potete creare una federazione intorno al vostro marchio. Questo è uno degli aspetti più importanti dello storytelling. Essere in grado di generare una comunità intorno al proprio marchio è il Santo Graal per tutti i marketer e i venditori. Ecco perché dovete usarlo a vostro vantaggio.

Come implementare lo storytelling?

Per riuscire a trasmettere il messaggio che desiderate vendere 💰 i vostri prodotti o servizi, dovrete mettere in atto alcuni passaggi, ossia:

  • Identificare il vostro pubblico target e creare il vostro personaggio. Non riuscirete a vendere un prodotto se non sapete a chi state vendendo. Determinate quindi il tipo di storia più adatto al vostro target.
  • Definite gli obiettivi e il messaggio chiave. Cosa volete che i vostri potenziali clienti ricordino di voi? E la vostra storia?
  • Scegliete il tono e lo stile della vostra storia. Sarete emotivi? La vostra narrazione sarà umoristica? Drammatico?
  • Stabilite la struttura della storia. Sarà classica? Originale?
  • Scrivete 🖊️ la vostra storia e datele forma. Poi mettetevi nei panni di chi ascolterebbe questa storia e chiedetevi se vi piace.
  • Utilizzate immagini per illustrare la vostra storia.
  • Fate attenzione alla presentazione e alla postura quando raccontate una storia.
  • Siate in grado di catturare il pubblico.

Lo storytelling in una strategia di marketing

Spesso cerchiamo di creare un’emozione nel nostro pubblico target per indurlo a comprare da noi. Inserire lo storytelling in una strategia di marketing è un vero vantaggio e vi spieghiamo perché. Quando facciamo marketing, vogliamo essere in grado di toccare il nostro pubblico, quindi useremo storie autentiche, che abbiano un significato.

Più le vostre storie sono ispirate, più è probabile che riusciate a raggiungere il vostro pubblico di riferimento. In questo articolo abbiamo parlato di persona. È un must, se volete vendere ciò che offrite, non potete farne a meno. Come potete soddisfare le esigenze e le frustrazioni del vostro target se non lo conoscete?

La risposta è che non si può. D’altra parte, conoscendo perfettamente il vostro target, sarete in grado di utilizzare lo storytelling a vostro vantaggio, evidenziando i valori e i vantaggi del vostro prodotto. Potete raccontare la storia di come siete riusciti a risolvere il problema di uno dei vostri clienti, ad esempio.

Strategia di marketing: Costruire il vostro marchio con lo storytelling

Con questo metodo è possibile creare un’ esperienza di marca coerente. Spieghiamo. Quando raccontate la vostra storia, questa sarà necessariamente legata alla vostra identità di marca e dovrà essere presentata allo stesso modo su tutti i vostri canali di marketing. Non esitate a usare l’emozione nel vostro storytelling, deve essere memorabile e deve far sì che venga ricordato.

Non dimenticate di lavorare sulla vostra creatività 🧠.

È importante creare cose originali. Fare il già visto e il già rivisto vi porterà ben pochi benefici.

Gli obiettivi dello storytelling nel marketing

Dietro questo termine si nascondono molti obiettivi, soprattutto nel marketing. Possiamo avere diversi obiettivi come :

  • La scoperta di un nuovo prodotto.
  • Aumentare la visibilità del proprio marchio.
  • Creare un’eco 🛎️.
  • Aumentare le vendite.

Qualunque sia la ragione per cui si utilizza lo storytelling, si vuole invogliare il potenziale cliente o il futuro cliente a comprare da voi.

I migliori storytelling esempi di brand

Forse non avete mai avuto l’opportunità di vedere il potere dello storytelling in azione, o forse non ve ne siete nemmeno resi conto. In ogni caso, vi mostreremo alcuni esempi di storytelling di successo nel mondo del lavoro con marchi famosi. Inizieremo direttamente con Airbnb.

Airbnb

Se non conoscete questa azienda, Airbnb è una piattaforma che offre case private in cui soggiornare per un certo periodo. Questa piattaforma è stata fondata da Brian Chesky, Joe Gebbia e Nathan Blecharczyk ed esiste dal 2008.

airbnb-plateforme

Per raggiungere le persone, Airbnb si affida all’uso di diversi canali come :

  • Il blog.
  • I vari social network.
  • I video.
  • Le loro riviste.

Forse non lo sapete, ma l’inizio di Airbnb è originale e i fondatori non esitano a ricordare ai loro clienti da dove vengono per raggiungerli. L’intera strategia di marketing si basa sui clienti e sulle loro esperienze, perché Airbnb ha bisogno del 100% dei suoi clienti per rimanere sostenibile. Era quindi naturale che questa azienda mettesse al primo posto i propri clienti piuttosto che se stessa. Per fare uno storytelling efficace, la piattaforma lascia che siano i clienti a raccontare le loro storie.

I vantaggi di questa scelta sono due: il primo è che si può giocare sull’emotività in base a come si sono sentiti i clienti 🫀. Il secondo vantaggio è che quando i clienti vi raccomandano direttamente, è più probabile che vi fidiate di voi. Punto bonus? I racconti delle esperienze dei clienti possono incoraggiare chi non si è ancora buttato a farlo.

Apple

Che vi piaccia Apple o Android, avrete già visto almeno una pubblicità di Apple. Questo gigante ha deciso di puntare sui suoi utenti nelle sue pubblicità. È la storia che occupa un posto importante in Apple e ciò che il marchio vuole è giocare sulle emozioni 😍.

Più che i prodotti telefonici 📱 e i computer, è l’intera storia che Apple offre ai suoi clienti. Funziona così bene che la gente non esita ad aspettare 72 ore davanti a un negozio per potersi offrire l’ultimo telefono del marchio. Siamo davvero ammirati da questo lavoro.

Nike

Nike è il marchio sportivo in cui tutti (o quasi) si identificano. Inoltre, se riusciamo a identificarci attraverso le storie che Nike ci racconta, è perché il marchio è eccellente nel buon storytelling. Anche quando scivola, ci identifichiamo comunque con ciò che trasmette.

La prima cosa da sapere è che Nike non esita a proporre persone che sono poco rappresentate nel mondo della pubblicità. Mettendo in evidenza queste diversità, ci sono anche più persone che si vedono attraverso le loro pubblicità. Nella maggior parte delle sue storie, Nike fa leva sulle emozioni degli spettatori.

Lo storytelling è un ottimo metodo per rafforzare la propria presenza sul web, per sviluppare il legame con la propria comunità, per aumentare la fiducia dei propri utenti e per essere più puliti nei confronti del proprio pubblico.

Scrivere uno storytelling che convince

Per raccontare una storia che raggiunga un target 🎯 avrete bisogno di un po’ di preparazione. Per questo vi forniremo tutti i passi essenziali da compiere per avere successo.

#1 La persona

Ogni volta è sempre la stessa storia, vi viene detto dell’importanza di creare un ritratto tipico del vostro cliente ideale. Non per niente, ve lo assicuriamo. La stesura di questo ritratto vi permetterà di rispondere alle esigenze, ai punti dolenti e di trovare soluzioni ai problemi che i vostri clienti possono incontrare.

Nel caso dello storytelling, è la stessa cosa: come potete creare contenuti che colpiscano i vostri target se non sapete cosa li spinge, cosa li tocca, cosa gli piace? Per creare la vostra persona, dovrete definire i tratti del vostro potenziale cliente, vale a dire :

  • Nome e cognome.
  • Età.
  • Sesso.
  • Stato civile 💍.
  • Posizione.
  • Le sue esigenze.
  • I suoi punti dolenti.

Naturalmente, potete continuare ad abbellire la vostra persona con dettagli, ma più è dettagliata, più è probabile che la raggiungerete.

#2 Scegliete il tono del messaggio

Come vi esprimerete al vostro target? Attraverso l’umorismo? Tristezza? In questo caso, dovete chiedervi quale emozione volete trasmettere al vostro pubblico Questo è un elemento chiave del vostro storytelling perché è grazie a questo che susciterete un’emozione nel vostro pubblico. Oltre al tono, non esitate a pensare al registro linguistico che userete. Sarà sostenuto? O al contrario, familiare?

#3 Il messaggio

Ora che sapete come vi rivolgerete al vostro target 🎯 dovete anche concentrarvi sul messaggio che volete lasciare al vostro pubblico. L’obiettivo è che siate in grado di raccontare una storia per vendere meglio.
Quindi il vostro messaggio deve essere preciso. Cosa volete fare? Far conoscere uno dei vostri prodotti? Entrare in contatto con il vostro pubblico? Informare su un nuovo prodotto? Per avere successo nel trasmettere il vostro messaggio, tenete presente che deve essere chiaro e facilmente comprensibile per coloro che lo ascolteranno e/o lo vedranno.

#4 Definire gli obiettivi

Avete deciso di raggiungere i vostri obiettivi, ma quali sono i vostri obiettivi? Volete promuovere il vostro marchio? Volete ottenere visibilità 👀 e consapevolezza? Volete aumentare le vendite? Stabilendo i vostri obiettivi, sarete in grado di dare il giusto risalto al vostro storytelling e di raggiungere meglio il vostro pubblico. Se riuscite a farlo, allora raggiungere i vostri obiettivi non dovrebbe essere troppo difficile.

#5 Condividere la storia

Preparate il momento in cui condividerete la vostra storia. Scegliete la data, il formato di distribuzione (scritto? video? audio?), tutto ciò vi aiuterà a prepararvi. Tenete presente che dovete condividere una storia sincera e autentica 💗.

Se raccontate una storia ma fate l’esatto contrario nelle vostre azioni, i vostri clienti non si fideranno assolutamente di voi e non ne trarranno alcun beneficio.

Conclusione

Ci siamo quasi. Affinché possiate avere tutto ciò che vi torna in mente, ricapitoleremo ciò che abbiamo visto oggi. Siamo riusciti a trattare concetti quali:

  • La definizione di storytelling.
  • Il suo scopo ⚽.
  • Perché si dovrebbe fare storytelling.
  • Come implementarlo.
  • Lo storytelling in una strategia di marketing.
  • I migliori esempi di storytelling.
  • Scrivere uno storytelling che convinca.

DOMANDE FREQUENTI

Siamo quasi alla fine di questo articolo, ma potrebbero esserci ancora alcuni concetti da imparare. Ecco cosa faremo.

Come definire lo storytelling?

Per raggiungere un pubblico, giochiamo con il suo cervello e, in particolare, con le sue emozioni. Lo storytelling è l’arte di raccontare una storia per trasmettere un messaggio, per vendere un prodotto, per farsi conoscere, per creare un’atmosfera. È una tecnica di comunicazione che provoca un’emozione verso il prodotto, il servizio o il marchio.

Ci sono diversi obiettivi quando si mette in atto lo storytelling, dipende interamente da ciò che si vuole fare e provocare.

Come creare un buon storytelling?

La prima cosa da fare quando si inizia questo tipo di esercizio è conoscere il proprio obiettivo. Come potete sapere che riuscirete a raggiungere un pubblico se non sapete cosa spinge il vostro target, cosa potrebbe scatenare emozioni?
Se sapete come scatenare emozioni nel vostro target, sarà più sensibile al vostro marchio e a ciò che offrite. Poi dovete trovare la storia giusta da raccontare, quella che vale la pena raccontare, quella in cui il vostro pubblico si riconoscerà.

È così che riuscirete a fare un buon storytelling. Questi consigli vanno fatti in anticipo. Per entrare direttamente nel concreto, vi indichiamo i passi da compiere affinché il vostro storytelling sia al top.

#1 Preparare la storia

Costruite la vostra trama e ponetevi domande come:

  • Dove si svolgerà la mia storia?
  • Quali valori inserirò nella storia?
  • Cosa sarò in grado di raccontare?

#2 Definire i personaggi

In questo caso, vi concentrerete su uno o più personaggi della vostra narrativa? Farete in modo che il pubblico si riconosca nei vostri personaggi? Sono divertenti? Tristi? Quali emozioni emaneranno?

#3 L’ambiente

È il momento di concentrarsi sugli elementi che rafforzeranno la posizione dei vostri personaggi e della vostra storia. Stiamo parlando dello scenario, ovviamente, ma anche della luce e dell’atmosfera che ne deriverà. Non esitate a fornire quanti più dettagli possibili quando esponete le vostre scene, questo permetterà ai vostri obiettivi di avvicinarsi al vostro marchio.

#4 L’innesco

Dovrete concentrarvi su un elemento che spinga il personaggio a mettersi in discussione o a trovare la sua strada. Questo è l’elemento che darà un senso alla vostra storia. È un elemento che mostrerà sicuramente la motivazione del vostro personaggio 🙂 .

#5 Il finale

Quale sarà l’esito di questa avventura? Di questo interrogatorio? L’epilogo è la parte più importante della vostra storia, pensateci in modo che abbia il massimo impatto sul pubblico.

Quali sono i 4 fondamenti della narrazione?

Come vi abbiamo appena spiegato, ci sono dei fondamenti dello storytelling che è meglio applicare per evitare che il vostro target 🎯 perda il messaggio. Questo è esattamente ciò che vi abbiamo spiegato nel punto appena precedente. Come storyteller, dovrete lavorare molto su quanto segue:

  • I personaggi: Sono quelli che verranno usati come esempio dai vostri obiettivi. Per fare una buona narrazione, dovrete pensare ai vostri personaggi. I vostri target si identificheranno con loro.
  • L’ambiente: i vostri personaggi si evolveranno in un ambiente che può essere familiare, o festivo… In ogni caso, è l’ambiente che farà sentire i vostri interlocutori vicini alla storia che state per raccontare.
  • L’innesco: Come abbiamo detto sopra, è ciò che darà significato alla vostra storia. Questa causa scatenante darà colore ai vostri personaggi, che sicuramente si metteranno in discussione. Scatenerete in loro delle emozioni 💗 (forse le stesse che volete scatenare nel vostro pubblico).
  • L’epilogo: è quello che scioglierà la tensione ma darà anche un senso alla vostra storia. Il finale è il momento in cui la storia avrà un impatto sul pubblico.

Quando usare lo storytelling?

Ci sono molti casi in cui si può usare lo storytelling e li elencheremo ora:

  • La presentazione di un prodotto o di un servizio (potete raccontare una storia che metta in evidenza i vantaggi e i valori 💰 della vostra offerta. Aiuterete i clienti a capire perché il vostro prodotto o servizio è importante e come può migliorare la loro vita quotidiana).
  • Comunicare 👄 il vostro marchio. Evidenzierete i valori e l’identità del vostro marchio attraverso una comunicazione che raggiungerà il vostro pubblico.
  • Presentare un progetto o un’idea. Non è necessario utilizzarlo solo quando ci sono dei clienti in gioco. Potete utilizzare questo metodo anche per presentare un’idea. Dovrete convincere il vostro pubblico suscitando il suo interesse e convincendolo a comprare il vostro progetto.
  • Vendere un prodotto o un servizio.
  • Motivare o ispirare: potete ispirare il vostro pubblico condividendo una storia che evochi emozioni.

Naturalmente, ci sono altri momenti in cui si può usare lo storytelling. Usatelo quando ritenete che sia il momento giusto.

Arco narrativo

Nello storytelling si parla talvolta di arco narrativo o arco della storia. Questo termine si riferisce alla struttura di una storia e questo arco sarà costituito dagli eventi della storia, possiamo dire che è la progressione. Si ha un inizio piuttosto tranquillo, poi un elemento che viene a disturbare i personaggi, conflitti che raggiungeranno il culmine e infine una fine in cui tutto si risolve. Per farvi capire meglio di cosa stiamo parlando, vi presentiamo un piccolo schema.

storytelling-arc

Troverete :

  • La scena iniziale.
  • Un evento.
  • L’azione crescente.
  • L’elemento scatenante.
  • La discesa.
  • La risoluzione.

In questo modo si ottiene un intero arco narrativo di una storia.

Narrazione dei dati

È la prima volta che sentite questo termine? Non preoccupatevi, è molto facile da capire. Lo storytelling dei dati consiste nel raccontare una storia con dati rappresentati graficamente. Forse non vi dice nulla, ma se avete mai tenuto una presentazione a scuola o in azienda, siamo sicuri che avete già fatto un po’ di data storytelling. Ad esempio, se avete deciso di parlare dell’evoluzione dell’azienda attraverso i numeri e li presentate con dei grafici, state facendo data storytelling. Naturalmente, per facilitare questa narrazione dei dati, sono nati diversi strumenti 🧮.

Ecco, siamo arrivati alla fine di questo articolo e ora sapete tutto quello che c’è da sapere sullo storytelling.

4.8/5 (200 votes)
Vi consigliamo 👇

Volete più contatti per la vostra attività? 🔥

Ottenete gratuitamente i 7 modelli di messaggio più efficaci per generare contatti su LinkedIn. 👽

Vuoi più contatti per la tua attività? Ricevi il tuo E-book gratuito! 🔥

Ottenere i 7 modelli di messaggio più efficaci per generare clienti su LinkedIn 👽

Cover-Ebook-US

Want more leads for your business? Get our E-book for free ! 🔥

Get the 7 most effective message templates for generating leads on LinkedIn. 👽