I migliori strumenti di automazione per LinkedIn!

Published by Amandine on

4 minutes
5/5 - (127 votes)

Piwaa permette di gestire un flusso costante e importante di messaggi LinkedIn. Grazie alla sua interfaccia elegante e alle sue caratteristiche simili a quelle di un mini-CRM, gestire i vostri messaggi su LinkedIn non è mai stato così facile. Ma bisogna comunque avere un flusso importante di messaggi! In questo articolo, vi presenterò due strumenti di automazione per LinkedIn per ottenere il massimo dall’automazione.

podawaa piwaa prospectIn gif

ProspectIn, o come automatizzare la tua ricerca su LinkedIn

Il piccolo nome francese per gli strumenti di automazione di LinkedIn: ProspectIn è un’estensione di Google Chrome. Questo strumento ti permette di automatizzare tutte le tue ricerche su LinkedIn. Se stai cercando di generare lead per il tuo prodotto o servizio, trovare nuovi clienti, reclutare e cacciare profili per la tua azienda, trovare un lavoro, o semplicemente aumentare la consapevolezza del tuo profilo LinkedIn, ProspectIn è la soluzione perfetta.

Il concetto è semplice: creare sequenze di azioni “visita del profilo” / “follow up del profilo” / “richiesta di connessione” / “invio del messaggio” che si svolgeranno automaticamente secondo i tempi e le condizioni da voi stabilite.

Esempi di sequenze:
  • Visita del profilo -> 1 giorno di ritardo -> Richiesta di connessione con nota personalizzata -> 2 giorni di ritardo dopo l’accettazione della richiesta -> Inviare un messaggio personalizzato
  • Invio di un primo messaggio -> 2 giorni di ritardo -> invio di un secondo messaggio se la persona non ha risposto al primo messaggio ma ha visto il messaggio precedente

Come funziona?

ProspectIn funziona come un mini-CRM, che si organizza sotto forma di campagna.

  1. Per prima cosa, scegliete il target che popolerà la vostra campagna. Per fare questo, si esegue una ricerca su LinkedIn. ProspectIn funziona sia con LinkedIn standard, LinkedIn Sales Navigator e LinkedIn Recruiter Lite. Quindi non c’è bisogno di un abbonamento pagato a LinkedIn per usarlo. Una volta che hai eseguito la tua ricerca e hai un numero di persone da contattare, devi semplicemente tirare la lista in ProspectIn.
  2. Nel secondo passo, crei la tua sequenza personalizzata con le azioni, condizioni, scadenze e contenuti dei messaggi che vuoi inviare.
  3. Infine, quando la vostra sequenza è pronta e i vostri profili sono esportati, è sufficiente lanciare la sequenza o le sequenze. Lo strumento gestisce l’invio automaticamente.

La tua campagna funziona e tu devi solo gestire i messaggi in entrata generati dalla tua campagna.

Nota: al fine di evitare qualsiasi ban da LinkedIn, vengono stabilite quote giornaliere per ogni tipo di azione. Una volta raggiunte queste quote, le azioni smettono di essere inviate, fino a quando non si recuperano le quote, il giorno successivo. Per replicare il comportamento umano, si osservano ritardi casuali tra l’esecuzione delle azioni.

Caratteristiche avanzate, per spingere l’automazione di LinkedIn ancora più in là

Oltre alle sequenze automatiche, ProspectIn ti permette di impostare un’automazione più avanzata. Questi sono i fattori scatenanti.

I trigger permettono di eseguire automaticamente delle azioni in base a un evento e a determinate condizioni.

Per esempio, puoi decidere di accettare automaticamente le richieste di connessione se non hanno note, e poi inviare un messaggio di benvenuto che hai predefinito.

Oppure potete esportare automaticamente le persone che commentano i vostri post su LinkedIn nel vostro CRM personale.

Le possibilità offerte dai trigger sono quasi infinite, l’unico limite sarà la tua immaginazione ?

Podawaa, lo strumento per far decollare la portata dei tuoi post su LinkedIn

Un altro strumento di automazione per LinkedIn: Podawaa è anche un’estensione di Chrome. Questa estensione ti permette di generare centinaia di like e commenti sui tuoi post di LinkedIn, il tutto, hai indovinato, automatizzato.

Perché generare like e commenti sulle mie pubblicazioni?

Quando pubblicate su LinkedIn, il vostro post sarà visto da un certo numero di persone. Ciò che definisce chi vedrà il tuo post e chi no è l’algoritmo di LinkedIn. Più il tuo post piace e viene commentato, più persone lo vedranno, più visualizzazioni genererà.

Quando si vende un prodotto o un servizio, o quando si vuole promuovere il proprio marchio o la propria persona, essere visibili su LinkedIn è una risorsa importante. A differenza di ProspectIn, qui si genera interesse in modo “passivo”. Non contattate direttamente le persone che vedranno la vostra pubblicazione, ma è probabile che vi contatteranno per sapere di più su di voi, sulla vostra attività e su ciò che offrite.

Un altro modo semplice ed efficace per portare un flusso costante di lead qualificati ?

Come funziona?

I like e i commenti che ottieni non sono falsi like o falsi commenti. Tu scegli il contenuto dei post che vuoi far apparire sotto la tua pubblicazione, ma i like così come i commenti sono postati da persone reali, riunite in un “pod”

Un pod, o “engagement group”, è un gruppo di persone che si organizzano, automaticamente o manualmente, per commentare e mettere mi piace ai post degli altri membri del gruppo, al fine di incoraggiare l’algoritmo ad aumentare la portata di quei post.

I pod possono essere privati o pubblici. Possono accettare membri automaticamente o dopo una conferma manuale da parte dell’amministratore del pod.

Podawaa ti permette di automatizzare completamente questo processo. Dalla programmazione dei tuoi post al coinvolgimento degli altri utenti. Potete selezionare i commenti che volete, il pubblico di riferimento, replicando il comportamento umano.


Dopo aver letto questo articolo, se la tua email di LinkedIn è ancora vuota, non hai scuse! ?

Se hai idee per altri strumenti di automazione per LinkedIn, scrivici!

Categories: PiwaaProspectIn

Tweet
Share
Share