Come LinkedIn b2b lead generation in 9 passi?

Non sapete come LinkedIn b2b lead generation ? 🚀

Non preoccupatevi, questo articolo dovrebbe aiutarvi. Leggetelo fino in fondo, applicate le strategie e osservate i risultati sulla vostra acquisizione di lead.

Perché dovreste fare lead generation su LinkedIn ?

Come marketer, le ragioni sono molteplici. Eccole:

  • Attirare più nuovi lead e clienti interessati ai vostri prodotti.
  • Raggiungere i vostri obiettivi con messaggi che colpiscono nel segno.
  • Capire l’automazione di marketing delle vostre azioni digitali.
  • Come utilizzare le migliori leve di acquisizione su LinkedIn.
  • Migliorare la strategia di marketing B2B, le campagne di marketing e i tassi di conversione attraverso l’ imbuto di vendita.
  • Portare traffico qualificato alle vostre landing page o al vostro sito web.
  • Acquisire più clienti qualificati e generare lead (lead gen).
  • Sviluppare la vostra reputazione sul social network b2b.
  • Migliorare il vostro ROI.

Cominciamo a saperne di più su LinkedIn e su come sia il vostro migliore amico per generare un consistente ritorno sugli investimenti.

Cosa significa “lead” nel marketing digitale?

Nel marketing digitale, un lead si presenta come un potenziale cliente. È la fase che attraversa prima di diventare un vostro cliente.

Diciamo che inizierete a fare prospezione, avrete dei contatti, forse visiteranno anche il vostro sito web. Queste persone sono lead.
Hanno mostrato interesse o corrispondenza con il vostro obiettivo, ma non hanno ancora effettuato un’azione di conversione con voi.

Come fare LinkedIn b2b lead generation ?

Se state cercando di generare nuovi contatti, LinkedIn è la rete B2B migliore per farlo. Ecco perché.

LinkedIn è utilizzato da più di 180 milioni di persone al mese negli Stati Uniti.

Ci sono persone che appartengono a professioni come il marketing:

  • Marketing.
  • Digitale.
  • Ingegneria.
  • Finanza.
  • Istruzione.

Ma anche aree professionali più specifiche come la strategia SEO, il copywriting, la pubblicità su Google. Ora, è necessario capire qualcosa di rilevante. Eccola qui.

Che cos’è la lead generation LinkedIn ?

Un lead B2B su LinkedIn è una persona che si è relazionata con voi in modo interessato a uno dei vostri post o direttamente in un messaggio privato per saperne di più su di voi.
Su LinkedIn, le persone non sono i vostri lead. Sono semplicemente degli sconosciuti. Ma quando qualcuno risponde a uno dei vostri post, entra in un’altra fase.

Riassumiamo rapidamente i 3 stati di una persona tra il punto sconosciuto e il punto di transazione.

  1. La fase di scoperta.
  2. La fase di valutazione.
  3. La fase della decisione.

Quando mettono un like al vostro contenuto o commentano, significa che hanno almeno letto il vostro nome e visto la vostra foto 📷.

E ancora meglio se hanno visitato il vostro profilo LinkedIn. Una persona diventa un lead quando si trova tra la fase di valutazione e quella di decisione.
Ora dovete renderli consapevoli del loro problema (a seconda del tema).

E questo è il vostro ruolo: iniziare la vostra campagna di prospezione su LinkedIn.
Ora sapete cos’è un lead su LinkedIn. Vediamo come ottenerne uno!

Ottenete i primi clienti questa settimana

Sfruttate la potenza di Waalaxy per generare lead ogni giorno. Iniziate a fare prospezione gratuitamente oggi stesso.

waalaxy dashboard

Come LinkedIn b2b lead generation in 9 passi ?

Con oltre 800 milioni di utenti in tutto il mondo, è diventato una miniera d’oro per la generazione di lead di alta qualità e per l’espansione della vostra rete.

Che siate venditori esperti, imprenditori o appassionati di marketing, sfruttare il potenziale di LinkedIn può dare un impulso significativo alla crescita del vostro business. 📈

1. Ottimizzate il vostro profilo su LinkedIn

L’ottimizzazione del vostro profilo su LinkedIn dovrebbe essere la vostra priorità assoluta. Cosa succede nella testa dei vostri potenziali clienti se non fate una buona impressione? Non si fideranno di voi.

A) Cordialità

Dovete suscitare simpatia nei primi 7 secondi in cui qualcuno esamina il vostro profilo LinkedIn. Se la persona non percepisce la vostra attenzione, se ne andrà e voi lascerete una cattiva impressione.

Ricordate: la prima impressione controlla sicuramente il 5% del vostro rapporto con una persona.
Non possono cambiare il loro stato e quel 5% condizionerà anche l’altro 95%.

Non trascurate la prima impressione.
Ma come potete creare questa buona impressione? 😊

  • Sorridete nella foto del vostro profilo LinkedIn.
  • Usate le emoji.
  • Siate positivi nei vostri post e commenti su LinkedIn.

B) Integrità

Anche la trasparenza e l’onestà sono qualità da utilizzare. Il problema di alcune persone su LinkedIn è che sembrano simpatiche. Ma quando si scava più a fondo, si scopre che non sono trasparenti con la loro comunità o con i potenziali clienti.

  1. Titoli di studio falsi.
  2. Titoli pomposi su LinkedIn.
  3. Esperienze di volontariato esagerate.

Ecco cosa risalta maggiormente quando si parla di mancanza di integrità su LinkedIn. Ma per fortuna ci sono soluzioni per aumentare il vostro lato positivo:

  • Siate autentici nel vostro curriculum LinkedIn (esperienze e formazione).
  • Mettete da parte il vostro ego e non cercate di piacere a tutti.
  • Non abbiate paura di parlare delle vostre debolezze e dei vostri problemi.
  • Imparate a dire di no quando non potete/non volete fare qualcosa.

La costruzione della fiducia con la vostra rete B2b richiede una forte integrità da parte vostra.

C) Competenze professionali

Essere premurosi e avere integrità è un’ottima soft skill da mettere in evidenza sul vostro profilo LinkedIn.

Ma non basta: dovete dimostrare di essere esperti nel vostro campo.
Su LinkedIn, le aziende sono sempre più alla ricerca di esperti in settori altamente specializzati.

È anche il modo migliore per guadagnarsi da vivere, perché, come sappiamo, un chirurgo guadagna più di un generalista.
Il problema della maggior parte degli imprenditori su LinkedIn è che sono troppo premurosi/integrati ma non sanno come vendersi.

Quali sono le soluzioni per dimostrare le proprie capacità professionali ?
Come fate a creare fiducia nei vostri potenziali clienti attraverso questo pilastro?

Ecco alcune soluzioni.

  1. Mostrate le referenze dei vostri clienti nel vostro banner di LinkedIn.
  2. Siate visibili accanto ad altri esperti del vostro settore.
  3. Date l’impressione di essere inavvicinabili ai vostri potenziali clienti.

In questo caso si gioca su diversi pregiudizi cognitivi molto potenti per influenzare i potenziali clienti. In primo luogo e in secondo luogo, si utilizza il principio di autorità. 👌

Terzo, il principio di scarsità. Utilizzando queste soluzioni, sarete in grado di:

  • Convincere i clienti più diffidenti con la logica.
  • Persuadere attraverso l’autorità degli altri.

Ottimizzare il vostro profilo LinkedIn e, come avete visto, questo significa rafforzare la vostra buona volontà, integrità e capacità professionali percepite dagli altri. Volete saperne di più su come ottimizzare il vostro profilo Linkedin? Cliccate qui. 👇🏼

Ottimizza il mio profilo LinkedIn

D) Il vostro banner: l’arma della consapevolezza su LinkedIn

  1. Create un banner su LinkedIn con i colori della vostra azienda per creare un forte branding.
  2. Spiegate in una frase la proposta di valore(USP) del vostro prodotto/servizio al centro del banner e aggiungete il vostro logo.

Lo scopo del banner è quello di far conoscere la vostra offerta. ✅

E) La vostra headline su LinkedIn: l’arma della persuasione su LinkedIn

Ottimizzare la vostra headline è molto importante per creare un buon profilo LinkedIn. Ecco alcuni consigli per farlo:

  1. Siate incisivi. È meglio essere brevi e d’impatto che lunghi e noiosi. Un testo troppo lungo nel titolo può far sembrare che vi stiate sforzando troppo.
  2. Scrivete il nome del vostro post e dell’azienda per cui lavorate.
  3. Poi scrivete la vostra missione in una frase (per continuare con l’esempio: “Aiutare 100.000 aziende a migliorare la loro SEO”).

Lo scopo della vostra headline è quello di comunicare esattamente chi siete. ✅

2. Pubblicate i contenuti del vostro argomento principale

Come generare lead b2b su LinkedIn con diversi tipi di contenuti?

Non tutti i contenuti creati da un influencer su LinkedIn sono uguali. Alcuni funzionano. Altri non funzionano affatto. Lo saprete solo se avviate una strategia di content-marketing.

Approfondiamo questa tecnica. La pubblicazione di contenuti su LinkedIn fa parte della strategia di inbound marketing.
Vi permette di creare una connessione più forte con il vostro pubblico su LinkedIn. L’attuazione di questa strategia vi consente di fare lead nurturing e quindi di attrarre nuovi clienti.

Ma ci sono alcuni tipi di contenuti che funzionano meglio di altri. Ce ne sono 4, eccoli:

  1. Contenuti ad alto valore aggiunto.
  2. Contenuti di autorità.
  3. Contenuti di ispirazione.
  4. Contenuti negativi.

In primo luogo, i contenuti ad alto valore aggiunto sono quelli che forniscono molti consigli direttamente applicabili alla vita del pubblico:

  • Articoli con elenchi (esempio: 7 consigli per trovare più clienti su LinkedIn).
  • Spiegazioni su concetti del vostro tema.

In secondo luogo, ci sono i contenuti autorevoli. Cioè, contenuti che dimostrano la vostra credibilità e legittimità nel vostro settore. Ecco alcuni esempi che funzionano molto bene, sono i vostri:

  • Risultati con curve e numeri.
  • Storie di successo con i clienti.
  • Certificazioni o diplomi ottenuti.

Terzo, contenuti ispirazionali. L’obiettivo: usare lo storytelling per trasmettere emozioni. Per farlo:

  • Raccontate i vostri problemi peggiori.
  • Parlare dei propri successi.

Questi 4 tipi di post sono quelli che generano il maggior coinvolgimento e fiducia nei vostri confronti. Variateli per fare Lead Generation su LinkedIn 😉

Come generare lead b2b su LinkedIn pubblicando in modo massiccio su un argomento

Commentare i post degli altri va bene, ma creare i propri contenuti è meglio per espandere la propria base di clienti! 💥

Se volete davvero essere visti come una figura autorevole nel vostro settore, allora dovete creare il vostro marchio personale su LinkedIn.

Per esempio: Il primo passo è scegliere un argomento e pubblicare solo su quel tema. Ad esempio, se vi occupate di pubblicità su Facebook, non parlate di giardinaggio, cucina o immobili.
Prima di iniziare, dovete capire chi sono le vostre personas: chi sono i vostri clienti ideali? Dovete capire:

  • Quali sono i loro interessi?
  • Le loro frustrazioni?
  • I loro sogni?

Quindi stabilite una strategia editoriale su LinkedIn.Per farlo, create post di diverso tipo.

  • Messaggi di sfogo.
  • Post a valore aggiunto.
  • Post in cui raccontate la vostra storia.
  • Post in cui mostrate i vostri risultati.

Se siete agli inizi, cercate di postare una volta al giorno e poi, col tempo, passate a 2-4 post a settimana, aumentando la qualità.

3. Utilizzate un B2B LinkedIn lead generation software

Le soluzioni viste sopra funzionano molto bene. Ma potete andare oltre. Avete mai sognato di avere un venditore che lavora tutto il giorno e che non dovete pagare?
Ebbene, questo esiste, si chiama Waalaxy e vi permette di creare campagne automatiche di lead generation B2B su LinkedIn.

Ora che avete applicato i consigli del primo punto, dovreste generare fiducia nel vostro prospect. Ora siete nella posizione di creare la vostra strategia digitale. In questa sezione, capirete come usare LinkedIn per fare prospezione in modo efficace. Come tutti sappiamo, i maggiori problemi degli imprenditori sono:

  • La mancanza di tempo per le attività di prospezione.
  • La paura di non avere abbastanza clienti pronti ad acquistare le vostre offerte.
  • Scarsa efficacia degli approcci di prospezione.

Oggi tutto questo è superato con Waalaxy. Il nostro strumento automatizzato di prospezione su LinkedIn + Emailing fa sicuramente al caso vostro.

Perché usare Waalaxy?

Perché vi permette di:

  • 🔵 Inviare inviti personalizzati a persone mirate su LinkedIn.
  • 🟣 Creare sequenze di marketing automation tramite LinkedIn.
  • 🔵 Trovare l’e-mail dei vostri potenziali clienti.
  • 🟣 Inviare newsletter ai vostri potenziali clienti.

Come può Waalaxy aiutarvi a risparmiare tempo nella vostra attività? Seguite questo tutorial passo-passo: ⬇️

  1. Scaricate l’estensione Waalaxy dal Chrome Store.
  2. Importare decine o centinaia di contatti nel CRM precostituito.
  3. Creare una campagna e darle un nome.
  4. Scegliete la sequenza “visita + invito con nota personalizzata”.
  5. Scrivete il vostro messaggio.
  6. Lanciate la campagna.

Non dovete fare nient’altro! Waalaxy lavora per voi. 🔥

Volete saperne di più? Guarda questo video! 👇🏼

https://youtu.be/MdJS93_tjGQ?si=dlj4when2IdfLSde Decine di persone, che avete selezionato, riceveranno una visita automatica al loro profilo e poi un invito con un saluto. Così creerete una buona impressione con un messaggio alla volta:

  • 🥳 Entusiasta.
  • ⚡️ Energico.
  • 🫱🏽‍🫲🏼 Centrato sull’uomo.

Con Waalaxy, potete andare oltre con campagne più avanzate per trovare più persone interessate ai vostri prodotti e servizi. Provatelo subito.

4. Annunci di lead generation su LinkedIn

Anche gli annunci di LinkedIn permettono di generare più lead, ma il costo molto elevato per lead potrebbe mettere in discussione la vostra strategia di vendita e marketing.

In effetti, aumentare il numero di lead con gli annunci di LinkedIn può essere una strategia potente se eseguita in modo efficace. Ecco una guida passo passo su come usare gli annunci di LinkedIn per aumentare i vostri lead:

  • Definite i vostri obiettivi.
  • Creare un account di gestione delle campagne su LinkedIn.
  • Creare una campagna.
  • Definire il pubblico di riferimento.
  • Scegliere il formato dell’annuncio.
  • Creare una creatività pubblicitaria accattivante.
  • Impostare il budget.
  • Strategia di bidding.
  • Progettare un modulo di lead gen.
  • Avviare la campagna.

Pubblico di qualità e lead qualificati

Se non sapete come generare lead b2b su LinkedIn, dovete fare la cosiddetta personalizzazione. Dovrete quindi conoscere i dati demografici dei vari professionisti a cui vi rivolgete.

Qualificare i lead è anche una questione di segmentazione. Perché sì, individuare le persone giuste richiede un po’ di tempo, ma è un passo fondamentale da compiere. Ci sono due modi per creare una buyer persona:

  • Crearlo da zero sulla base delle ricerche di mercato effettuate in precedenza.
  • Oppure raccogliere informazioni aggiuntive quando la vostra soluzione è già pronta, per mezzo di questionari.

5. Creare un imbuto di vendita dedicato alla lead generation su LinkedIn

Per incrementare il vostro fatturato, dovete creare un imbuto di vendita. Un imbuto di vendita vi permetterà di organizzare efficacemente la vostra strategia di marketing mettendo al primo posto i vostri clienti : si tratta di una successione di passaggi che fa sì che uno sconosciuto diventi un ambasciatore 💓 (o almeno un cliente) nei vostri confronti.

Questo vi consentirà di visualizzare il loro percorso. Per chiarezza, ecco come si presenta. Farete passare un estraneo attraverso diverse fasi:

  • Il vostro potenziale cliente ha sentito parlare di voi. Sa che esistete.
  • È interessato a voi, quindi inizierà a guardare ciò che avete da offrire.
  • Deciderà di acquistare da voi.
  • Infine, si convertirà.

Ma pensateci bene, perché non finisce qui ❌ poiché in seguito dovrete mantenere il legame che avete con lui.
Questa è la fase di fidelizzazione e di lead nurturing .

Con un po’ di fortuna, vi consiglierà e diventerà un ambasciatore del vostro marchio. Quando coltivate una relazione, è più facile che i vostri clienti si ricordino di voi e parlino di voi.
Per far sì che un cliente arrivi alla fine del tunnel, non esitate a utilizzare tutti gli strumenti a vostra disposizione e tutti i canali (ad esempio i social media) per raggiungere i vostri obiettivi.

E potete anche automatizzare tutto questo con un software di marketing automation.
Questo è un bene, perché ora ne parleremo.

6. B2b leads linkedin: LinkedIn Live

Se non sapete come generare lead b2b su LinkedIn, dovete creare un evento live. Ne vediamo sempre di più su LinkedIn live: conferenze dal vivo. Chiamate anche live, webinar, masterclass… sono un ottimo modo per creare fiducia.

event-webinar

C’è qualcosa che può spaventare le persone. È comprare qualcosa da qualcuno che non ha mai visto o sentito. Gli eventi live trasmettono molte più emozioni dei semplici post.
Come trovare clienti con successo con i live? 🔴

Innanzitutto, dovete scegliere un argomento nel vostro tema. Poi, fatelo ruotare intorno a un problema o a un desiderio. Facciamo un esempio. Se siete appassionati di copywriting, ecco cosa potreste fare.

  1. Fate un sondaggio sul tema dell’articolo “3 consigli per creare una landing page che converta” (desiderio) o “3 errori da evitare che impediscono alla vostra landing page di vendere”.
  2. Osservate i risultati del sondaggio quando avrete ottenuto diverse decine di risposte.

Molto spesso, gli argomenti “problematici” sono ovviamente il cold prospecting. Gli argomenti “desiderati” riguardano una comunità che vi conosce abbastanza bene. Facendo vite su LinkedIn, genererete anche fiducia soddisfacendo i 3 parametri visti in precedenza:

  • 1️⃣ Benevolenza.
  • 2️⃣ Integrità.
  • 3️⃣ Capacità professionali.

7. Formatevi sul copywriting e utilizzatelo nei vostri messaggi di marketing.

Che cos’è il copywriting? Avete mai sentito questa parola?

Copywriting: la scienza della vendita con le parole,

ovvero scrivere per innescare una reazione, una conversione o una transazione nella persona che avete di fronte. I migliori creatori di contenuti su LinkedIn lo capiscono.
Il copywriting è essenziale per catturare lattenzione dei lettori e assicurarsi che leggano fino alla fine.

Se c’è una cosa che dovete ricordare sul copywriting è di utilizzare il quadro AIDA nei vostri messaggi di marketing.

  • A = Attenzione.
  • I = Interesse.
  • D = Desiderio.
  • A = Azione.

metodo aida

I vostri messaggi devono iniziare con un forte richiamo che attragga il lettore (il vostro target). Poi, una parte che susciti l’interesse della persona (e deve avere l’impressione di riconoscersi).

Poi, il suo desiderio (i benefici e le caratteristiche della vostra offerta) e infine un chiaro invito all’azione. Se volete imparare il copywriting, potete seguire queste 3 persone, veri e propri assi della penna:

  1. Nina Ramen.
  2. Benoît Dubos.
  3. Thibault Louis.

Vi aiuteranno a scrivere meglio e ad essere più d’impatto.

8. I sei metodi di influenza di Robert cialdini

Questo è uno dei punti più importanti. Se applicherete i suggerimenti in esso contenuti, creerete un marketing irresistibile intorno al vostro marchio personale o professionale.

Le leve dell’influenza sono 6, spiegate nel libro Influenza e manipolazione di Robert Cliadini (professore di psicologia sociale presso l’Università dell’Arizona negli USA). Eccole:

  1. Il principio di reciprocità.
  2. Il principio di autorità.
  3. Il principio della riprova sociale.
  4. Il principio di coerenza.
  5. Il principio di simpatia.
  6. Il principio della scarsità.

L’uso della reciprocità è semplice da capire: più offrite ai vostri potenziali clienti, più loro si sentiranno in debito. Siate generosi nel condividere le vostre conoscenze, i vostri feedback, ecc.

L’autorevolezza consiste nel collegare la vostra immagine a quella di un esperto riconosciuto come affidabile. Ad esempio, alcuni marchi utilizzano celebrità nelle loro pubblicità.
L’obiettivo è trasferire la popolarità di queste persone al marchio.

Nell’inconscio collettivo, questa è una prova di fiducia. La scarsità è certamente uno dei principi di influenza più potenti. Consiste nel rendere irresistibile l’offerta giocando su 3 fattori : l’esclusività, l’urgenza e l’avversione alla perdita (più importanza al dolore della perdita che al piacere dell’acquisto).

Per esempio : fate un’offerta promozionale per i primi 5 clienti, o limitata nel tempo.
L’obiettivo: innescare una pressione ad agire rapidamente.

9. generazione di lead b2B: commentare i post degli altri

Avete capito: per far sì che le persone si fidino di voi su LinkedIn, dovete lavorare sulla vostra immagine. E commentare i post degli altri può aiutarvi a costruire un’immagine generosa, aperta e professionale.

Ci sono molte persone su LinkedIn che non osano commentare. Spesso hanno paura di essere guardati dagli altri e di non sapere cosa pensano i colleghi o il capo.

Se siete imprenditori, i vantaggi di commentare i post degli altri sono maggiori rispetto a quelli di non farlo. Ma cosa e come può aiutarvi a generare clienti su LinkedIn?
Il motivo è semplice: se si è negativi, anche se si tratta di aiutare gli altri, non si verrà percepiti come costruttivi ma distruttivi.

  • 🔵 Portate i vostri consigli nel vostro tema.
  • 🟣 Incoraggiate i creatori di contenuti.
  • 🔵 Non denigrate il lavoro degli altri (anche se sono vostri concorrenti).
  • 🟣 Evitate commenti di base come “ottimo post”.

Ricordate che il vostro commento deve aggiungere valore al post, non il contrario.
Quando commentate su LinkedIn, la vostra rete di contatti più stretta vede che avete commentato ; il vostro nome e la vostra foto appaiono nel loro feed di notizie, il che può generare visite al vostro profilo.

E se portate la vostra esperienza, aumentate la vostra notorietà.

Che ne dite di un riassunto dell’articolo Come generare lead b2b su LinkedIn?

Come potete vedere, generare contatti su LinkedIn è possibile. Tuttavia, dovrete utilizzare le 9 tecniche apprese in questo articolo per distinguervi dalla massa.

Infatti, la concorrenza sempre più agguerrita vi impone di essere sempre più strategici. ♟️
Ecco i 9 punti da riassumere:

  1. Ottimizzate il vostro profilo LinkedIn.
  2. Pubblicare contenuti nel vostro argomento principale.
  3. Utilizzare un software per la generazione di contatti su LinkedIn.
  4. Annunci di lead generation su LinkedIn.
  5. Creare un imbuto di vendita dedicato alla lead generation su LinkedIn.
  6. lead B2b linkedin: LinkedIn Live.
  7. Formatevi sul copywriting e utilizzatelo nei vostri messaggi di marketing.
  8. I sei metodi di influenza di Robert cialdini.
  9. lead generation b2b : commentare i post degli altri.

Domande frequenti

Che cos’è LinkedIn Campaign Manager ?

LinkedIn Campaign Manager è lo strumento di gestione pubblicitaria di LinkedIn. Consente di creare e lanciare campagne pubblicitarie “LinkedIn Ads” e di valutarne le prestazioni.

Come fare per generare lead B2B su LinkedIn?

Come abbiamo detto prima, ci sono pochi passaggi per fare lead generation b2b su LinkedIn:

  • Ottimizzare il proprio profilo Linkedin.
  • Identificare il proprio pubblico di riferimento.
  • Costruire una rete.
  • Iscriversi e partecipare ai gruppi di Linkedin.
  • Creare e condividere contenuti di valore.
  • Utilizzare Linkedin Sales Navigator.
  • Analizzare e regolare.

Come posso generare il 500% in più di contatti B2B su Linkedin?

Sebbene il raggiungimento di un aumento così significativo possa richiedere tempo e sforzi costanti, ecco alcune strategie avanzate che possono aiutarvi a raggiungere questo obiettivo:

  • Segmentazione del pubblico.
  • Sfruttare la segmentazione del pubblico.
  • Test A/B.
  • Strategia di content marketing.
  • Moduli di lead gen su LinkedIn.
  • Campagne di Remarketing.
  • Impegnarsi con gruppi e comunità.
  • Eventi e webinar su LinkedIn.
  • Collaborare con gli influencer.
  • Integrazione del marketing via e-mail.
  • Allineamento delle vendite e del marketing.

Ora sapete come LinkedIn b2b lead generation ! 🚀

Melany

Volete andare oltre?

🪐 Nel mondo del marketing digitale, capire la distinzione tra email hard bounce vs soft bounce è essenziale per ottimizzare

18/06/2024

Al giorno d’oggi, i giveaway su Facebook sono uno strumento di marketing essenziale, che consente alle aziende di interagire con

13/06/2024

Lead acquisition svolge un ruolo cruciale nella crescita e nella sostenibilità di un’azienda. Ma cosa significa veramente? 🧐 Questo termine

12/06/2024

7 esempi di messaggi di prospecting di successo su LinkedIn

Newsletter

Masterclasses

Dans la piscine

Sucess story