it
frenesptdeplnlruid

Calendario editoriale: il vostro alleato per una strategia di contenuti di successo

Se avete cliccato sul nostro articolo, è perché volete sapere cos’è un calendario editoriale o come crearne uno?

Oggi parleremo di questo, ma non solo:

  • Perché avere un calendario editoriale?
  • Perché usarlo nel 2023?
  • Quali strumenti utilizzare per crearne uno?
  • 2 esempi di calendari

Siete pronti a diventare un asso 🃏 del calendario editoriale? Cominciamo!

Che cos’è un calendario editoriale?

È uno strumento di pianificazione che consente di organizzare e gestire la creazione e la pubblicazione di contenuti su diversi canali di comunicazione, come siti web, blog, newsletter, riviste, social network o qualsiasi altro mezzo di distribuzione. 💭

Il programma è strutturato nel tempo, di solito sotto forma di tabella o grafico, che elenca i diversi contenuti da produrre e pubblicare, insieme alle date di pubblicazione previste. 📆

Tiene conto di:

  • 🔵 Gli obiettivi di comunicazione.
  • 🟣 I temi trattati.
  • 🔵 Gli eventi chiave.
  • 🟣 I periodi chiave.
  • 🔵 Date importanti.
  • 🟣 Le stagioni.
  • 🔵 Qualsiasi altro elemento che possa influenzare la strategia dei contenuti.

Viviamo in un mondo digitale in continua evoluzione, dove la competizione per l’attenzione è più intensa che mai. per questo motivo, per distinguersi, è più che necessario pianificare attentamente i contenuti da distribuire e assicurarsi che siano coerenti, pertinenti e forniti al momento giusto. ⏱️

Perché avere un calendario editoriale?

Come già accennato, avere un calendario editoriale offre una serie di vantaggi per qualsiasi individuo o organizzazione che desideri impegnarsi nella creazione e nella gestione dei contenuti.

Ecco alcuni motivi chiave 🔑 per cui è fondamentale avere un calendario editoriale:

  • Organizzazione e pianificazione ➡️ permette di pianificare in anticipo gli argomenti, i temi e i contenuti da produrre in un determinato periodo. Questo facilita il lavoro, evita ritardi nella pubblicazione e consente una migliore gestione del tempo.
  • Coerenza con il marchio ➡️ se si strutturano le pubblicazioni future, il calendario editoriale aiuta a mantenere la coerenza nel tono, nello stile e nei valori del marchio o della vostra azienda, rafforzando al contempo il marchio agli occhi 👀 del pubblico.
  • Soddisfare le esigenze del pubblico ➡️ Se vi affidate a ricerche e analisi, il calendario vi aiuta a comprendere meglio le esigenze e gli interessi del pubblico target 🎯. Questo garantisce che i contenuti proposti siano utili e rilevanti per i lettori e gli utenti.
  • Gestire gli eventi ➡️ permette di integrare nella strategia editoriale la promozione di eventi, lanci di prodotti o campagne speciali.
  • Mancanza di contenuti ➡️ Se si organizzano le pubblicazioni in anticipo, si eviteranno drasticamente i periodi di sovraccarico quando vengono pubblicati troppi contenuti contemporaneamente.
  • Misurazione delle prestazioni ➡️ Infine, sarete in grado di monitorare più rapidamente le prestazioni di ogni contenuto pubblicato, consentendovi di individuare 🔎 ciò che funziona bene e ciò che deve essere migliorato.

Perché usare un piano editoriale e calendario editoriale nel 2023?

Nel 2023, l’uso di un calendario editoriale rimane più che mai rilevante per tutti i professionisti del marketing, i creatori di contenuti e le aziende. Con il panorama digitale in rapida evoluzione di ⚡️du e la crescente concorrenza online, un calendario editoriale offre una serie di vantaggi (illustrati di seguito), ma non ultimo quello di spiegare perché è essenziale utilizzarlo! ⬇️

Migliorare la coerenza dei contenuti

Al giorno d’oggi, la coerenza è fondamentale per distinguersi dalla massa e stabilire una forte identità del marchio 💪🏼. Utilizzando un calendario editoriale, è possibile pianificare e organizzare i contenuti in modo coerente. Questo include :

  • 🐠 Il tono.
  • 📝 Lo stile di scrittura.
  • 💭 Gli argomenti trattati.
  • 🦋 Le immagini utilizzate.
  • 📆 La frequenza di pubblicazione.

Un approccio coerente aiuta a rafforzare il riconoscimento del marchio 🫱🏽‍🫲🏼, a fidelizzare il pubblico e a stabilire un rapporto di fiducia con i lettori o i consumatori.

Evitare la duplicazione

La pubblicazione di contenuti duplicati può danneggiare la credibilità del marchio e infastidire il pubblico. Tuttavia, grazie a un calendario, potete avere una panoramica 🌁 delle vostre pubblicazioni passate e future. Questo vi permette di evitare di ripetere involontariamente lo stesso argomento o di pubblicare contemporaneamente contenuti troppo simili.

Evitando questo, sarete in grado di mantenere i vostri contenuti freschi, originali e coinvolgenti 🧲 per il vostro pubblico.

Collaborazione più facile con i team

Lavorare in team per creare contenuti richiede uno stretto coordinamento tra i diversi membri coinvolti. Dovrete lavorare a stretto contatto con tutti i membri del vostro team per creare i contenuti, perché servono come punto di riferimento centrale per tutto il team, che si tratti di copywriter, designer, marketer o social networker.

Se decidete di condividere un calendario collaborativo, tutti possono vedere i compiti da completare 💪🏼, le scadenze e le priorità.

Pubblicazione regolare di contenuti di qualità

Se pubblicate regolarmente contenuti di qualità, sarà più facile mantenere il vostro pubblico coinvolto e migliorare la vostra SEO.

Potrete pianificare in anticipo le date di pubblicazione, assicurandovi di avere tempo sufficiente per creare contenuti di qualità. In questo modo, eviterete i periodi di rallentamento 📉 in cui i contenuti scarseggiano, il che può portare a una perdita di interesse da parte del vostro pubblico.

Come creare un calendario editoriale in 5 passi?

Bene, ora che ne sapete di più sul calendario editoriale, abbiamo ritenuto opportuno spiegarvi passo dopo passo come creare un calendario editoriale, con un esempio concreto. Pronti a prendere appunti? 😇

Bene, ecco l’esempio:

🦋 Siete responsabili della strategia dei contenuti per un’azienda di moda online che mira a incrementare il traffico sul suo sito web, aumentare il coinvolgimento sui social network e incrementare le vendite dei prodotti. 🦋

1) Definire gli obiettivi

In questa prima fase, dovete chiarire gli obiettivi del vostro calendario editoriale in base alle esigenze della vostra azienda.

Potreste avere diversi obiettivi, come la consapevolezza, la visibilità, il coinvolgimento e la fidelizzazione. Tutto dipende dal vostro settore di attività e dalle vostre aspettative. 👀

Ad esempio, nel nostro caso:

Una volta completata questa fase, potrete passare alla successiva. 👇🏼

2) Scegliere i temi giusti

In base agli obiettivi stabiliti, selezionate i temi rilevanti per il vostro calendario editoriale. Potete avere diversi temi, a seconda delle stagioni o degli eventi dell’anno.

Per illustrare il nostro punto di vista, ecco alcuni esempi:

  • Tema basato sul consiglio ➡️ “Le tendenze must-have della stagione autunno/inverno: come adottarle nel vostro guardaroba”.
  • Tema tratto da saison➡️”Consigli di stile per un look estivo di successo”.
  • Tema con promotion➡️”Scoprite la nostra nuova collezione autunnale e approfittate del 20% di sconto in occasione del lancio esclusivo”.

3) Definire le date di pubblicazione

Successivamente, è necessario definire le date di pubblicazione in base al proprio calendario e agli obiettivi specifici di ciascun contenuto. L’ideale sarebbe avere un programma di pubblicazione con uno o due mesi di anticipo, almeno per le cose che si ripresentano più volte.

Sempre nell’ambito della moda attraverso il nostro e-commerce, ecco alcuni esempi di appuntamenti che abbiamo scelto! 👇🏼

Tipo Oggetto Data
Post sul blog Le tendenze da non perdere per l’autunno/inverno 15/08/2023
Post su Instagram e Facebook Consigli di stile per il look delle vacanze estive 25/07/2023
Promozione per il lancio della nuova collezione Scoprite la nostra nuova collezione autunnale 01/09/2023

4) Assegnare le responsabilità

Come quarto e penultimo passo nella creazione del vostro calendario editoriale, dovete identificare i membri del vostro team che saranno responsabili della creazione di ogni contenuto e assegnare loro compiti specifici. 👀

Abbiamo intenzione di produrre post per il blog, quindi abbiamo bisogno di un blog editor, che ricerchi e scriva l’articolo sulle tendenze dell’autunno/oggi.

Poi abbiamo bisogno di un social media specialist, ovvero un community manager, che si occupi di creare e programmare i post sui consigli di stile per le vacanze.

Infine, abbiamo bisogno di un marketing manager che si occupi di creare le immagini promozionali e di impostare la campagna di lancio della nuova collezione.

4P-marketing

5) Aggiornare regolarmente il calendario

Ultimo ma non meno importante, l’aggiornamento regolare del calendario. Per mantenere il vostro calendario editoriale pertinente, assicuratevi di aggiornarlo regolarmente. Se necessario, potete tenere conto di notizie, eventi improvvisi, tendenze emergenti o feedback del vostro pubblico per modificare il calendario.

Ecco alcune idee:

  • Notate una tendenza di ricerca emergente attraverso un hashtag su Instagram sull’abbigliamento etico. Decidete quindi di aggiungere al vostro calendario un nuovo post su “Marchi di moda etica da scoprire” e, presto, rispondete a questa nuova esigenza. 🦋

  • A settembre parte un’importante campagna di sensibilizzazione, quindi decidete di rimandare la promozione del lancio della vostra nuova collezione per evitare un conflitto di interessi e una perdita di pubblico. 📉

Infine, se riuscite a seguire questi cinque passaggi, sarete in grado di creare un calendario efficace e strategico, adatto alle esigenze della vostra azienda e a quelle del vostro pubblico. E non dimenticate uno dei punti più importanti: aggiornando regolarmente il calendario, riuscirete a mantenere un forte legame con il vostro pubblico e a massimizzare i vostri obiettivi di comunicazione. 💟

Utilizzate gli strumenti per creare un calendario dei social media

È possibile utilizzare strumenti per creare un calendario editoriale, per facilitare il processo di pianificazione e gestione dei contenuti. Abbiamo selezionato per voi 3 tipi di strumenti. 🍪

Calendario editoriale basato su un foglio di calcolo

Potete utilizzare un foglio di calcolo come Excel o Google Sheets per creare una visione globale del vostro calendario.

Potrete infatti creare colonne per le date di pubblicazione, gli argomenti, i canali di distribuzione, i responsabili di ogni attività e anche gli stati (in corso, completato, pubblicato).

Potete organizzare le diverse righe in base al calendario, partendo dalle pubblicazioni più vicine a voi.

Strumento di gestione

Con alcuni strumenti di gestione come Asana, Clickup o anche Trello, potrete dettagliare ulteriormente i compiti specifici necessari per ogni contenuto. Infatti, è possibile creare schede o attività per ogni pubblicazione e organizzarle in base alle fasi del processo, come ad esempio :

  • 🔲 Scrittura.
  • 🔲 Progettazione.
  • 🔲 Convalida.
  • 🔲 Programmazione.

trello us

Nell’immagine qui sopra, potete vedere lo strumento di gestione Trello, molto utile per descrivere una missione, impostare una data di scadenza, i compiti da completare, assegnare una persona o anche mettere delle etichette.

Strumento di progettazione

L’ultimo modo per creare il vostro calendario editoriale è utilizzare uno strumento di progettazione come Canva. Ha una serie di vantaggi ed eccoli qui, raggruppati in una tabella! 👇🏼

✅ Vantaggi 💭 Spiegazioni
Interfaccia semplice e facile da usare Interfaccia intuitiva che consente di creare rapidamente un calendario editoriale, senza necessariamente richiedere competenze avanzate di progettazione
Ampia gamma di modelli Ampia libreria di modelli di calendario, dai layout di pagina agli stili e ai temi.
Gestione visiva del calendario Facile visualizzazione delle date di pubblicazione, degli argomenti e delle immagini associate.
Collaborazione in team Più persone possono lavorare insieme allo stesso progetto, in modo da poter aggiungere commenti e apportare modifiche, se necessario.
Integrazione di immagini e immagini Aggiungete immagini, grafici, icone e illustrazioni per illustrare al meglio il vostro calendario editoriale
Facilità di aggiornamento Modifica delle date, aggiunta di nuove pubblicazioni, in base alle esigenze della vostra strategia.

Calendario editoriale template per i social media: 2 esempi

Ora che avete tutte le chiavi in mano e che ci piace darvi una chicca, ecco due esempi di calendari editoriali. 📆

Modello di calendario editoriale

Ricordate il modello di calendario su Google Sheets? Eccone uno! ⬇️

Come potete vedere, è codificato a colori in base al canale di distribuzione. Ci sono diversi social network, ma anche il blog e le e-mail.

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante qui sotto per poterlo duplicare e poi modificarlo a vostro piacimento. 🎁

Modifica calendario editoriale

Calendario editoriale per Instagram

Vi abbiamo parlato anche di Canva, per creare calendari più orientati al design. Volete un modello che potete modificare a vostro piacimento? Basta chiedere: eccolo qui! 👇🏼

Modifica modello

Che ne dite di un riassunto?

Per concludere, possiamo dire che la creazione di un calendario editoriale è essenziale per qualsiasi azienda o creatore di contenuti che voglia mantenere una presenza online coerente, rilevante e, soprattutto, efficace 💪🏼.

Questo strumento strategico consente di organizzare e pianificare la creazione e la pubblicazione dei contenuti, rispettando gli obiettivi di comunicazione specifici. Cosa chiedere di più? 🤩

Domande frequenti

Non andate via così presto, abbiamo ancora alcune risorse in magazzino 📦 che credo vi interesseranno. 👀

Come si crea un calendario di comunicazione?

Il calendario di comunicazione è equivalente al calendario dei social network, abbastanza simile al calendario editoriale. Tuttavia, vi consigliamo di seguire questi piccoli consigli:

  • 🔹 Elencate tutti gli eventi importanti dell’anno e i giorni festivi.
  • 🟣 Identificare i diversi temi di contenuto.
  • 🔹 Elencare gli argomenti per ogni tema.
  • 🟣 Sviluppare ogni idea e ogni contenuto.
  • 🔹 Pianificare i contenuti in anticipo (due mesi).

Qual è lo scopo di un editoriale?

In realtà, il suo obiettivo principale è quello di presentare l’opinione, i punti di vista, le analisi di un media o di un editore su questioni riguardanti l’attualità, gli eventi, la politica, i problemi sociali, i temi controversi o gli argomenti di interesse generale.

Spesso viene pubblicato anche su quotidiani, riviste, siti di notizie online o altri mezzi di informazione.🗣️

Qual è la differenza tra un calendario e un’agenda?

La semplice differenza tra i due è che un calendario è un modo per suddividere il tempo che passa, mentre un’agenda è un modo per organizzare la vita quotidiana, compresi i compleanni, gli eventi imperdibili, gli appuntamenti e così via. 📆

Ci auguriamo che questo articolo sul calendario editoriale vi sia piaciuto e vi diamo appuntamento a presto! 👋🏼

5/5 (170 votes)

Volete più contatti per la vostra attività? 🔥

Ottenete gratuitamente i 7 modelli di messaggio più efficaci per generare contatti su LinkedIn. 👽

Vuoi più contatti per la tua attività? Ricevi il tuo E-book gratuito! 🔥

Ottenere i 7 modelli di messaggio più efficaci per generare clienti su LinkedIn 👽

Cover-Ebook-US

Want more leads for your business? Get our E-book for free ! 🔥

Get the 7 most effective message templates for generating leads on LinkedIn. 👽