Social selling : definizione e 6 passi per il successo

Benvenuti nel mondo del Social Selling, dove la vendita non è solo una questione di numeri e grafici, ma anche di una buona dose di umorismo e di una padronanza aerea dei social network.

È uno spettacolo in cui il prodotto non è solo l’eroe, ma anche il protagonista.

Quindi allacciate le cinture di sicurezza, sistemate il cappello 🎩 e lasciatevi trasportare in un viaggio in cui le risate sono importanti quanto la conversione.

Il menu di oggi :

  • La definizione.
  • Perché farli.
  • La strategia in 6 fasi.
  • I 3 pilastri.
  • 4 strumenti per il social selling.

Siete pronti per il grande viaggio? Si parte! ✈️

Social selling cos’è ?

Si tratta di un approccio strategico alle vendite che sfrutta 🔫 i social network per costruire e mantenere relazioni con i clienti potenziali.

In realtà, piuttosto che concentrarsi esclusivamente sui metodi di vendita tradizionali, il social selling si basa sull’uso sapiente di piattaforme come LinkedIn, Twitter, Facebook o anche Instagram con l’obiettivo ⚽️ di coinvolgere in modo proattivo i clienti, stabilire la fiducia e quindi influenzare le decisioni di acquisto. 🤑

Questo metodo prevede una serie di punti (non preoccupatevi, vi dirò quali sono):

  • La creazione di contenuti pertinenti e coinvolgenti.
  • Condividere informazioni utili.
  • Stabilire connessioni autentiche con i potenziali clienti.

O social seller (se você não sabe o que é isso, falaremos sobre isso mais adiante neste artigo, então seja paciente) busca se tornar uma fonte confiável educando seu público e estabelecendo uma presença positiva 🫶🏼 em comunidades online.

Social selling index : la differenza

Non va confuso con l’indice di social selling, legato a LinkedIn. I loro obiettivi sono infatti diversi:

  • Il social selling ➡️ mira a trasformare le interazioni online in opportunità di vendita, creando relazioni autentiche e utilizzando i social media come strumento di lead generation.
  • Social selling index➡️ valuta l’uso delle funzionalità di LinkedIn per la prospezione, la costruzione di relazioni, la creazione di un marchio personale e la pubblicazione di contenuti, sotto forma di un punteggio basato su questi criteri.

Per riassumere, ecco una rapida tabella. 👇🏼

Criteri Vendita sociale Indice di vendita sociale (SSI)
Metodologia Si tratta di creare contenuti coinvolgenti, condividere informazioni utili e costruire relazioni autentiche su varie piattaforme. Utilizzate metriche specifiche di LinkedIn, come la prospezione, la creazione di relazioni, la costruzione del marchio personale e la pubblicazione di contenuti.
Misurazione delle prestazioni In genere si misura con metriche di conversione, tassi di coinvolgimento e crescita della rete su più piattaforme. Fornisce un punteggio numerico specifico su LinkedIn in base all’utilizzo delle funzionalità specifiche della piattaforma.
Applicabilità Applicabile a tutte le piattaforme di social media, adatto a vari settori e tipi di business. Specifico per LinkedIn, idealmente utilizzato da chi ha una presenza significativa su questa piattaforma e sta cercando di ottimizzare la propria strategia di social selling su LinkedIn.

I vantaggi del social selling

L’utilizzo di questo strumento presenta diversi vantaggi: scopriamo quali sono 👇🏼.

Tuttavia, presenta alcuni svantaggi, che illustreremo brevemente. ✈️

Perché il social selling?

Quando si fa un acquisto su Internet, si preferisce sapere da dove proviene il prodotto e più ci si fida dell’acquirente, più si vuole andare fino in fondo, giusto? 😇

Ebbene, qui è lo stesso. Impegnandoci in conversazioni importanti su reti sociali i venditori creano fiducia 🫱🏽‍🫲🏼 fondamentale per il processo di vendita.

In termini pratici, cosa fa? 🤔

Amplifica la visibilità del marchio, sia a livello di livello individuale per i venditori e per l’azienda nel suo complesso.

fare_social_selling

Un consiglio: se si utilizzano 🔎 i dati disponibili sui vari siti web profili utente sarete in grado di personalizzare il vostro approccio, migliorando la pertinenza delle vostre interazioni e accelerando il processo di vendita. 📈

Che cos’è un venditore sociale ?

Dalla traduzione francese “vendeur social”, un venditore social è un professionista delle vendite che utilizza i social media come parte centrale della propria attività strategia di vendita.

Infatti, non si limita a seguire i metodi tradizionali. No, no, no, integra i principi di marketing digitale e la comunicazione online nel suo approccio. 🐾

Ecco, solo per i vostri occhi 👀, alcune competenze chiave che un venditore sociale dovrebbe avere:

  • 1️⃣ Creazione di contenuti attraenti.
  • 2️⃣ Gestite la vostra presenza online.
  • 3️⃣ Comprendere il comportamento dei consumatori sui social media.
  • 4️⃣ Capacità di stabilire legami autentici.

Ottenete i primi clienti questa settimana

Sfruttate la potenza di Waalaxy per generare lead ogni giorno. Iniziate a fare prospezione gratuitamente oggi stesso.

waalaxy dashboard

La strategia di social selling in 6 passi

Ora che sapete cos’è il social selling, ci è sembrato ovvio illustrare nel dettaglio come realizzare la vostra strategia. ✨

Ecco perché l’abbiamo condensato in 6 passi. 😇

Senza ulteriori indugi, sedetevi e prendete appunti: è il momento! 📝

1) Ricerca di potenziali clienti

La ricerca di potenziali clienti è una delle fasi più importanti di questa strategia pietra angolare di una strategia di successo.

Ebbene sì, definire chiaramente il vostro pubblico di riferimento 🎯 è essenziale. A tal fine, è possibile, ad esempio, utilizzare le funzioni di ricerca avanzata presenti in alcuni siti piattaforme sociali come LinkedIn, per identificare 🔎 i potenziali clienti rilevanti.

I filtri di ricerca possono essere utilizzati anche per specificare criteri quali :

  • ⚙️ Industria.
  • 📍 Posizione geografica.
  • 🖥️ Competenze professionali.
  • 👀 Aziende specifiche.

Attenzione, però, a questa pratica: è necessario indirizzare in modo efficace prospettive che hanno maggiori probabilità di beneficiare dei vostri prodotti o servizi.

Ok, so che vi piacciono gli esempi, quindi facciamo un bel salto 🧨 l’esempio.

Se vendete soluzioni software per le piccole imprese, potreste rivolgervi ai professionisti della tecnologia delle medie imprese.

Questo è solo un esempio, ma è possibile anche :

  • Partecipare alle discussioni.
  • Identificare le persone influenti.
  • Impegnarsi con i membri attivi della comunità.

2) Creazione del profilo

Il vostro profilo social è spesso la prima impressione che i potenziali clienti hanno di voi. Dovrebbe essere una vetrina accattivante delle vostre competenze e, soprattutto, della vostra personalità professionale.

Sì, tutti noi preferiamo seguire una persona coinvolgente con una identità forte piuttosto che un robot appositamente progettato per venderci il suo prodotto, giusto? 😌

Per farlo, iniziate a prendervi cura del vostro foto profilo. Optate per un’immagine professionale e accogliente che ispiri fiducia (niente foto con il gatto, ovviamente…). Vogliamo una foto di qualità che rafforzi 🫱🏽‍🫲🏼 l’aspetto umano.

Poi, si può personalizzare il sommario, la biografia o la descrizione, a seconda del tipo di prodotto che si vuole vendere. rete sociale utilizzare. All’interno, non esitate a mettere in evidenza :

  • 🥇 Le vostre competenze chiave.
  • 🥈 Le vostre esperienze professionali.
  • 🥉 I vostri obiettivi.

3) Ottimizzazione del profilo

Ora che avete creato il vostro profilo, è il momento di ottimizzarlo. 👀

A tal fine, è necessario iniziare ad aggiungere parole chiave pertinenti e impattante💥 nei vostri riassunti o biografie.

Perché, vi chiederete, 🤔

Beh, le parole chiave sono un po’ come le bussole 🧭 della motori di ricerca contribuiscono ad aumentare la visibilità del profilo.

Ma le parole chiave da sole non bastano: è necessario aggiungere anche alcune delle competenze che i vostri clienti stanno cercando obiettivi stanno cercando. 🔎

Infine, ma non per questo meno importante, non esitate a chiedere raccomandazioni dei colleghi clienti o partner. 🫶🏼

4) Creare contenuti persuasivi

Bene, ora affronteremo il contenuto! Dovrete trasformare il vostro presenza online in una preziosa fonte di informazioni per i vostri potenziali clienti. Questo è il momento di condividere idee, consigli e argomenti che catturano il vostro pubblico e stimolano il coinvolgimento. 🤩

Una volta che si sa chi è il proprio pubblico, è necessario capire le loro esigenze le loro sfide e i loro interessi. 👀

Che si tratti di articoli, video, caroselli, foto o vita reale, ricordate sempre di adattare il vostro linguaggio e i vostri esempi per risuonare con i loro sensi.

Un piccolo consiglio da amico (ormai siamo amici, no?), essere regolare! Non esitate a calendario delle pubblicazioni per mantenere vivo l’interesse del pubblico. Per farlo, non esitate a utilizzare gli strumenti giusti. Ne parliamo qui di seguito. 😇

5) Coinvolgere il pubblico

Questa fase va ben oltre la semplice distribuzione di contenuti e comporta una dialogo attivo e una partecipazione autentica. 💟

Quello che dovete fare automaticamente se volete coinvolgere il vostro pubblico è rispondere direttamente ai commenti e ai messaggi (siamo d’accordo, non al secondo pronto).

Questo mostra il vostro prospettive che dietro un account c’è una persona vera. 👀

In qualità di amici (in fondo lo siamo, no?), ecco alcuni consigli che potete applicare:

  • 🔵 Partecipate alle conversazioni pertinenti.
  • 🟣 Esplorare i gruppi.
  • 🔵 Integrare i forum.
  • 🟣 Scambiate idee nelle discussioni relative al vostro settore.
  • 🔵 Commentare le pubblicazioni di altri professionisti.
  • 🟣 Offrire consigli utili.

Ad esempio, è possibile utilizzare funzioni come la funzione sondaggi o qualsiasi altro tipo di domanda sui social network per sollecitare l’opinione del vostro pubblico. In questo modo si creerà un’opportunità di dialogo e i potenziali clienti si sentiranno ascoltati e coinvolti nel processo. 😇

passi_social_selling

6) Monitorare gli sviluppi

Quest’ultima fase consiste nel rimanere agili, adattando il proprio approccio ai cambiamenti del settore, dei social media e del mercato. comportamento d’acquisto del vostro pubblico. 🤑

Un aspetto essenziale del monitoraggio degli sviluppi… 🥁 Il intelligenza competitiva!

È vostro dovere rimanere informati sulle attività del vostro concorrentisui social network analizzando le loro strategie o identificando le loro tendenze emergenti ad esempio. In questo modo potrete regolare il vostro di conseguenza. 🤫

Attenzione però, perché i social network aggiornano regolarmente i loro algoritmi, che possono influenzare drasticamente la visibilità dei vostri contenuti. 👀

Si consiglia pertanto di utilizzare strumenti di analisi che consentano di misurare l’efficacia della vostra strategia. Di seguito ne elenchiamo alcuni. ⬇️

Va bene seguire gli sviluppi, ma a che punto siamo indicatori di performance su cui dovremmo basarci? 🤔

Ecco cosa scopriremo ora! 👇🏼

H4 – Quali KPI monitorare?

Senza ulteriori indugi, eccone alcuni indicatori chiave di prestazione di più ..:

  • Coinvolgimento dei media

Tracciamento degli indicatori chiave di prestazione (KPI) in una strategia di Social Selling è essenziale per valutare l’efficacia dei vostri sforzi e ottimizzare il vostro approccio. Ecco alcuni KPI rilevante di più ..:

  • 1️⃣ Lo adoro.
  • 2️⃣ Condivisione.
  • 3️⃣ Commenti
  • 4️⃣ Nuovi abbonati
  • 5️⃣ Nuove connessioni.
  • 6️⃣ Portata totale delle vostre pubblicazioni.
  • 7️⃣ Numero di stampe.

Tenetelo a mente 🧠: un’analisi periodica di queste metrico vi aiuterà a perfezionare la vostra strategia di social selling.

Quali sono i 3 pilastri del social selling ?

Sapevate che il social selling si basa su 3 pilastri? No? Ebbene, sì! Non come Parthenom, ma è lo stesso. 🏛️

Ve lo spieghiamo subito! ⬇️

1. Vendite a scatti

Trigger selling significa vendita attivata e si basa sull’idea 💡 che determinati eventi o fattori scatenanti possano segnalare una vendita. necessità potenziale con un potenziale cliente.

Questi fattori scatenanti possono essere :

  • Cambiamenti organizzativi.
  • Lancio di prodotti.
  • Eventi di settore.
  • Pubblicazioni sui social media.

Si divide in 3 parti: 👇🏼

1️⃣ Monitoraggio dei trigger.

Utilizzate gli strumenti di intelligence per monitorare i cambiamenti nelle aziende dei vostri potenziali clienti. Ciò include cambiamenti di personale, annunci di progetti o anche eventi chiave🔑.

2️⃣ Reattività immediata.

Non appena viene identificato un fattore scatenante, non esitate ad agire rapidamente. Per farlo, contattate prospettiva per soddisfare le sue nuove esigenze.

3️⃣ Approccio personalizzato.

Dimostrate di essere consapevoli del cambiamento specifico della loro attività e spiegate come la vostra soluzione possa essere la risposta. evoluzione.

2. Vendite intuitive

In secondo luogo, l’Insight Selling consiste nel fornire idee o informazioni utili che stimolano la riflessione del cliente. prospettiva per aiutarli a comprendere meglio le loro esigenze e le loro sfide. ⚔️

Ciò comporta il posizionamento della vostra azienda come consulente strategico in grado di portare una vera e propria valore aggiunto.

Ecco 3 punti da considerare. 👇🏼

1️⃣ Comprensione profonda.

È necessario comprendere in anticipo i problemi specifici del vostro potenziale cliente. Fate una ricerca approfondita sull’azienda e sulle sfide che deve affrontare. 🥊

2️⃣ Identificare i punti dolenti.

Queste idee devono essere basate su una comprensione approfondita delle loro situazione e offrire nuove prospettive o soluzioni innovative.

3️⃣ Comunicazione persuasiva.

Utilizzate esempi concreti, casi di studio e, soprattutto, dati rilevanti per sostenere le vostre argomentazioni. argomenti.

In questo caso, l’obiettivo è convincere il potenziale cliente che la vostra soluzione è la migliore per le sue esigenze.

3. Vendita per corrispondenza

Infine, l’ultimo pilastro, la vendita per corrispondenza. Si basa sul potente principio del passaparola. 🦻🏼

Infatti, piuttosto che cercare attivamente nuove prospettive il venditore chiede raccomandazioni a clienti o altri contatti della sua rete. 🌐

Conoscete la canzone 🎶, anch’essa basata su 3 punti.

1️⃣ Coltivare relazioni forti.

Assicuratevi che siano soddisfatti dei vostri prodotti o servizi e che si fidino della vostra esperienza. 🫱🏽‍🫲🏾

2️⃣ Chiedete raccomandazioni.

Formalmente, è possibile effettuare una richiesta tramite un messaggio programma di sponsorizzazione o in modo informale, chiedendo direttamente ai vostri contatti se conoscono qualcuno che potrebbe beneficiare dei vostri servizi. ✨

3️⃣ Personalizzare il monitoraggio.

Menzionate la persona che ha fatto la raccomandazione, spiegate in che modo il vostro prodotto o servizio può essere particolarmente vantaggioso per la persona che ha fatto la raccomandazione e spiegate in che modo il vostro prodotto o servizio può essere particolarmente vantaggioso per la persona che ha fatto la raccomandazione. nuova prospettiva e soprattutto rafforzare il legame 💟 con una piccola presentazione personale.

Avete bisogno di un riassunto? Questa immagine è la vostra migliore amica. 😇

4 strumenti per il social selling

Ora che siete esperti nel campo del social selling, abbiamo pensato di mostrarvi alcuni strumenti per rendere più facile il vostro social selling. strategia. Cosa ne pensate? 😇

Ogni strumento vi aiuterà a migliorare il vostro strategia per diventare un asso 🃏 del Social Selling! ✨

Hootsuit: gestione dei social media

Hootsuite si è posizionato come un indispensabile alleato di 💪🏼 in questo processo. Se non lo conoscete, questo strumento vi permette di gestire e programmare le pubblicazioni su piattaforme diverse come LinkedIn, Facebook e molti altri.

Offre le seguenti caratteristiche: ⬇️

  • 🟠 Pubblicazioni di programmazione.
  • 🟠 Monitoraggio in tempo reale.h
  • 🟠 Seguono le menzioni del marchio.
  • 🟠 Visualizza le conversazioni.

Canva: progettazione grafica

Non vi sto dicendo nulla di nuovo, il design grafico è un elemento chiave 🗝️, diciamo pure primordiale, del Social Selling. 💙

Sia che dobbiate creare pubblicazioni, infografiche o banner, con Canva avete una moltitudine di modelli pronti all’uso e di altri strumenti per personalizzare i contenuti.

In questo modo, potrete rafforzare l’impatto della vostra presenza online condividendo contenuti visivamente accattivanti. 🤩

Hubspot: marketing e vendite

HubSpotè uno strumento all-in-one ⚒️ che combina :

  • ⚫️ Strumento di gestione dei lead.
  • ⚫️ Automazione del marketing.
  • ⚫️ Tracciamento delle interazioni.

Infatti, questo strumento permette di tracciare le interazioni dei prospect sui social media, di automatizzare le campagne mirate 🎯 e, soprattutto, di misurare l’efficacia delle campagne. sforzi compiuti.

Infine, offre una visione olistica della percorso del cliente questo rende le nostre azioni più coerenti ed efficaci. 🤺

Google Analytics: monitoraggio delle conversioni

E infine, ma non per questo meno importante, Google Analytics! È uno strumento potente per tracciare le conversioni dai social media al sito web.

Infatti, configurando obiettivi specifici e tracciando le fonti di traffico, questo strumento aiuta a capire quali piattaforme generano il maggior coinvolgimento, quali contenuti risuonano meglio e come i potenziali clienti interagiscono con il sito dopo essere stati esposti ai social network. 👀

Che ne dite di un riassunto?

Sì, siamo quasi alla fine di questo articolo… Cosa avete imparato da questo articolo? 😇

Se posso aggiungere qualcosa, è che il Social Selling sta emergendo come una strategia dinamica, rafforzata da strumenti essenziali che ottimizzano la gestione delle attività di vendita. social media progettazione grafica, integrazione vendite-marketing e, soprattutto, monitoraggio delle conversioni. 🦋

Domande frequenti – Social selling significato

Aspettate, non andate ancora via! Abbiamo altre risorse da condividere con voi. ⬇️

Chi usa il social selling?

Ecco un elenco di categorie di persone e aziende che utilizzano il programma vendita sociale:

  • Professionisti delle vendite.
  • Professionisti del marketing.
  • Appaltatori e liberi professionisti.
  • Aziende B2B e B2C.
  • Professionisti delle risorse umane.
  • Consulenti ed esperti.
  • Team di sviluppo commerciale.

Quali sono i limiti del social selling?

Tuttavia, il social selling presenta alcuni limiti e sfide ecco solo alcuni di essi:

  • Tempo e impegno.
  • Saturazione dei contenuti.
  • Dipendenza dagli algoritmi.
  • Gestione della privacy.
  • Formazione e adattabilità.
  • Conversione difficile da misurare.

Qual è la differenza tra il prospecting tradizionale e il social selling?

Se vi state chiedendo quale sia la differenza tra social selling e prospezione beh, ecco una tabella che riassume tutto! ⬇️

Caratteristiche Prospezione classica Vendita sociale
Metodo di comunicazione Chiamate telefoniche, e-mail non richieste, azioni personali di sensibilizzazione. Utilizzo principale dei social media (LinkedIn, Twitter, ecc.).
Approccio alle relazioni Percepito come più invadente, focalizzato sulla vendita diretta. Enfasi sulla costruzione di relazioni a lungo termine prima della vendita diretta.
Uso dei social media Uso complementare, ma non focalizzato sui social media. Uso strategico dei social media come piattaforma di interazione chiave.
Contenuto e valore aggiunto Può mancare un approccio a valore aggiunto, spesso incentrato sulla presentazione diretta di prodotti o servizi. Si concentra sulla creazione e sulla condivisione di contenuti a valore aggiunto per educare e ispirare.
Monitoraggio e misurazione Il tracciamento è talvolta più difficile da misurare con precisione. Utilizzate gli strumenti dei social media per monitorare il coinvolgimento, misurare la portata e analizzare i risultati.

Ora sapete tutto su social selling ! A presto. 👋🏼

Volete andare oltre?

Che cos’è l’outreach marketing ? Oggi vi spiego tutto quello che c’è da sapere su di esso, perché è diventato

20/06/2024

Utilizzare i canali di reclutamento giusti per il vostro settore è un buon modo per indirizzare correttamente i vostri candidati.

19/06/2024

🪐 Nel mondo del marketing digitale, capire la distinzione tra email hard bounce vs soft bounce è essenziale per ottimizzare

18/06/2024

7 esempi di messaggi di prospecting di successo su LinkedIn

Newsletter

Masterclasses

Dans la piscine

Sucess story