it
frenesptdeplnlruid

Piattaforme per freelance: dove trovare le missioni?

show table of contents

Quando si è lavoratori autonomi, è classico utilizzare le piattaforme per freelance per trovare nuovi clienti e nuovi incarichi. Ciò che è più complicato è sapere quale piattaforma utilizzare. In effetti, ne esistono centinaia in tutto il mondo, ognuna con le proprie specificità.

Quindi, come trovare quella più adatta a noi? È quello che vedremo in questo articolo. Che siate liberi professionisti, freelance o consulenti, facciamo un giro completo sulle piattaforme per freelance! 😊

Perché usare le piattaforme per freelance?

Facilitano i contatti tra i freelance

Ci sono molti freelance disposti a offrire i loro servizi in cambio di denaro e molte aziende desiderose di ottenere del lavoro.

Le piattaforme per freelance permettono di mettere in contatto queste due parti. È un ottimo modo per iniziare a lavorare come freelance. 🤝

Grazie a un’interfaccia dedicata, le aziende possono trovare i freelance grazie ai loro profili, vedere i loro risultati e la loro tariffa oraria.

In altri casi, sono i freelance che possono rispondere agli incarichi direttamente proposti dalle aziende sulla piattaforma. 🙂

Garantire la sicurezza

Quando si avvia un’attività da freelance e si gestisce tutto da soli, essere pagati velocemente è molto importante. Può capitare di dover affrontare una controversia con un cliente che non vuole pagare per il servizio fornito o che impiega troppo tempo per saldare il conto.

In questo caso, le piattaforme per freelance possono fornire assistenza per trovare una soluzione e persino fornire una garanzia di pagamento che rispetti le scadenze. 🙌

Si tratta di una garanzia molto utile per i freelance che devono affrontare clienti recalcitranti, ma anche per le aziende che si trovano di fronte a un freelance incompetente o che non consegna l’ordine nonostante il pagamento di un acconto.

Come scegliere tra 2 piattaforme per freelance?

Come liberi professionisti, vi siete chiesti come trovare clienti freelance e avete optato per le piattaforme (oltre a cercare con Waalaxy, naturalmente 😉 ). Il problema è che ce ne sono tantissime e ci si perde rapidamente nella massa. Di conseguenza, non sappiamo se scegliere uno piuttosto che l’altro per ottenere un lavoro da freelance. 🧐

Ma non preoccupatevi, vi aiuteremo a vedere le cose in modo più chiaro. Che preferiate lavorare da casa o ottenere un incarico part-time, ecco i criteri da considerare.

Guardate la popolarità delle piattaforme per freelance

La prima cosa da considerare per trovare progetti freelance è la popolarità della piattaforma. Infatti, più la piattaforma è conosciuta, più le aziende cercheranno missioni su di essa.

Allo stesso modo, anche il numero di freelance che offrono i loro servizi sarà più importante. Sta a voi capire come sfruttarla al meglio! 📍

Per valutare la popolarità della piattaforma, guardate:

  • Il numero di freelance che si affidano ad essa.
  • Il numero di aziende partner.
  • Le opinioni esterne su di esse.

I settori offerti

Non tutte le piattaforme offrono missioni negli stessi settori. Se alcune sono generaliste, altre sono specializzate in alcuni settori in particolare.

A seconda di ciò che cercate, dovrete scegliere un certo tipo di piattaforma. Ad esempio, se offrite i vostri servizi in diversi settori, preferite una piattaforma generalista per concentrare le vostre richieste in un unico luogo.

Al contrario, se siete specializzati in un settore particolare, sarà meglio scegliere una piattaforma specializzata in quel settore, dove le richieste dei clienti possono essere più adeguate.

Il sistema di remunerazione

Il sistema di remunerazione è un elemento molto importante da tenere in considerazione quando si sceglie una piattaforma freelance che vi procuri ingaggi.

Non tutte pagano allo stesso modo. Alcuni modelli avvantaggiano i freelance, altri le aziende.

Esistono tre diversi tipi di remunerazione per le piattaforme freelance:

  • L’assunzione dei costi da parte del cliente.
  • L’abbonamento mensile per il libero professionista.
  • Il pagamento di una percentuale del fatturato.

Vediamo più da vicino come funzionano.😎

L’assunzione dei costi da parte del cliente

In questa modalità di funzionamento, il freelance non deve pagare nulla. Sono le aziende a pagare una commissione alla piattaforma quando trovano un freelance adatto a loro. 😍

Questo modello è interessante per i freelance perché ricevono il 100% della loro remunerazione e non hanno costi aggiuntivi.

Tuttavia, di solito si traduce in un numero inferiore di offerte. Questo perché le aziende preferiscono piattaforme che le avvantaggiano, dove non devono pagare nulla. 🤷

L’abbonamento mensile per il libero professionista

In questo caso, è il libero professionista a pagare un abbonamento mensile alla piattaforma per poter accedere alle offerte.

Questo modello è interessante per un freelance con un profilo più giovane, perché la concorrenza è minore e il numero di offerte può essere più elevato 😉

Tuttavia, dovrete mettere mano al portafoglio per accedervi. Il prezzo si aggira solitamente intorno ai 30€ al mese per l’abbonamento base.

Pagamento di una percentuale del fatturato

Anche questo metodo di remunerazione va a vantaggio delle aziende. Consiste nel versare una percentuale del proprio fatturato alla piattaforma.

In questo modo, si ha la garanzia di pagare solo se si trovano clienti attraverso la piattaforma. 🔥

Questa percentuale può essere decrescente in base al fatturato realizzato.

Confronto tra le piattaforme per freelance da utilizzare per professione

Le 3+1 migliori piattaforme per freelance generalisti al mondo

#1 UpWork, la più grande piattaforma al mondo

Upwork è un gigante tra le piattaforme per freelance. Lanciata nel 2015, la piattaforma è stata quotata in borsa negli Stati Uniti nel 2018. Oggi è presente in più di 180 Paesi ed è una delle piattaforme irrinunciabili. Semplice da usare grazie a un’interfaccia di facile comprensione e a un’app per dispositivi mobili, è un vero e proprio punto di riferimento nel settore se si vogliono ottenere opportunità da freelance. È una delle piattaforme con il maggior numero di lavoratori freelance registrati in tutto il mondo.

Per quanto riguarda la retribuzione, l’azienda prende una commissione pari al 20% del fatturato del freelance. Questa percentuale diminuisce man mano che si lavora con un cliente, fino ad arrivare al 5%. L’azienda offre un sistema di valutazione dei freelance che vi permetterà di essere riconosciuti se avete talento e se i vostri clienti sono soddisfatti. È una delle migliori piattaforme per trovare lavori freelance.

#2 Fiverr, leader nelle piattaforme freelance di microservizi

Fiverr è un vero e proprio punto di riferimento nel mondo delle piattaforme per freelance. Ha costruito la sua reputazione su una proposta di valore molto specifica: missioni a partire da 5 dollari. Questa piattaforma israeliana fondata nel 2010 e quotata in borsa è quindi specializzata in microservizi. 🔥

Questo marketplace per freelance propone i profili dei freelance alle aziende, e sono loro a decidere di contattarli. Per quanto riguarda la remunerazione, la piattaforma funziona grazie al sistema di commissioni. Raccoglie una commissione del 20% sui guadagni. Tuttavia, non esiste un sistema di percentuali a scala mobile come in altre piattaforme. 😶

#3 Freelancer.com

Questa piattaforma australiana per freelance, esistente dal 2009, offre i suoi servizi in tutto il mondo. Freelancer.com offre “ogni lavoro che si possa immaginare” come freelance. E in effetti si tratta di un sito che offre una scelta di freelance in un numero molto elevato di settori di competenza. 🙌

In termini di compenso, la piattaforma applica commissioni più basse rispetto ai suoi concorrenti, ma le applica al freelance e al cliente. Nello specifico, come freelance potete contare su una commissione del 10% per la piattaforma, mentre il vostro cliente pagherà una commissione del 3%. È inoltre possibile scegliere di essere pagati a ore o a tariffa fissa 😊

#4 LinkedIn, non così lontano dalle piattaforme per freelance

LinkedIn non è di per sé una piattaforma per freelance, ma il social network è comunque un ottimo modo per trovare clienti. Il leader dei social network professionali è un must se si vogliono trovare clienti freelance.

Inoltre, molte piattaforme tradizionali per freelance consentono di collegare il proprio profilo a LinkedIn. Le aziende lo guardano nella maggior parte dei casi, quindi tanto vale ottimizzarlo al massimo! 🔥

Se siete interessati a generare contatti tramite LinkedIn, abbiamo creato un e-book che spiega le 5 tecniche più efficaci per generare contatti su LinkedIn. È gratuito al 100% e potete accedervi qui. 🚀

Le 4 migliori piattaforme per freelance in Francia

#1 Malto

Precedentemente Hopwork, questa piattaforma francese è il leader del mercato nazionale. Disponibile anche in molti Paesi europei come Spagna, Inghilterra e Germania (tra gli altri), vanta oggi più di 430.000 freelance registrati, oltre a più di 40.000 aziende clienti (tra cui 36 del CAC40).

Sceglie come modello di remunerazione il sistema di commissioni pagate dall’azienda cliente. Tale importo ammonta al 10% del prezzo della missione, tasse escluse. Si tratta quindi di una piattaforma interessante perché combina clienti prestigiosi e un sistema vantaggioso per i freelance. Attenzione, la concorrenza è agguerrita 😉

#2 Codeur.com

La piattaforma per freelance Codeur.com è una delle più famose piattaforme francesi. Pensata per sviluppatori e altri professionisti del marketing digitale, la piattaforma utilizza un sistema di gare d’appalto e offerte per mettere in contatto freelance e aziende.

La piattaforma viene pagata attraverso un sistema di abbonamento che permette di rispondere a un certo numero di richieste dei clienti. Le diverse formule sono 29€/mese per rispondere a 80 clienti, 59€/mese per rispondere a 200 clienti e 99€/mese per rispondere a 400 clienti.

#3 Freelance.com

Torniamo sul versante francese e parliamo di Freelance.com. Questa piattaforma francese è uno dei precursori del settore. Dal 1995 permette alle aziende di assumere un libero professionista in molti settori. Quotata in borsa, si distingue per la sua anzianità nel settore. Questa piattaforma generalista accetta tutti i tipi di profili.

Per quanto riguarda la remunerazione, è il cliente a pagare una commissione alla piattaforma una volta terminato il lavoro. Come freelance, si riceve il 100% del fatturato. Inoltre, la piattaforma effettua i pagamenti entro 24 ore una volta che la missione è stata convalidata dal cliente, una vera comodità quando si sa che non è così per tutte le piattaforme. 😎

#4 ComeUp (5euros.com)

Precedentemente 5euros.com, questa piattaforma per freelance aveva preso il modello di Fiverr e proponeva essenzialmente microservizi. Ma ora vuole staccarsi da questa immagine di freelance “a basso costo” e cambia la sua identità in ComeUp. Si possono trovare offerte di missioni in vari campi, dal design allo sviluppo web, passando per l’audiovisivo, le strategie di email marketing e la vita quotidiana.

La piattaforma funziona con un sistema di commissioni, pagate al 20% dal freelance. Da notare che sottoscrivendo l’opzione ComeUp Plus a 8,99€ al mese, la commissione si riduce a solo 1€, indipendentemente dall’importo della transazione. Un sistema interessante che si dimostra molto competitivo rispetto ai prezzi di mercato. 🔥

La migliore piattaforma freelance per i servizi amministrativi

1001secretaires

1001secretaires è una piattaforma freelance di nicchia specializzata in funzioni di supporto, come compiti amministrativi, gestione o assistenza legale. Se avete esperienza come segretaria, è molto probabile che possiate offrire i vostri servizi su questa piattaforma, indipendentemente dal vostro settore di competenza. 😊

In funzione dal 2009, è possibile per un’azienda inserire un annuncio per un incarico gratuitamente. Questo non è specificato sul sito, ma suggerisce una commissione che il freelance deve pagare per ogni connessione.

La migliore tra tutte le piattaforme freelance per sviluppatori web in Francia

Freelance-informatico

Freelance informatique, come suggerisce il nome, è una piattaforma specializzata nel freelance IT . Ha più di 100.000 freelance registrati, il che la rende la più grande piattaforma freelance in questo settore in Francia. Offre principalmente missioni a lungo termine e a tempo pieno per grandi clienti. Tuttavia, la maggior parte delle missioni proposte non sono disponibili da remoto, ma è necessario recarsi presso la sede dell’azienda. Probabilmente non è il massimo se si preferisce un lavoro freelance da casa.

Per quanto riguarda la retribuzione, la piattaforma è gratuita al 100% per i freelance. Sono le aziende a pagare per inviare gli incarichi. La versione gratuita consente di presentare fino a 4 offerte al mese. Oltre a ciò, è richiesto un abbonamento di 2500€ al mese. Un posizionamento costoso che si spiega con una clientela composta principalmente da grandi clienti. 🚀

Le migliori piattaforme di grafica freelance

#1 Graphiste.com, tra le migliori piattaforme per freelance

Graphiste.com è un punto di riferimento nel campo del design. Questa piattaforma, che conta più di 30.000 grafici freelance, offre la possibilità di compilare il proprio portfolio per trovare prospettive. Questo permette ai freelance di offrire i propri servizi in tutto ciò che riguarda la grafica e il design (come un banner di linkedIn, ad esempio). 🎨

Graphiste.com utilizza un sistema di abbonamento pagato dal freelance per essere pagato. Si applica una tariffa forfettaria di 29€ HT al mese per contattare fino a 1000 clienti al mese. Il deposito dell’offerta da parte del cliente è totalmente gratuito, il che consente di massimizzare il numero di offerte sulla piattaforma.

#2 GraphisteOnline

GraphisteOnline è una piattaforma specializzata nel mettere in contatto designer freelance con aziende che hanno bisogno di questo settore. Ha più di 58.000 creativi registrati, il che la rende la più grande piattaforma francese per freelance incentrata sul design grafico. Potete anche proporre i vostri servizi in campi diversi dal design, come il marketing o l’audiovisivo (magari proponendo anche caroselli su LinkedIn?).

La pubblicazione di un annuncio è gratuita per le aziende clienti. Per i fornitori di servizi, la piattaforma offre due formule basate sul modello di abbonamento. Una versione freemium, che consente di rispondere ai progetti acquistando crediti, e una versione a 39€ HT al mese, per rispondere a un numero illimitato di progetti senza dover acquistare crediti. In entrambi i casi, la piattaforma non prende alcuna commissione sul fatturato.

#3 99designs

99Design è una piattaforma che aiuta le aziende che vogliono assumere graphic designer. Se proponete nei vostri servizi lavori creativi come la creazione di loghi con Photoshop o Illustrator, carte grafiche o la creazione di packaging, allora non c’è dubbio che troverete delle missioni. Fondata nel 2008 a Melbourne, in Australia, la sua sede centrale si trova ora negli Stati Uniti. Per quanto riguarda la piattaforma, è disponibile per tutti i creativi freelance in diversi continenti, tra cui Europa o Sud America. 🌍

Il modello si basa sul sistema delleofferte. La piattaforma prende il 5% di commissione dal cliente e il 15% dal designer. Questa percentuale è decrescente per i designer e può essere ridotta al 10%, poi al 5% man mano che si utilizza la piattaforma. Un modo per incoraggiare la fedeltà dei freelance! 😉

Le migliori piattaforme per freelance per il marketing

#1 Crème de la crème

Crème de la crème è una piattaforma per freelance che si differenzia per la selettività dei fornitori a cui si rivolge. Se si superano i test per essere inseriti nella piattaforma, un account manager sarà dedicato ad aiutarvi a trovare le missioni. Per quanto riguarda il funzionamento, i clienti presentano un’offerta di incarico, che è aperta solo a 5 candidature. È inoltre possibile accedere al canale slack dei migliori freelance, a una dashboard personalizzata… 🔥

Perfetti per un consulente freelance, i settori di riferimento della piattaforma sono sempre più generalisti, ma i profili più ricercati sono soprattutto in ambito digitale. Per quanto riguarda i compensi, dovrai lasciare una commissione del 15% HT sul tuo fatturato. I pagamenti vengono effettuati in 48 ore alla fine di ogni mese. 🙌

#2 Piattaforma freelance Dgitags.io

Dgitags.io si definisce un hub di talenti digitali. A metà strada tra una piattaforma per freelance e un’agenzia digitale, questa start-up parigina sostenuta da La French Tech conta già più di 1200 freelance. Potrete offrire tutti i servizi che ruotano intorno al webmarketing e al design. Una volta registrati sulla piattaforma, un talent manager vi contatterà per aiutarvi a trovare gli incarichi giusti.

Le migliori piattaforme di scrittura freelance

#1 Text Broker

Volete diventare scrittori freelance? TextBroker si definisce la piattaforma leader al mondo per gli scrittori freelance. Che si tratti di semplici testi, di email marketing, di articoli specializzati o di traduzioni, se siete nel settore della scrittura sarete in grado di trovare clienti. Con oltre 80.000 clienti in tutto il mondo alla ricerca di scrittori e più di 11 milioni di ordini effettuati, è un colosso di piattaforma di scrittura freelance.

Textbroker vi paga in base al numero di parole scritte e in base alla qualità e alle richieste del cliente per il testo in questione. Le retribuzioni variano quindi a seconda della vostra esperienza di copywriter, ma in tutti i casi guadagnerete.

#2 Redacteur.com

Pensata per chi ha capacità di scrittura, Rédacetur.com è una piattaforma francese specializzata in lavori di scrittura freelance. Che si tratti di post per blog ottimizzati per la SEO, copywriting per landing page, scrittura di articoli o comunicati stampa, è possibile trovare incarichi su questa piattaforma. Oggi conta più di 15.000 scrittori registrati.

Per quanto riguarda la remunerazione, la piattaforma addebita un certo prezzo al cliente e vi paga una tariffa forfettaria in base al numero di parole scritte e alla complessità. La commissione percepita dalla piattaforma non è specificata.

La migliore piattaforma per fotografi freelance

Utopix

Utopix è una delle uniche piattaforme dedicate esclusivamente ai fotografi freelance. La UX del sito è progettata per i servizi nel campo della fotografia. Conta più di 3000 fotografi freelance. È possibile proporre qualsiasi tipo di scatto (anche per le foto del profilo linkedIn 😉 ). Se siete alla ricerca di una piattaforma che vi faccia ottenere lavori di fotografia, Utopix fa al caso vostro.

La piattaforma non prende alcun compenso dai freelance. Spetta al cliente pagare una commissione che va dal 10 al 15% per ogni servizio fotografico realizzato attraverso la piattaforma. Utopix raccoglie il pagamento all’inizio del servizio e vi paga una volta che il cliente ha convalidato le vostre foto. Un modo efficiente per tutelarsi dal lavoro non retribuito. 💰

Piattaforma freelance Italia

Vuoi cercare le piattaforme italiane per il tuo lancer?

itFreelance : itFreelance è una piattaforma italiana che permette agli indipendenti di trovare lavoro in diversi domini, tra cui il design, il marketing, la redazione web ecc.

Euspert : Euspert è una piattaforma italiana che permette agli indipendenti di trovare lavoro grazie a una varietà di missioni, principalmente auto di marketing. Si tratta di una piattaforma conviviale che permette agli indipendenti di creare un profilo e comunicare con i clienti.
Euspert propone anche una gamma di strumenti e risorse per aiutare gli indipendenti a réussir, notando gli strumenti di gestione del progetto e le formazioni digitali.

Conclusione: dove trovare incarichi freelance?

Se siete lavoratori autonomi e siete alla ricerca di clienti, le piattaforme per freelance sono un ottimo modo per ottenere facilmente incarichi.

Ci sono piattaforme generaliste, così come ci sono piattaforme specializzate. Sta a voi capire quale sia la più adatta a voi! 😊

Ecco qua, spero che troviate quello che cercate nelle piattaforme di cui sopra!

FAQ sulle piattaforme per freelance

Che cos’è una piattaforma per freelance?

Queste piattaforme sono state create per mettere in contatto i freelance con le aziende che hanno bisogno dei loro servizi. Esistono molti tipi di piattaforme per freelance, con diversi sistemi di pagamento.

Alcune funzionano attraverso un sistema di abbonamento per rispondere alle offerte dei clienti, altre attraverso un sistema di commissioni. Queste commissioni possono essere pagate dal cliente o dal freelance, a seconda della piattaforma.

È questo che differenzia una piattaforma dall’altra. A seconda di ciò che si sta cercando, si può preferire una piattaforma o un’altra.

Ecco perché la migliore piattaforma per freelance potrebbe non essere la stessa per voi e per qualcun altro.

Come registrarsi e lavorare sulle piattaforme per freelance?

Ogni piattaforma ha il suo modo di lavorare. Quindi, dipende dal modo in cui funziona la piattaforma. A volte siete voi a rispondere alle offerte, altre volte sono le aziende a contattarvi. Scegliete il modo in cui volete lavorare e lasciatevi guidare da noi!

Come trovare il primo cliente sulle piattaforme?

Più il vostro profilo di freelance ispira fiducia, più è probabile che le aziende vi contattino per incarichi freelance. Questo può variare a seconda del funzionamento della piattaforma. Chiedete direttamente, tutte spiegano il loro modo di fare 😉

Quante piattaforme per freelance esistono al mondo?

Esistono centinaia di piattaforme per freelance nel mondo. Ma non tutte sono ugualmente adatte a ogni attività. Sta a voi trovare quella più adatta a voi!

Quale piattaforma per freelance dovrei scegliere per iniziare?

Se siete alle prime armi, è meglio scegliere una piattaforma dove la concorrenza non è troppo forte. Privilegiate poi quelle che richiedono un abbonamento mensile, poiché è probabile che il numero di freelance iscritti sia inferiore. 💡

Sperando che questo tour completo vi abbia aiutato a scegliere tra tutte le piattaforme per freelance, ci vediamo molto presto per un nuovo articolo! 😊

5/5 (200 votes)

Convert more leads into clients with these 7 secret B2B prospecting messages 🚀

Enter your first name and email address  to receive the 11 page digital book now:

Where do we have to send it now?