it
frenesptdeplnlruid

Community manager cosa fa ?

show table of contents

Avete digitato sulla vostra tastiera ” community manager cosa fa ?”. 😜 Volete sapere tutto su questo lavoro? Leggete il nostro articolo: definizione, lavoro, studi, stipendio, descrizione del lavoro. Scoprirete tutto rapidamente

Community manager cosa fa ?

Definizione:

Il community manager (chiamato anche social media manager) è la persona incaricata di sviluppare l’immagine del marchio e la reputazione elettronica di un’azienda, di costruire una comunità intorno al marchio e di espandere questa rete in modo che l’azienda acquisti notorietà e popolarità.

Le aziende assumono community manager per tre motivi principali

  1. Gestione delle relazioni con i clienti per fidelizzarli.
  2. Visibilità e consapevolezza del marchio presso i potenziali clienti,
  3. Reclutamento e datore di lavoro marchio

Quali social network utilizza il community manager?

Le piattaforme mediatiche e i canali sociali che dovete conoscere e capire come CM sono i seguenti. 👇

  • LinkedIn,
  • TikTok,
  • Instagram,
  • Twitter,
  • Meta,
  • Pinterest,
  • WhatsApp,
  • Slack,
  • Snapchat,
  • Newsletter,
  • Blogging,
  • Email a freddo,
  • SMS,
  • YouTube.

Quali sono le missioni del community manager?

Gli obiettivi e i canali dei social media possono variare a seconda dell’attività dell’azienda. Un parrucchiere non utilizzerà gli stessi social network e non avrà la stessa clientela di un ristoratore, ad esempio. In generale, al community manager può essere richiesto di:

Sviluppare la notorietà dell’azienda e dei suoi prodotti sulle reti e sui siti web

  • Costruire l’immagine del marchio: individuare il personaggio, scrivere i valori, il messaggio e il tono.
  • Individuare i social network e i canali di comunicazione più efficaci per un determinato target.
  • Creare piani editoriali e di comunicazione per costruire una strategia di contenuti.
  • Organizzare la gestione dei media,
  • Creare post sui social network con regolarità,
  • Alimentare le newsletter,
  • Trovare influencer per creare partnership,
  • Scrivere articoli di blog e lavorare sulla referenziazione di un sito web,
  • Realizzare webinar, interviste e video,

Lavorare sul marchio del datore di lavoro

  • Creare una scheda di “content marketing” sui valori dell’azienda o dell’associazione.
  • Pubblicare contenuti sociali che parlino dei vantaggi e si rivolgano ai futuri dipendenti,
  • Creare pagine aziendali su job board e siti di reclutamento specializzati,
  • Animare i social network sulla “vita in azienda” per il vostro pubblico target,
  • Condurre interviste con i dipendenti,
  • Creare e alimentare la sezione carriera di un blog.

Animare e rafforzare la comunità (fidelizzare)

  • Organizzare concorsi, sondaggi e altri post interattivi sulle piattaforme di social media,
  • Creare interazioni tra i membri e aumentare il senso di appartenenza al gruppo,
  • Proporre un sistema di ambasciatori per gli iscritti che soddisfano i criteri specificati,
  • Alimentare le reti rispondendo ai messaggi degli iscritti sulle pubblicazioni,
  • Rispondere alle recensioni e gestire le relazioni pubbliche,
  • Interessarsi agli abbonati per comprendere meglio il core target (età, abitudini),
  • Organizzare eventi con i membri della comunità,

Sviluppare e testare strategie di marketing (monitoraggio)

  • Testare nuove tecniche multicanale e strumenti di marketing,
  • Cercare nuovi strumenti di gestione della comunità sul mercato per essere sempre efficienti,
  • Tenere d’occhio la concorrenza e la sua comunicazione,
  • Seguire personalità creative e influenti nello stesso settore di attività,
  • Monitorare le azioni dei concorrenti e trovare nuove idee per i post.

Analizzare i risultati e proporre pivot strategici

  • Analisi dei social media – tasso di clic, tasso di coinvolgimento, numero di iscritti ai social media,
  • Identificare quale campagna ha funzionato e perché e adattare la strategia di social media marketing,
  • Creare report e trovare sempre nuove idee,
  • Tracciare il pubblico e analizzare il suo comportamento per comprenderlo meglio,
  • Coordinare le informazioni tra i diversi reparti di web marketing.

Studi da Social Media Manager – Community manager cosa fa ?

Per diventare social media manager, è possibile studiare presso una business school, in marketing, prospezione o comunicazione. Questi studi vanno da un semplice certificato a un MBA. È piuttosto l’esperienza professionale che prevarrà sulla formazione 😉 Ciò che il Community manager ha realizzato in altre aziende, la portata della sua comunicazione e il numero di nuovi iscritti acquisiti nelle community che ha animato. 📢

Trovare una formazione in community management

Indipendentemente dal fatto che si abbia o meno una conoscenza del marketing sociale, le basi per diventare community manager possono essere apprese rapidamente. A seconda della qualità della formazione e dei percorsi di apprendimento, si possono trovare diverse opzioni: centri di formazione, formazione a distanza o e-learning indipendente.

In base alle vostre esigenze, ho individuato 4 corsi di formazione in community management. 👇

Cegeos: Formazione espressa sulla gestione dei social media

  • Formazione: a distanza o faccia a faccia.
  • Durata: 2 giorni.
  • Prerequisiti: Nessuno.
  • Diploma: No.
  • Prezzo: 1 440 €

Per saperne di più.

🟢 L’aspetto positivo è che si tratta di una formazione ultraveloce senza prerequisiti.

🔴 La formazione non è chiaramente abbastanza completa ed è costosa, il rapporto qualità-prezzo non è ottimale.

Corsi online di Meta Community Manager

È un corso online fornito da Meta (ex Facebook).

  • Formazione: a distanza.
  • Durata: A seconda del corso. Abbastanza breve.
  • Prerequisiti: Nessuno.
  • Diploma: No. È possibile ottenere la certificazione Meta.
  • Prezzo: Dipende dal corso.

Per saperne di più

🟢 L’aspetto positivo è che si tratta di una formazione rapida e senza prerequisiti. Meta possiede molti social media come Instagram e WhatsApp, conosce meglio il prodotto perché lo sta producendo!

🔴 Non è abbastanza approfondito nella formazione.

Corso CM online Udemy

Udemy è un “negozio” online per acquistare diversi corsi e unirsi a gruppi di studenti. È ottimo per vedere diversi aspetti del community management a seconda di ciò che si vuole imparare.

  • Formazione: a distanza.
  • Durata: Qualche ora al massimo per classe.
  • Prerequisiti: Nessuno.
  • Diploma: No.
  • Prezzo: A partire da 20 dollari per un corso.

Per saperne di più

Diploma per Social Media Manager/ Community Manager

È davvero necessario un diploma in community management e come ottenerlo? Come potete vedere, ci sono corsi di diploma e altri no.

Tutto dipende dal vostro background professionale e dalle posizioni/aziende a cui vi rivolgete. Se avete già competenze di marketing, probabilmente non avrete bisogno di un nuovo diploma, ma semplicemente di stage o corsi brevi. Se invece siete agli inizi, frequentare una scuola di economia darà una spinta alla vostra carriera professionale. Tra le lauree che potete trovare :

  • Certificazione Gestione della comunità.
  • Certificazione Esperto community manager.
  • MBA Manager di marketing.
  • MBA Esperto di marketing.
  • MBA in comunicazione digitale.

Tutte queste formazioni possono aiutarvi a raggiungere il lavoro. Anche se, lavorando sul vostro personal branding sui network, potrete convincere i reclutatori che avete davvero la fibra per il lavoro 😉

Le competenze per diventare Community Manager

Per essere un buon community manager sono necessarie competenze “soft” e competenze “hard”, dette anche“soft skills” e “hard skills”. Alcune di esse sono spesso o sempre utilizzate.

Soft skills per la gestione dei social media

  • Capacità organizzative,
  • Buon senso del tempo.
  • Attitudine al digitale.
  • Rigore, soprattutto nell’ortografia e nella sintassi.
  • Creatività,
  • Curiosità,
  • Intuizione e adattabilità.

Competenze specifiche per la gestione dei social media

  • Padroneggiare tutti i mezzi di comunicazione e i loro codici.
  • Conoscere la referenziazione SEO,
  • Comprendere e saper utilizzare le tecniche di copywriting,
  • Saper lanciare campagne a pagamento (Adwords, LinkedIn Ads, Instagram Ads…).
  • Padroneggiare l’editing video (YouTube),
  • Saper creare una strategia di social media su tik Tok, Instagram, Snapchat, LinkedIn, Twitter e Facebook…
  • Saper analizzare i risultati delle campagne di comunicazione.
  • Essere bilingue in inglese.

Qual è lo community manager stipendio ?

Lo stipendio di un community manager (dipendente) varia da 35.000 a 90.000 dollari all’anno negli Stati Uniti. La variazione dipende dalla regione, dal tipo di azienda e dall’esperienza professionale del candidato. Si tratta inoltre di un lavoro molto richiesto come freelance, poiché molto spesso richiede meno di 35 ore settimanali. Per trovare offerte di lavoro, si consiglia di consultare le bacheche di lavoro come Indeed o Welcome to the jungle.

Società di gestione di comunità

Esistono molte società per la gestione della vostra comunità o per entrare a farne parte come nuove reclute. Tra le più conosciute ci sono :

  • WSI – Agenzia di marketing digitale.
  • Buddy Buddy.
  • agenzia 33 Degrees.
  • Agenzia SEO Optimize 360.
  • OWD – agenzia instagram.
  • Neads – Agenzia TikTok.

Tutto dipenderà dalle vostre esigenze: più prenderete un’agenzia specializzata in un social network, più sarà esperta nel settore. D’altra parte, non sarà in grado di offrirvi una visione a 360° su ogni media. Ecco una presentazione delle 3 maggiori agenzie di comunicazione:

WSI – Agenzia di marketing digitale

L’agenzia, fondata nel 1995, ha vissuto l’evoluzione dei social media e della pubblicità sul web, riuscendo a riciclarsi e reinventarsi nel tempo, con centinaia di progetti di successo al suo attivo.

Buddy Buddy – Gestori di comunità

L’agenzia dei giovani. Fondata nel 2015, ha già in portafoglio oltre 100 progetti e continua a espandersi. Da Adwords a TikTok, l’agenzia offre servizi a 360°. Le tariffe partono da 1000€ per progetto, dall’ideazione al completamento.

Optimize 360 – Agenzia SEO

A volte si cerca un “community manager” e non si pensa a un'”agenzia di comunicazione”, ma le due cose sono ovviamente collegate. Il referenziamento naturale vi farà guadagnare visibilità e notorietà e fa parte delle tecniche di marketing più utilizzate. Avete un sito o un blog da promuovere? Non esitate ad andare a vedere cosa possono fare!

Freelance come Community Manager

La professione di community manager freelance sta crescendo sempre di più. Iniziare come auto-imprenditore può essere difficile in un mercato già pieno di agenzie e altri CM freelance. Ma questo non significa che non sia raggiungibile.

Diventare community manager freelance presenta alcuni vantaggi:

  • 🟢 Siete liberi di scegliere il luogo in cui esercitare la vostra attività: a casa, in co-working o su una spiaggia. Tutto ciò che serve è una buona connessione a Internet, un computer potente e gli strumenti giusti per i social media.

  • 🟢 Potete scegliere le vostre missioni in base alle vostre competenze e preferenze. Potete specializzarvi in un settore di attività o in determinati compiti. Scegliete la moda su TikTok o costruite strategie mediatiche per il b2b.

  • 🟢 Siete liberi di gestire i vostri orari e la vostra organizzazione; di solito, lavorate da soli e non dipendete da nessuno.

  • 🟢 Il Community manager freelance crea la propria ricchezza, quindi può aumentare il proprio stipendio e la qualità della vita molto più facilmente rispetto a un dipendente.

Tuttavia, questo non significa che tutto sia rose e fiori nel mondo dei freelance:

  • 🔴 È necessario essersi organizzati e motivati da soli. In questa modalità operativa si è spesso molto soli e bisogna essere preparati a questo.

  • 🔴 Gli spazi di co-working sono a pagamento, quindi a volte bisogna “pagare per lavorare”.
  • 🔴 Si può fare affidamento solo sulla propria conoscenza dei siti di social network: se non si sa come fare qualcosa, bisogna formarsi.

  • 🔴 La pressione dei clienti a volte è molto forte.
  • 🔴 Può essere difficile trovare i primi clienti freelance.

Per fortuna, abbiamo una soluzione per questo. 👇

Trova i tuoi primi clienti

Tariffe per community manager freelance 2022

State cercando le tariffe per il community management per assicurarvi di non pagare troppo per un servizio o, al contrario, di farvi pagare abbastanza come community manager? La prima cosa da considerare sono gli anni di esperienza e il numero di progetti di marketing realizzati. Poi bisogna identificare i tipi di progetti.

  • Fatture forfettarie – ad esempio, 2 post su Instagram a settimana.
  • Fatture giornaliere o orarie.
  • Fatture a progetto – il che significa che, indipendentemente dal numero di ore, alla fine del progetto si pagherà un importo stabilito all’inizio.
Freelance junior Freelance senior Agenzia web
Prezzo al giorno A partire da 250 dollari tra $500 e $2000 a partire da $800
Prezzo per progetto A partire da $ 700 a partire da 1 000 dollari a partire da 3 000 dollari
Prezzo per progetto Da $200 A partire da 700 dollari a partire da 1 500 dollari

Naturalmente, è difficile identificare i prezzi. Dipende da cosa è previsto: si tratta di una strategia social completa o di un post a settimana?

🟢 Per i freelance, è meglio fatturare a ore, perché il cliente ha sempre molte modifiche da apportare e si può fatturare.

🟢 Per le aziende, è meglio avere un contratto a prezzo fisso (di solito sempre più conveniente), oppure fatturare per progetti, in modo da conoscere in anticipo il costo totale della missione di marketing.

Il curriculum del perfetto Social Media Manager

Ho trovato questo modello di curriculum su Pinterest. È disponibile su CVMarket, ma non è gratuito. Altrimenti, ci sono molti “CVMaker” con modelli online. In questo curriculum, ciò che viene realmente messo in evidenza sono le esperienze professionali e i progetti realizzati.

È proprio questo che farà la differenza per voi. Non dimenticate di inserire il vostro curriculum in LinkedIn 😉

Esaminiamo i punti che renderanno il vostro curriculum, il miglior curriculum per candidarsi come community manager.

Conclusione dell’articolo : Community manager cosa fa ?

Essere un buon community manager significa saper creare la giusta strategia di comunicazione in base alle esigenze dell’azienda o del cliente.

Individuare quali mezzi di comunicazione utilizzare e come contattare i propri target – con il giusto tono e il giusto messaggio. È necessario saper padroneggiare i diversi social network e seguire una linea editoriale consolidata. 👇

Ora sapete tutto su cos’è un Community Manager: definizione, descrizione del lavoro, stipendio…

5/5 (500 votes)
Vi consigliamo 👇

Convert more leads into clients with these 7 secret B2B prospecting messages 🚀

Enter your first name and email address  to receive the 11 page digital book now:

Where do we have to send it now?