Come ottenere 75.000 visualizzazioni a settimana su LinkedIn?

Da metà gennaio ho iniziato una strategia di contenuti mediatici su LinkedIn particolarmente intensa. Oggi faccio tra le 50.000 e le 100.000 visualizzazioni a settimana, dedicandovi solo 30 minuti al giorno. Probabilmente è uno dei miei compiti in cui il 20% di sforzi di marketing per l’80% di risultati è il più significativo. In questo LinkedIn case study sui contenuti, non c’è una formula magica. Nessun trucco nascosto per migliorare l’engagement su LinkedIn. Solo buon senso e un processo ben collaudato. Benvenuti nel dietro le quinte della mia creazione di contenuti su LinkedIn! 😉

 

LinkedIn case study sui contenuti : 6 semplici passi per pubblicare i vostri post!

1. Come trovare le idee per creare un post su LinkedIn

Prima di decidere la frequenza con cui scrivere un post, mi sono chiesto 🤔

“Con tutto il materiale che ho in mente, quanti post posso scrivere? E quindi, quanto posso resistere con una frequenza di 3-5 post a settimana?”.

L’idea era di avere davanti a me 3 mesi di contenuti specifici (gli argomenti esatti dei post) e altri 3 mesi di idee da affinare.

Ho quindi iniziato creando un Google Doc con tutte le mie idee in forma grezza. Era da molto tempo che volevo pubblicare su LinkedIn ed essendo abbastanza creativo, ho superato rapidamente una cinquantina di argomenti, alcuni dei quali potevano essere trattati in più post.

Ho poi chiesto al resto del team se avessero qualche idea e ho ottenuto circa altri 20 argomenti. Quindi, eccomi qui con 100 pubblicazioni da scrivere.

 

Ottenete i primi clienti questa settimana

Sfruttate la potenza di Waalaxy per generare lead ogni giorno. Iniziate a fare prospezione gratuitamente oggi stesso.

waalaxy dashboard

2. Scrivere pubblicazioni su LinkedIn

Eccoci alla seconda e più importante fase della creazione di contenuti su LinkedIn: la scrittura dei post. 😁

Usare il giusto ritmo di pubblicazione:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho dovuto trovare uno stile per me stesso. Un formato che fosse leggibile e riconoscibile abbastanza rapidamente. Ho quindi seguito alla lettera l’articolo di Benoit Dubos su Groowster.com per il formato dei miei post. Qualcosa di arioso, con emoji e frasi brevi.

Ecco, ero pronto a scrivere. ✍️

 

Ottimizzare il tempo:

In Waalaxy siamo un piccolo team. 6 persone mentre scrivo. quindi, nelle mie missioni quotidiane, devo gestire un mucchio di cose (amministrazione, design del prodotto, prospezione, clienti potenziali e follow-up dei clienti…).

Volevo gestire una buona strategia di contenuti su LinkedIn che fosse mia, senza delegarla a un’altra persona del team. Quindi, il mio tempo doveva essere ottimizzato.

Tuttavia, per essere efficienti nella varietà di compiti che abbiamo, abbiamo preso l’abitudine di fare degli sprint di lavoro per tema (X giorni per migliorare il sito web, X giorni per scrivere articoli, ecc.) Ho quindi deciso di dedicare 1 giorno ogni 3 settimane a scrivere i miei contenuti su LinkedIn e di programmarli con uno strumento adeguato (Hootsuite in questo caso, che mi offre 30 post programmati gratuitamente).

1 giorno per decine di migliaia di visualizzazioni, ne vale chiaramente la pena.

 

3. Usare i Pod, in modo intelligente

Non mi nascondo. L’uso dei pod è controverso, ma per me è perfettamente scontato. Uso solo pod automatizzati, per motivi di tempo. Se non sapete cos’è un pod, consultate questo articolo. È una tecnica da prendere in considerazione per il vostro impegno sui social media su LinkedIn. 🎯

Perché privarsi dell’uso di strumenti di analisi che possono aumentare le visualizzazioni su questa piattaforma di social media di 10 o addirittura 50 volte?

Come ogni automazione, bisogna usarla con saggezza. Perché nessuno vuole vedere 30 “Ottimo articolo” su questi post (i commenti di base offerti dagli strumenti attuali). Quindi, ho creato un foglio di Google con i prossimi post.

Per ciascuno di essi, aggiungo: 👇

  • Il mio primo commento, con il link in uscita ad esempio (vedi “buone pratiche per pubblicare su LinkedIn”) o l’identificazione delle persone (che non si può fare con Hootsuite o a posteriori su un post).
  • I commenti che voglio ricevere.

Questo secondo punto richiede molto tempo e un po’ di immaginazione. Passo 2-3 ore a scrivere commenti credibili per 15 post, poi chiedo al resto del team di aggiungerne qualcuno.

Il mio ideale è avere 15 commenti pre-scritti per ogni post, di cui 5 molto completi. Questi 5 commenti forniscono una riflessione reale che va di pari passo con il mio post, o viceversa.

 

4. Aumentare la portata delle pubblicazioni su LinkedIn

Questo punto è più un processo parallelo che un vero e proprio passo. Ci sono due best practice essenziali: ⏬

  • Se desiderate un coinvolgimento naturale nelle vostre pubblicazioni, siate chiari. Prendete posizione, anche se questo significa smorzare i toni nei commenti successivi. Quando si toccano le convinzioni del pubblico, questo è più disposto a impegnarsi, ad andare contro o con voi. Quindi, commentate e aumentate la vostra portata.
  • Pubblicate nei momenti giusti. Personalmente, pubblico ogni giorno lavorativo tra le 10 e le 11 del mattino. Queste sono le ore in cui si sa che la portata è “migliore”. Inoltre, programmo i post che ritengo abbiano il miglior potenziale per il martedì e il giovedì, noti come “i giorni migliori”

 

5. Gestire, pubblicare e distribuire

Una volta che tutti i post sono stati scritti, programmati e commentati, è il momento di gestire la distribuzione.

Ovvero: 👇

  • Avviare manualmente l’ engagement sul proprio post (perché al momento in cui scriviamo, Podawaa non esiste e gli strumenti concorrenti non consentono la programmazione). Ovvero, prendere il link del post, inserirlo negli strumenti di Pod, copiare/incollare i commenti preparati, aggiungere il primo commento con il link in uscita.
  • Rispondere ai commenti. Questa parte è essenziale, perché crea interazione con il pubblico (più commenti, quindi visualizzazioni, ma anche contatto con persone reali, che è l’obiettivo finale).

 

Suggerimenti utilizzati in questo LinkedIn case study contenuti:

  • Pubblico ogni giorno con 10 minuti di ritardo rispetto al giorno precedente. Il motivo? Lempod non mi permette di aggiungere un post ogni meno di 24 ore (#active user experience). Il tempo di aggiungere il link del post, poi mi prendo un margine di 10 minuti ogni giorno per essere in grado di impegnarmi dalla pubblicazione il giorno successivo. (Un altro trucco è quello di cancellare il post del giorno prima su Lempod)
  • Ho una sveglia all’ora di pubblicazione, in modo da non perdere l’occasione di aggiungere il mio link ai pod. È il coinvolgimento iniziale che conta di più!

 

6. Accogliete il feedback e modificate

Una volta pubblicati i primi post e una volta che la vostra strategia sui social media è operativa, dovete modificarla. A ciascuno il suo, ma ricordate di prendere in considerazione il feedback del pubblico e di vedere quali post hanno funzionato meglio per analizzare i “modelli” e riutilizzarli. 🤩

Sono solo all’inizio della mia strategia di contenuti (3 mesi di post sono piuttosto pochi) ma i risultati migliori sono già arrivati! Contattatemi su LinkedIn se volete parlarne o seguite i miei contenuti su LinkedIn! 😊

 

Come si fa a pubblicare su LinkedIn e ottenere 75.000 visualizzazioni a settimana?

Noi di Waalaxy abbiamo adottato una “strategia Avengers”. l’obiettivo era quello di domare l ‘algoritmo di LinkedIn per apparire nel news feed del nostro pubblico target TUTTE LE VOLTE. 👇

Se volete qualche esempio di questo metodo, ecco un’anticipazione dei nostri risultati principali nel 2022:

  • In questa pubblicazione, abbiamo avuto 277.476 impressioni. È semplicemente pazzesco! 🤯 questo è dovuto a diversi motivi, contenuti interessanti: principi di “growth hacking”, tecniche di “inbound marketing” di grandi marchi. Un argomento universale: il fitness come obiettivo per il nuovo anno, ad esempio. Inoltre, un visual accattivante e un copywriting ben strutturato, che utilizza il principio di raccontare una “storia di successo”.

 

  • In questo esempio, possiamo vedere l’evoluzione che abbiamo avuto in termini di numero di visualizzazioni: da 57 K a 111.389 visualizzazioni per post! 👀 Non è incredibile? Ecco la ricetta segreta di questo successo: Pubblicare regolarmente, se possibile un ritmo di 2-3 volte a settimana è l’ideale. Create una strategia di contenuti di qualità basata su una serie di post, come Idea ricevutaSEO (ricerca naturale) #1, 2, 3, ecc.” In questo modo, il pubblico sarà incuriosito e vorrà seguire i vostri post 😉

 

  • Infine, prendete in considerazione l’utilizzo di “tag” e “hashtag” per aumentare la visibilità e la consapevolezza dei vostri post! questo è un grande “hack” che può aiutarvi a moltiplicare le vostre visualizzazioni su LinkedIn, molto facilmente. Inoltre, prendete in considerazione l’aggiunta di immagini, caroselli, contenuti video nativi, ecc. per far sì che il vostro post abbia alti livelli di coinvolgimento.

 

Statistiche tratte dal nostro LinkedIn case study contenuti :

Per concludere, ecco un esempio delle statistiche che abbiamo raccolto nel dicembre 2022, nel nostro team in termini di numero di visualizzazioni, utilizzando la nostra strategia di contenuti e grazie al nostro strumento Podawaa: 🚀

  • Il mese scorso, i post del team registrati su Podawaa hanno totalizzato:
    929.164 visualizzazioni totali (37,88%).
    16.894 visualizzazioni medie (130,64%).
    7.766 visualizzazioni mediane (116,26%).
  •  
  • il 25% dei post è inferiore a 3.126 visualizzazioni, mentre il 75% dei post è inferiore a 12.846 visualizzazioni.
    Q1: 39,87%.
    Q3: 87,51%.
  •  
  • Classifica delle migliori performance
    :couronne:: Toinon con 268.482 visualizzazioni
    :médaille_argent:: Toinon con 148.851 visualizzazioni
    :médaille_bronze:: Toinon con 53.999 visualizzazioni
    :applaudissements:: Violette con 51.268 visualizzazioni
    :chocolat_plaquette:: Toinon con 49.881 visualizzazioni.
  •  
  • Visualizzazioni cumulative dal 12/01/2022
    :couronne:: Toinon con 620.087 visualizzazioni
    :médaille_argent:: Amandine con 219.885 visualizzazioni
    :médaille_bronze:: Violette con 56.892 visualizzazioni
    :applaudissements:: Ophélie con 32.300 visualizzazioni.

 

👉 Se volete maggiori informazioni, date un’occhiata a questo webinar con il nostro CEO, sulla “strategia Avengers” che utilizziamo per ottenere un numero enorme di visualizzazioni su LinkedIn!

 

Conclusione del LinkedIn case study sui contenuti : Che cos’è un buon coinvolgimento su LinkedIn?

Sviluppare a strategia per coinvolgimento dei contenuti su LinkedIn è diversa da altri social reti sociali come come Twitter e Instagram. Quindi prenotare qualche professionale contenuti su LinkedIn! 🏆
 
Ripetete i contenuti e testate più formati per distinguervi dalla massa. Differenziatevi e prendete dei rischi quando vi presentate al pubblico per raggiungere più velocemente i vostri obiettivi . 🏹
 
Se volete sapere come aumentare la vostra visibilità su LinkedIn, leggete questo articolo + webinar inedito! 😉
 

 

FAQ LinkedIn case study sui contenuti : Come aumentare le impressioni?

Che tipo di contenuti digitali devo pubblicare su LinkedIn?

Come indicato in questo LinkedIn case study  sui contenuti, le migliori pubblicazioni sulle pagine di LinkedIn sono le seguenti
  • Scorciatoie: Attirano l ‘attenzione del pubblico di riferimento,
  • Tutorial : insegnano qualcosa alla vostra nicchia di pubblico,
  • Emozionali : l’emozione è la chiave della migliore messaggistica sui social network (anche B2B).
Cosa bisogna evitare a tutti i costi nella creazione di contenuti di marketing su LinkedIn:
  • Cercare sempre di vendere il proprio prodotto.
  • Parlare di argomenti senza correlati con i vostri obiettivi.
  • Parlare di argomenti troppo personali o troppo tabù, come leopinioni su questioni politiche.
  • Scrivere senza formattazione.
  • Non è stata stabilita una strategia di social media marketing .

 

Quale strategia di marketing aziendale adottare su LinkedIn?

Ecco alcune buone pratiche/tattiche per utilizzare LinkedIn e potenziare la strategia di marketing digitale della vostra azienda:
  • Saper identificare il pubblico di riferimento,
  • Pubblicare regolarmente su questo social network,
  • Ottimizzare il vostro profilo Profilo LinkedIn,
  • Utilizzare l’automazione, ma senza fare troppo,
  • Fornire qualità, anziché quantità, al vostro pubblico.

 

Chess Strategy GIF by Jasmine Star

Ecco fatto, 💥 ora sapete come migliorare i vostri tassi di coinvolgimento grazie al nostro LinkedIn case study sui contenuti di LinkedIn!
 

Volete andare oltre?

Volete far crescere la vostra attività e attirare nuovi clienti? 🎯 Prima di iniziare l’attività di prospezione, prendetevi il tempo

20/05/2024

Cercate le MIGLIORI domande da fare ai clienti per vendite ? 😲 Niente panico! In questo articolo troverete 30 esempi

16/05/2024

Alcuni strumenti in particolare si distinguono per incrementare la lead generation su LinkedIn : Podawaa, Waalaxy e PowerIn.io. Abbiamo quindi

15/05/2024

7 esempi di messaggi di prospecting di successo su LinkedIn

Newsletter

Masterclasses

Dans la piscine

Sucess story