I 12 errori che tutti fanno su LinkedIn

Pubblicato da Amandine il Marzo 27, 2022 5/5 (127 votes)

10 min

Molte persone commettono errori su LinkedIn

. Eppure, LinkedIn è un canale di acquisizione reale che non dovrebbe essere trascurato. Hai tutte le ragioni per sceglierlo per creare una strategia di contenuti.

Ma attenzione. 😱

Ci sono alcune insidie. ❌

Ecco 12 errori da evitare quando si usa LinkedIn.

Quali sono i vantaggi di LinkedIn?

Sapere come sfruttare LinkedIn significa avere accesso a un database Btob gratuito di milioni di utenti.

Significa puntare su 4 pilastri della tua strategia digitale:

  • Crea nuove opportunità attraverso il networking.
  • Controlla la tua immagine sul web.
  • Aumenta la tua presenza sulle reti.
  • Mantenere un controllo attivo sul tuo ambiente.

Forse vuoi trovare un lavoro o sviluppare una nuova carriera o sviluppare il social networking? Tutti questi consigli ti aiuteranno.

Errore 1: Non avere un profilo LinkedIn ottimizzato

Quando scommetti su una strategia di contenuti su LinkedIn devi ottimizzare il tuo profilo. È la vostra vetrina prima del vostro sito web aziendale

. La prima cosa che il tuo pubblico vedrà dopo il post stesso. Devi avere un profilo professionale, amichevole e attraente allo stesso tempo.

Sarebbe un peccato perdere l’opportunità di convertire qualcuno che è interessato al tuo contenuto perché il tuo profilo su LinkedIn non è chiaro o ottimizzato.

Il vostro profilo definisce la vostra credibilità.

Dog Walking GIF

È l'”effetto alone” nel marketing o “i vestiti fanno l’uomo” Una scorciatoia del cervello che consiste nel valutare le tue capacità in base a ciò che emani a prima vista. L’immagine del tuo profilo è il tuo marchio personale

. Puoi fare il miglior post del mondo, se sembri un pagliaccio sul tuo profilo LinkedIn, non convertirai.
Quindi ricordati di mettere a posto il tuo profilo seguendo uno dei nostri tutorial su Yputube o seguendo il link qui sopra. 👆

Errore 2: Non sapere come strutturare il tuo testo

Ci sono diversi metodi di copywriting ben noti che funzionano bene (ci arriveremo), prima di iniziare i tuoi post, quello che devi fare è imparare come strutturare la tua storia.

La prima cosa che devi chiederti è: qual è lo scopo di questo testo?

  • Aumentare la mia credibilità con i potenziali clienti?
  • Aumentare la consapevolezza dell’azienda?
  • Ottenere nuovi clienti?

La tua scrittura deve essere allineata con le tue tattiche e la tua call to action dipenderà dalla strategia digitale che stai affrontando.

Poi, proprio come raccontare una storia oralmente, tutti questi elementi devono essere inclusi nel tuo post:

  • La situazione iniziale.
  • Il fattore scatenante.
  • La spiegazione del trigger = la soluzione per il problema.
  • La chiamata all’azione.

Ecco un’idea di come formularlo: “Postulato → Ma… → Poi… → Eccetto… → Quindi… → Chiamata all’azione”.

Ma non è necessario metterli in quest’ordine. Ma devono essere tutti nel testo.

Ecco un esempio di come si può modellare:

Se stai cercando di seguire un metodo per iniziare e non perdere più lead, il metodo AIDA è il più conosciuto. 🔥

Errore 3: Non avere una strategia di pubblicazione

LinkedIn, se usato bene, è un careerbuilder. Ci sono diversi metodi per riuscire a produrre contenuti in continuazione senza perdere qualità.

Primo: devi avere una linea editoriale definita. Quale sarà il tono? Il messaggio? (Vedi LinkedIn’s Guide to Content Strategy). 👀

Poi, devi capire come condividere contenuti rilevanti per il tuo pubblico:

Esempio 1 dalla guida – Metodo dei 20 consigli

  • Elenca 10-20 consigli da dare al tuo cliente ideale.
  • Fai questo il tuo primo post.
  • Dettagliare ogni punto in un post dedicato.

Esempio 2 della guida – L’imbuto:

Errore 4: essere noiosi

Sì, succede, non preoccuparti, ci sono soluzioni per rimediare.

Over It Reaction GIF

Ci sono diverse domande da porsi prima di pubblicare contenuti, si può fare una sorta di “lista di controllo” con caselle di controllo per essere sicuri di non dimenticare nulla:

Il post soddisfa i seguenti criteri:

  • Utilizza un quadro di copywriting (AIDA, PAS…)?
  • Il post è strutturato. Esempio: “Presupposto → Ma… → Allora… → Eccetto… → Quindi… → Richiamo all’azione”?
  • È divertente e/o informativo?
  • È stimolante (ti fa venire voglia di usare le informazioni date)?
  • Ti fa venire voglia di condividerla?
  • Contiene un forte gancio: Le prime 3 righe prima del “see more” sono cruciali.
  • Espone un problema preciso e identificabile?
  • Propone una soluzione al problema?
  • Fornisce un valore d’azione?
  • Contiene uno sviluppo coinvolgente? Il coinvolgimento è la chiave per un post di successo.
  • Finisce con un forte richiamo all’azione o una battuta finale? Corrisponde alla natura del post e al pubblico? (ricorda che ogni post ha uno scopo specifico e che devi seguire quello scopo).

Errore 5: Parlare troppo di se stessi

Sì, quando pubblichi, vuoi parlare di te stesso. Soprattutto se pubblichi con un account personale.

“Guardate che sono al XXX show”

“Ho pubblicato questo articolo”

“Il team sta facendo un afterwork”

“Guarda chi si è unito al nostro team”

Tutti questi contenuti non forniscono davvero valore ai tuoi follower

… Eppure vedo ancora un sacco di contenuti di questo tipo su LinkedIn.

Una buona pratica è quella di considerare il 10-15% del tuo contenuto massimo per essere su di te. Per il resto, devi parlare di argomenti più eccitanti della tua vita. Noterai che i contenuti che parlano solo di te

publication-linkedin-exemple-erreur

su di te spesso ottengono meno commenti e like. E quindi meno visualizzazioni (Vedi “come funziona l’algoritmo di LinkedIn

“).

Nota: Può essere interessante parlare di te stesso quando è organizzato come uno storytelling e l’obiettivo è quello di utilizzare il tuo caso per affrontare un argomento più globale. Nel post sulla destra, sto usando un caso che ho incontrato per farne una storia, e portare ad un argomento più grande che porta valore. In effetti, penso che questo tipo di pratica sia abbastanza efficace. Gli aneddoti sono sempre ricordati meglio.

Errore 6: Aggiungere link in uscita

Questo è un errore da principianti e dovrebbe essere evitato a tutti i costi. Per monetizzare, l’algoritmo di LinkedIn vuole mantenere i suoi utenti sulla sua piattaforma.

Tuttavia, l’aggiunta di un link a un altro sito incoraggia gli utenti a lasciare questa piattaforma di networking professionale

e a non tornare. LinkedIn svaluta quindi queste pubblicazioni dando loro molta meno portata.
Preferite quindi aggiungere link nei commenti, indicando nel vostro post che il link è in un commento (una pratica molto utilizzata oggi).

Errore 7: Non rispondere ai commenti

Mean Schitts Creek GIF by CBC

Ci sono molte ragioni per postare su LinkedIn

. Ma ad un certo punto l’obiettivo è sempre quello di creare interazione con il pubblico.

Una persona del vostro pubblico che scrive un commento su uno dei vostri post è un importante atto di impegno. Si prendono il tempo di rispondere a voi.

Quindi dovresti fare lo stesso. È un’opportunità unica per iniziare una conversazione, per creare interazione.

Bonus: Creare una conversazione su un commento fa sì che l’utente che ha lasciato il commento torni da voi per rispondere (ricordatevi di identificarlo per notificargli che state rispondendo). Questo è molto apprezzato dall’algoritmo di LinkedIn e vi farà ottenere molte più visualizzazioni.

Errore 8: Taggare metà della vostra rete per commentare il vostro post

Niente potrebbe essere più fastidioso. Seriamente! Vengo taggato diverse volte al giorno da persone che non conosco per commentare i loro profili

. (Per tua informazione, li cancello sistematicamente dalla mia rete se non è rilevante).

Evita questo approccio a tutti i costi. Se la persona è davvero interessata dal post, sì. Se no, no. Si dà una cattiva immagine.

E quando dico “identificato nel post”, questo vale anche per i commenti.

Errore 9: Usare la vostra pagina aziendale

LinkedIn è un social network professionale che enfatizza il personal branding

rispetto al corporate branding. In altre parole, le pagine aziendali non hanno portata editoriale e mantengono molto poco coinvolgimento e attaccamento.

Se scegliete di postare su LinkedIn, dovete postare a vostro nome. Mostrate la vostra competenza. Oppure usate l’account della persona che rappresenta l’azienda, se necessario.

Dimenticate le pagine aziendali. Vi richiederà 10 volte più tempo e sforzo per ottenere gli stessi risultati.

Se avete domande sulle buone o cattive pratiche, contattatemi su LinkedIn. Non sono uno scienziato missilistico ma cercherò di rispondere, anche se umilmente. 😊

Errore 10: Non usare le nuove funzioni di LinkedIn

Scrivere post su LinkedIn è fondamentale per farsi un nome sul social network LinkedIn. Ma quest’ultimo ha molto di più da offrire. La rete B2b sta diventando un ampio mezzo di comunicazione tra aziende. Ha sviluppato diverse opzioni, come storie, webinar (LinkedIn Live), eventi e recentemente LinkedIn audio.

Per sviluppare una strategia completa sulla rete, usate tutti i canali a vostra disposizione.

Errore 11: Non essere regolari e non pianificare

Siate attivi su LinkedIn.

Non c’è niente di più facile che dire a te stesso che scriverai quando ti verrà l’ispirazione perché sei un artista. L’ho fatto, non funziona affatto. Hai bisogno di costruire un pubblico, basato su 3 pilastri: regolarità, qualità e interazioni.

mary poppins cleaning GIF

Avere uno strumento per pianificare i tuoi post ti aiuta ad essere più strutturato a lungo termine.

Qual è il modo migliore di postare per distinguersi? Postare 2-3 volte a settimana è stato il modo migliore per ottenere i migliori risultati con Waalaxy.

Il mese scorso i post del team (8 membri) registrati su Podawaa hanno totalizzato:

  • 😱 3231653 visualizzazioni totali (68,86%)
  • 🙀 26274 visualizzazioni per post in media (24,93%)
  • 💅 Solo il 25% dei post sono sotto le 4368 visualizzazioni.

Errore 12: Non sapere come convertire il tuo pubblico

Non c’è niente di più triste per me di vedere tutto quel pubblico “sprecato”. È fantastico aumentare la tua brand awareness, ma tutte quelle persone che ti seguono, cosa ne fai?

In questo articolo, scoprirai come ottenere i profili delle persone che hanno commentato i tuoi post, aggiungerli a una campagna di prospezione automatica gratuita , e persino ottenere la loro email e contattarli su due canali.

Segui questo tutorial per maggiori dettagli. 🔥

Conclusione d: Errori da non fare su LinkedIn

I 12 errori da evitare quando si usa LinkedIn in modo intelligente sono :

  • Errore 1: Non avere un profilo LinkedIn ottimizzato.
  • Errore 2: Non sapere come strutturare il tuo testo.
  • Errore 3: Non avere una strategia di pubblicazione.
  • Errore 4: Essere noioso.
  • Errore 5: Parlare troppo di te stesso.
  • Errore 6 : Aggiungere dei link in uscita.
  • Errore 7: Non rispondere ai commenti.
  • Errore 8: Taggare metà della tua rete per commentare il tuo post.
  • Errore 9 : Usare la tua pagina aziendale.
  • Errore 10 : Non utilizzare le nuove funzionalità di LinkedIn.
  • Errore 11 : Non essere regolare e non pianificare.
  • Errore 12 : Non sapere come convertire il tuo pubblico.

FAQ dell’articolo

Devo inserire link in uscita nei miei post su LinkedIn?

No. All’algoritmo di LinkedIn non piace. Come promemoria, LinkedIn fa soldi dagli utenti che rimangono sulla piattaforma. Se volete condividere un link al vostro sito, fatelo nei commenti o nei messaggi. Altrimenti, la rete penalizzerà il tuo post e lo renderà meno visibile.

Per aumentare la visibilità dei tuoi post, usa i Pod.

Come usare gli hashtag?

Per usare gli hashtag di LinkedIn senza fare troppo o troppo poco, ci sono poche regole da seguire. In questo articolo, spieghiamo anche dove trovare i migliori hashtag e seguirli.

Come promuovere il mio LinkedIn Live?

LinkedIn Live è una piattaforma che aiuta i professionisti ad aumentare la loro visibilità e brand awareness utilizzando il formato Webinar, è un’ottima idea per iniziare una strategia Live. Per promuovere il tuo Live, puoi inviare gratuitamente messaggi personalizzati su LinkedIn con Waalaxy, e puoi anche lanciare una campagna su LinkedIn Events.

Come posso ottimizzare il mio profilo per ottenere un lavoro?

Se il vostro obiettivo è trovare un lavoro ed essere visti dai reclutatori, allora dovrete adattare il vostro profilo ad esso:

  • Caricare il tuo curriculum.
  • Fare la ricerca di lavoro online su LinkedIn lavoro.
  • Impostare un promemoria per vedere le ultime offerte di lavoro.
  • Fare domanda di lavoro con lettere di presentazione personalizzate.
  • Contattare il selezionatore direttamente su LinkedIn e iniziare una conversazione. (Il modo migliore è fargli domande sul lavoro).

Ecco l’ articolo perfetto per aiutare chi cerca lavoro. Per favore leggilo. 🔥

Come posso convertire il mio pubblico in nuovi clienti?

Per convertire efficacemente il tuo pubblico:

  • Usate le CTA (call-to-action) nei vostri post.
  • Offrite al vostro pubblico di inviarvi un messaggio per ricevere il white paper.
  • Lancia campagne di marketing gratuite con Waalaxy,
  • Ottieni le email dei tuoi potenziali clienti e invia loro email a freddo.

Evita di fare quegli errori su LinkedIn che troppe persone fanno e usa la rete al suo pieno potenziale. 🚀

Categories: Podawaa