it
frenesptdeplnlruidja

Elevator Pitch, 5 migliori esempi per un discorso di successo

show table of contents

Elevator pitch esempi perfetto di una buona strategia di vendita 😉 Viene direttamente dagli Stati Uniti. Il concetto è stato generalizzato per sviluppare, in pochi minuti, una strategia in grado di convincere il vostro interlocutore a scoprire qualcosa in più su di voi o sul vostro progetto. In un mondo in cui tutto si muove sempre più velocemente, bisogna adattarsi. le presentazioni in PowerPoint di 30 pagine non vendono più e i potenziali clienti non hanno tutto questo tempo da dedicarvi. Un concetto che li interessa deve essere riassunto in un’argomentazione chiara e persuasiva in pochi minuti. Qui vi mostriamo come 😉

Elevator pitch : cos’è?

Sotu 2020 GIF by GIPHY News

Un pitch è una presentazione, sempre orale, di un progetto o di un’idea volta a convincere un interlocutore la cui convalida verrà generalmente a pesare sulla bilancia.

Elevator pitch è un’espressione inglese. Si riferisce a una breve presentazione di un progetto a un finanziatore o a un superiore, per ottenere la sua attenzione e approvazione. Il punto importante di questo concetto è che il discorso deve essere conciso. Non deve superare il tempo necessario per una corsa in ascensore.

Che cos’è il metodo Elevator Pitch?

È un metodo di vendita semplice ma efficace per convincere un potenziale cliente della vostra soluzione. La sua struttura è abbastanza facile da ricordare, poi basta esercitarsi per fare un buon discorso di presentazione.

Se siete venditori o semplicemente qualcuno che ha bisogno di convincere le persone a credere nei vostri progetti (reclutatori, capi, team…), questo discorso di vendita fa per voi.

1° Esempio : Il miglior metodo classico per l’Elevator Pitch

(1) “Per voi […]” = l’azienda o la persona a cui state facendo il discorso 🎯

(2) “Che hanno […]” = ricordo del problema o dell’esigenza. 😱

(3) “Io/noi/il nostro […]” = se siete nel caso di un’azienda che offre i suoi servizi, “il nostro” sono i prodotti che offrite che sono questi software di servizio e che risponderanno al problema fin dall’inizio in modo unico, ed è qui che presenterete la vostra proposta di valore 😎 = (4) “Sono […]” + “che […]” (benefici).

Completate il prossimo punto continuando ad argomentare con (5) “A differenza di […]” cosa avreste rispetto alle offerte dei concorrenti. 😈

Quindi rafforzerete la precedente proposta di valore = (6) “che non potrebbe […]”. Enfatizzando il vantaggio che il concorrente non fornirà, (7) “in realtà è quello che abbiamo fatto noi” presso il tal cliente, posso dirvi di più 😉

Quali sono i punti di forza del pitch commerciale?

Il suo formato molto breve

La capacità di concentrazione di un essere umano non è molto elevata. Anche se è di gran lunga superiore a quella di un pesce rosso, nonostante le false informazioni che circolano su Internet. 😅

Varia a seconda dell’individuo Mentre l’inventore del Ted afferma che il tempo di concentrazione di un pubblico è di 18 minuti, non esiste ad oggi uno studio che ci dia una cifra esatta, che va dai 3 ai 30 minuti per i più ottimisti. Tuttavia, sappiamo tutti che il modo migliore per far addormentare un pubblico è spiegare un progetto a lungo. L’elevator pitch consente di essere concisi.

Il messaggio è chiaro

Meno parole significa anche parole più elaborate. Se sapete di dover preparare un elevator pitch convincente di 2 minuti, ogni parola che pronunciate deve essere misurata e calcolata. Le frasi devono essere brevi e semplici da capire. L’esercizio del pitch vi costringe a semplificare, indipendentemente dalla complessità dell’argomento, in modo che tutti gli attori Btob possano capirvi.

Il tono è convincente

Un altro aspetto molto importante del pitch è il tono, perfetto per evidenziare la vostra sicurezza. Se guardate un video di pitch online, vedrete che nonostante il tempo, ci sono momenti di pausa, altri più veloci e altri più lenti. È infatti essenziale avere un ritmo accattivante per un pitch.

Quali sono i punti deboli del discorso di vendita?

Lo stress può far perdere i nervi

Lo stress è il primo nemico di un discorso di successo. Nel momento in cui perdete il filo del discorso per chiedervi se la persona vi sta ascoltando o meno, avete già perso il filo della vostra persuasione. Questa può essere una situazione molto stressante, perché spesso si parla a professionisti che possono cambiare la vita: reclutatori, investitori e clienti importanti.

I momenti sono rari

L’opportunità di disfare la vostra proposta di vendita è rara. C’è un vero e proprio senso di “ora o mai più” quando ci si lancia in questo tipo di discorso. Assicuratevi quindi di essere preparati e di non avere fretta. La soluzione migliore è conoscerlo a fondo.

La storia dell’Elevator Pitch

I prerequisiti per un elevator pitch di successo

Parleremo di un argomento che mi sta particolarmente a cuore: come fare una buona presentazione e riuscire a convincere investitori, reclutatori e manager… Della rilevanza del vostro progetto. 🤗

Il metodo dell’ascensore è diventato oggi assolutamente indispensabile se si vuole costruire dei discorsi di vendita che lascino un’impressione duratura sulle persone, sia per voi che per la vostra azienda. Per creare il vostro discorso ascensore, ecco alcuni consigli: conoscete bene ciò che volete proporre e trovate il metodo giusto tra i 5 migliori che trovate qui sotto. 😁 Ci concentreremo quindi sulla parte “sapere cosa si vuole vendere”.

  • Identificate i punti di forza che vi contraddistinguono, esattamente: cosa avete fatto in precedenza? Quali sono le vostre competenze? Quali sono i vostri obiettivi?

💡 Anche se non userete queste risposte direttamente nella vostra presentazione, dovete eliminare dal vostro cervello qualsiasi sindrome da impostore che potrebbe farvi perdere i nervi.

  • Non esitate a tornare alle domande importanti: chi sono? La vostra personalità, il vostro valore aggiunto. Cosa so fare? Come lo so? Perché faccio questi lavori?
  • Ricordate: avete meno di 3 minuti per parlare con qualcuno!

Come si fa a fare una presentazione personale o un discorso?

Scrivere su un PowerPoint, nascondersi dietro una telecamera o un articolo è molto semplice. Parlare faccia a faccia è molto più complicato. Ricordate:

  • Date prima le informazioni più interessanti per catturare l’attenzione dell’intervistatore.
  • È molto utile provare la vostra presentazione con una persona neutrale e obiettiva che sarà in grado di individuare i punti di blocco, le espressioni poco chiare e/o i passaggi poco articolati del vostro discorso fino a renderlo fluido e comprensibile.
  • Registratevi e verificate la vostra eloquenza
  • Non dimenticare: non superare i 3 minuti!

Risorse aggiuntive 💫 Ecco due brevi video di YouTube che possono aiutarvi a iniziare.

🎁 Seguite uno dei 5 esempi di “elevator pitch” che trovate qui. 👇

Elevator pitch esempi #2: Come fare un pitch per un colloquio di lavoro?

Vi presenterò una struttura composta da sette punti chiave per una ricerca di lavoro di successo.

Come tutti sappiamo, la prima impressione è una cosa reale. Dovete farne il vostro punto di forza, soprattutto quando siete alla ricerca di un nuovo lavoro.

Fase 1 dell’elevator pitch: presentarsi brevemente

Il primo punto consiste in una breve introduzione che risponde alla domanda “chi sei”, in cui si spiega il proprio lavoro e quali sono le proprie caratteristiche. ovvero, cosa vi rende specifici nella vostra attività: può essere un settore, un ambito geografico, una specializzazione.

Passo 2: saper vendere le proprie esperienze professionali

Il secondo punto è presentare rapidamente la vostra cronologia, cioè le vostre esperienze professionali legate alla descrizione del lavoro. 🕓 Sottolineo il “rapidamente”. In non più di tre frasi.

Fase 3 del pitch: dimostrare la propria competenza

Il terzo punto riguarda la vostra competenza per il lavoro. qui si esplicita come ci si differenzia dagli altri: qual è la propria specializzazione, quali sono le proprie aree di competenza e in quale settore si opera.

Fase 4 del vostro discorso di vendita: I vostri successi

Ora racconterete un risultato professionale che sia rilevante per la posizione target. È il lavoro dei vostri sogni, quindi è arrivato il momento di far conoscere voi stessi!

Fase 5: il quadro generale

Descrivete la vostra situazione attuale sul mercato del lavoro 👔; Perché volete ottenere il lavoro?

Fase 6: mostrare i propri valori

Cosa c’è di te in tutto questo? Qual è il tuo lato personale? 🤪 In un’ultima frase, esprimerete un lato di voi un po’ più personale, con l’obiettivo, ad esempio, di far conoscere un’altra area delle vostre competenze o una soft skill.

Si chiama “personal branding“, ovvero avere una forte identità personale, che aiuta molto gli intervistatori a ricordarsi di voi!

Fase 7 dell’elevator pitch: La chiusura delle vendite

Restituite la parola 🤫: A questo punto è importante lasciare la parola all’intervistatore e ascoltare le sue domande. Informazioni chiave. 🔑

➡ Una volta terminato il colloquio, avete tirato fuori tutte le vostre carte. La vostra arma migliore ora è mostrare il vostro interesse per l’azienda. Se l’intervistatore vuole parlare ancora con voi, approfittate di questo momento per dimostrare che conoscete le problematiche e le esigenze dell’azienda per cui vi state candidando e fate domande per capirle meglio.

Elevator pitch esempi #3: trovare un investitore

Parliamo ora del punto di vista imprenditoriale: Volete raccogliere fondi? Far crescere la vostra startup?

Quando si tratta di trovare un investitore, non siete voi a dovervi presentare in termini di competenza fin dall’inizio, ma si tratta di convincerli del vostro progetto. Per farlo, dovrete parlare del progetto di questa startup fin dall’inizio.

I primi tre punti serviranno a presentare il vostro progetto durante il colloquio o la conversazione. I punti successivi si baseranno sulle vostre competenze interne in grado di realizzare il progetto. Vediamo quindi insieme i 7 passaggi chiave per vendere la vostra startup a un investitore.

Passo 1: Presentare la propria azienda

A cosa serve la vostra azienda, idea o startup? 🤔 I vantaggi dei vostri servizi, l’evoluzione tecnologica, il miglioramento di un fattore: tecnico, di benessere, di salute…

Fase 2: Qual è il vostro valore aggiunto?

Che cosa apportate? questa è leggermente diversa dalla prima domanda. Si tratta di rispondere alla domanda “con che cosa portate soddisfazione ai vostri interlocutori, potenziali clienti e clienti” Ovvero, i prodotti e i servizi che offrirete.

Fase 3: il target di vendita

A chi vendete? 🎯

Ovvero, chi è il vostro mercato? Chi è il vostro pubblico? Chi sono i vostri clienti?

Sta a voi presentare gli elementi in modo efficace, con numeri chiave. Ad esempio, il numero di potenziali clienti e il numero di contatti avviati. Come abbiamo detto, qui non siete voi a vendere, ma il vostro progetto. È questo progetto che deve essere incluso nelle prime 3 domande. Poi, passiamo all’organizzazione interna dell’azienda.

Fase 4: Chi siete?

Ora dovete presentare il vostro “valore”, la vostra funzione. È molto spiacevole osservare che 9 start-up su 10 si dimenticano di questa parte, che non è proprio quella che interessa al vostro intervistatore. D’altra parte, quando sanno cosa portate in tavola, vogliono sapere chi siete, visto che dovreste essere il loro contatto principale: venditore, CEO, partner, ecc.

Fase 5: Come sono organizzati i team?

Ora dovete presentare i vostri team. Evidenziate tutte le competenze chiave e la storia della vostra azienda: è il momento dello storytelling. Poi lo sviluppo dei team tecnici, degli ingegneri, del marketing digitale e di tutte le funzioni che costituiscono la forza della vostra azienda. Questa parte è fondamentale, ma stranamente viene spesso trascurata o solo sfiorata. L’investitore deve vedere che siete organizzati.

Fase 6: Qual è il vostro processo aziendale?

In Francia c’è un certo pudore per tutto ciò che ha a che fare con il denaro, mentre le fasi di vendita e il processo di imbuto di vendita in atto sono ottimi indicatori della struttura del vostro modello di business. Dite cosa fate per attirare nuovi clienti. Se sapete vendere, l’investitore sarà rassicurato.

Fase 7 dell’elevator pitch: Cosa metterete in atto?

Dimostrate la vostra credibilità Quali sono le prospettive dell’azienda? Cosa pensate che accadrà quando l’azienda avrà i mezzi per crescere? In questo caso, non usate frasi come “quando avremo un investitore”, ma piuttosto “durante lo sviluppo della struttura pensiamo di sviluppare questo, di strutturare questo, di aprire un mercato”. In breve, proiettate voi stessi e aiutate lui a proiettarsi con voi.

Elevator pitch esempi n. 4: la ricerca di partnership

Tutti i metodi di elevator pitch mirano a fare una buona presentazione per convincere il vostro interlocutore.

Quindi, non importa se state cercando di vendere un prodotto, di trovare un lavoro, un investitore o, in questo caso, un partner, passerete attraverso le stesse fasi di persuasione. In questo caso, si tratterà di ripetere le prime quattro fasi del pitch elevator per la ricerca di un investitore e di aggiungere altre due fasi, ben distinte dalla ricerca di una partnership.

Per saperne di più sulle strategie di vendita e sui loro risultati. Questa volta iniziamo presentandoci oralmente.

Presentare gli argomenti di sviluppo: aumento del fatturato, numero di clienti, visibilità. E qualsiasi altro argomento che possa convincere il vostro futuro partner che la proposta può portargli dei vantaggi. Concludete sempre finalizzando il contatto e prendete i recapiti del vostro interlocutore. È meglio avere il suo contatto che il contrario.

questo vi permetterà di ricontattarlo in seguito con altri mezzi.

Lasciandogli i vostri recapiti avrete anche la possibilità di essere ricontattati da lui, ma avrete un po’ meno controllo su ciò che accadrà in seguito. Per riassumere, è 👇

Elevator pitch esempi #5: ottenere una nuova posizione o un aumento

È il momento di dare qualche buon consiglio per lo sviluppo della carriera!

Chiedere un aumento non è sempre facile.

Spesso è un tabù anche solo parlare di soldi all’interno dell’azienda. Si può immaginare di essere disapprovati e giudicati. Quindi, per convincere il reparto risorse umane o la direzione che meritate questo aumento o questo cambio di posizione, dovrete creare un’argomentazione che dimostri la vostra legittimità a fare questa richiesta oggi. Per farlo, seguiamo le seguenti fasi:

Fase 1 di questo elevator pitch: Ringraziare il datore di lavoro.

Ringraziate il datore di lavoro per il suo tempo e anche per la vostra integrazione nell’azienda, non “troppo”, avete il diritto di essere qui e ve lo meritate. Ora vediamo come fare l’elevator pitch!

Fase 2: mostrare le proprie capacità per convincere

Presentate il vostro lavoro e vendetevi. Mettete in evidenza i vostri risultati all’interno dell’azienda. Non parlate della vostra motivazione, ma di ciò che avete realizzato e contribuito a realizzare finora.

Fase 3: proiettarsi nel futuro

Parlate dei vostri obiettivi di carriera e proiettatevi nell’evoluzione dell’azienda. dimostrate che credete nel futuro dell’azienda e che il vostro percorso di carriera vi aiuterà a incrementare il successo.

Fase 4: parlare di evoluzione, non di promozione

Trovate in questo futuro una possibilità di evoluzione e argomentate sulle vostre capacità per raggiungerla. Non deve essere una cosa improvvisa, dovete dimostrare il legame tra il vostro cambiamento di posizione e l’evoluzione dell’azienda.

Fase 5: saper argomentare

Rispondete alle obiezioni e alle domande. 💡

Preparate in anticipo tutte le possibili obiezioni e trovate le soluzioni: finanziarie, organizzative, strategiche… Esplicitare la richiesta: tipo di posizione, nuove responsabilità. 🅰 Non parlate ancora dello stipendio, aspettate di superare tutte le altre barriere. Dovrete rispondere a nuove obiezioni o domande.

💡 Chiarite il più possibile la posizione, le missioni e i benefici. L’idea è quella di difendere il vostro progetto con convinzione. Avete le competenze e l’esperienza lavorativa giuste, quindi vi meritate questo lavoro.

Fase 6: parlare del prezzo

Chiedete l’aumento di stipendio previsto per la posizione. Non abbiate paura di chiedere ciò che ritenete giusto, anche se lo stipendio è molto più alto. A tal fine, considerate la vostra anzianità e i vostri risultati… Sono loro che devono far pendere l’ago della bilancia, non il salario di mercato.

Fase 7: chiudere

Prendetevi una pausa di riflessione. 💡 A parte il caso in cui si tratti di un sì diretto, il vostro datore di lavoro negozierà sicuramente o dovrà rifletterci su, a prescindere dall’offerta, se non è esattamente quello che volevate, non rispondete subito: prendetevi una pausa di riflessione.

Conclusioni : Come creare il vostro elevator pitch?

Ecco gli 11 piccoli passi per creare il vostro pitch!

  1. Scrivete l’intero pitch su una bozza.
  2. Rileggetela ed eliminate al massimo il 20% del testo,
  3. Eliminate tutte le parole di collegamento non necessarie e riducete le frasi lunghe.
  4. Rileggete le parole chiave e assicuratevi che siano al posto giusto nel testo.
  5. Leggete il testo ai vostri collaboratori e ottenete un feedback. Affinché il feedback sia costruttivo, i vostri colleghi devono capire cosa state cercando di vendere.
  6. Assicuratevi di mantenerlo semplice e accessibile.
  7. Rileggete e fate più pratica che potete.
  8. Lavorate sulle intonazioni, sulle pose e sul ritmo della presentazione.
  9. Solo quando sentite di essere pronti, procedete con la presentazione 😉
  10. 🅰 Abbiate sempre con voi un biglietto da visita o preparate il modo in cui otterrete il contatto del vostro interlocutore.
  11. Ricordate che il tono della vostra voce è fondamentale, dovete essere convinti di essere convincenti: articolate bene!

Ora vi manca solo una cosa: perfezionare i vostri discorsi allenandovi con le persone (un familiare, un collega, o anche dei mentori…).

FAQ : Come presentare un elevator pitch a un’azienda?

In questo articolo avete visto i 5 metodi migliori per costruire il vostro discorso di vendita. Ora sta a voi. 🚀

Come fare un buon elevator pitch per presentarsi? Come fare un discorso di 2 minuti?

Una presentazione orale può essere difficile da preparare. Se siete faccia a faccia, vi consigliamo di avere un ritmo di parola classico. Alcune persone parlano più velocemente o più lentamente, ma non cercate di contare il numero di parole al minuto. Non sembrerete a vostro agio o naturali se calcolate la velocità al millimetro.

Assicuratevi invece di fare una pausa al momento giusto e di evitare di parlare troppo velocemente per dire troppo. Inoltre, è importante che il flusso non sia sempre lo stesso per non risultare monotoni. Sottolineate i punti importanti!

🅰 Le pause non devono essere troppo lunghe, in modo che il vostro interlocutore non vi interrompa e perdiate il filo della vostra spiegazione. 😱

Qual è la struttura migliore per un elevator pitch?

Non esiste una struttura migliore per un elevator speech, dipende dal vostro obiettivo. Tuttavia, in questo articolo abbiamo parlato delle 5 strutture migliori a seconda delle vostre esigenze: imprenditore, tecniche di vendita, ricerca di un lavoro, ricerca di un investitore o di una partnership…

Fate riferimento a questi esempi. Trovate elevator pitch esempi perfetti che vi serve e adattatelo alle vostre esigenze e alla vostra attività. 🚀

5/5 (250 votes)

Convert more leads into clients with these 7 secret B2B prospecting messages 🚀

Enter your first name and email address  to receive the 11 page digital book now:

Where do we have to send it now?