Parte 1 | Guida completa alla prospezione su LinkedIn

Published by Margot on

11 minutes

Ciao, giovane padawan. Se ti sei trovato qui, è perché abbiamo una missione comune, far crescere il tuo business su LinkedIn. Ti accompagneremo e ti formeremo su come usare LinkedIn. Alla fine di questa formazione Jedi, entrerai in un campo pieno di potenziali clienti. Avrete imparato a padroneggiare LinkedIn completamente passando attraverso questi passi:

  • Come usare la rete, usando i nostri migliori consigli 😉
  • Come trarre vantaggio da LinkedIn, guadagnando clienti e aumentando le vendite. 💥
  • I segreti del Social Networking: le nostre tecniche di growth hacking e come replicarle. 💪
  • Come automatizzare le tue azioni su LinkedIn, per risparmiare molto tempo nella tua prospezione. 😲

Di certo non leggerete tutte queste righe in un giorno, e avete ragione. Prendetevi il tempo di passare attraverso ogni missione passo dopo passo per ottenere il massimo da essa. Nella vita non esiste il caso. Abbiamo incrociato il vostro cammino per offrirvi tutte le chiavi del successo.

Sei pronto a imbarcarti nell’avventura?


Parte 1 | Prima della prospezione su LinkedIn


Vi starete chiedendo: LinkedIn è davvero utile per generare lead? Prima di intraprendere la conquista di LinkedIn. Dovete capire perché è un passo fondamentale per il successo del vostro business. Lasciatemi spiegare. 😉 80% dei lead BtoB generati sui social network provengono da LinkedIn. 80% ! Eppure, a tutti i livelli, molte persone trascurano il loro business e non sviluppano la loro rete LinkedIn. Le ragioni? “Troppo dispendioso in termini di tempo”, “le mie prospettive non ci sono”, “non l’esperienza della rete”..


10 motivi per espandere la tua rete e il tuo business su LinkedIn.

1. Non è così dispendioso in termini di tempo

Infatti, puoi espandere la tua rete su 20 minuti al giorno. 20 minuti con un incredibile ritorno sull’investimento! Perché durante quei 20 minuti al giorno puoi:

  • Raggiungi migliaia di persone con le pubblicazioni.
  • Renditi visibile pubblicando commenti pertinenti.
  • Avvicinatevi a 80-100 prospetti al giorno.

Tutto ciò di cui hai bisogno è una semplice routine su 20 minuti al giorno, una strategia chiara e via a generare centinaia di lead qualificati al mese

2. Espandere la tua rete non significa necessariamente inviare inviti e automatizzare il processo

Sì, siamo noi, ProspectIn, uno strumento di automazione per LinkedIn, a dirlo. Sviluppare la tua rete, non si fa a qualsiasi prezzo. La qualità è importante quanto la quantità. In effetti, ci sono altri modi per sviluppare la tua rete su LinkedIn oltre al semplice invio di inviti:

  • Pubblica commenti rilevanti sulle pubblicazioni che ti interessano.
  • Segui e visita i profili del tuo settore o dei tuoi potenziali clienti per attirare la loro attenzione sul tuo profilo.
  • Pubblicate contenuti rilevanti, parlate delle vostre attività, interessatevi ai problemi dei vostri potenziali clienti.

3. La tua vetrina professionale su internet

In generale, se siete ricercati da ilvostro nome e cognome su un motore di ricerca, il primo risultato sarà ilvostro profilo LinkedIn. Questa è la tua prima pagina professionale su internet. Beh, non dirò che avere “+500 relazioni” sul tuo profilo fa LA differenza. Ma mostra che sei professionalmente investito e fa credere ai tuoi visitatori che puoi avere una portata nella tua rete professionale. In ogni caso, più grande è la vostra rete LinkedIn e meglio il vostro profilo è ottimizzato, più il nome della vostra azienda sarà associato al vostro profilo nelle ricerche su Google (soprattutto se siete in un’azienda con poco personale). Un’opportunità per guadagnare visibilità sulla tua persona. Ricordo ancora quando abbiamo iniziato a pubblicare su LinkedIn: tutte le persone e l’ecosistema imprenditoriale che incontravamo ci dicevano “wow, sta facendo avanzare il vostro business, ho visto le vostre pubblicazioni su LinkedIn”. Eppure non era cambiato nulla, stavamo solo rendendo pubblici elementi che prima non lo erano!

4. Testare un mercato e approcci che puoi riutilizzare su altri canali

Quale rete migliore di LinkedIn se si vende alle aziende per testare un mercato, un’idea o un target? Lo usiamo quotidianamente per questo scopo! Su LinkedIn potete rivolgervi a un target particolare facendo una ricerca qualificata con un invito e un messaggio preciso. Hai un’idea per un prodotto che vuoi testare? Basta creare unalanding pagededicata per proporre di iscriversi a una beta release, inviare una campagna di invito al target potenziale su LinkedIn e il gioco è fatto. Vuoi testare un nuovo discorso? Un nuovo obiettivo? Per poi iterare su altri canali (pubblicità, chiamate a freddo, e-mail, fiere professionali…)? Fai una campagna mirata con uno strumento di automazione per misurare le tue prestazioni. Otterrete dei dati incredibilmente ricchi e qualificati. Scambierai con i tuoi potenziali clienti (regola n°1), che ti daranno un feedback sul tuo approccio e sul tuo prodotto

5. La concorrenza non è dura

A differenza dei social network come Facebook o Instagram, dove c’è una forte concorrenza per la visibilità, LinkedIn è una rete che è ancora poco sfruttata in termini di creazione e pubblicazione di contenuti. È molto facile, con alcuni consigli e un buon contenuto, ottenere migliaia di visualizzazioni sulle pubblicazioni. E migliaia di visualizzazioni significano centinaia di potenziali clienti. Per scoprire questi consigli puoi registrarti su l’accademia di Groowster.co dove vengono condivisi decine di consigli sulla lead generation tramite LinkedIn

6. Gli algoritmi sono semplici e diretti

Negli ultimi anni, le reti sociali hanno indurito i loro algoritmi per limitare la portata organica delle pubblicazioni e favorire la pubblicità. Questo probabilmente accadrà abbastanza rapidamente con LinkedIn. Ma oggi è possibile fare molto facilmente migliaia di visualizzazioni rispettando gli standard di pubblicazione e utilizzando i “pod”. I pod sono gruppi di impegni progettati per far credere all’algoritmo che il tuo post sia molto popolare. Puoi quindi, pubblicando 2 o 3 volte alla settimana, ottenere la massima visibilità per la tua attività e il tuo prodotto

7. Generazione di lead

Ne parlo dall’inizio di questo articolo: LinkedIn è il social network per generare lead nel BtoB. Oggi, LinkedIn ha 600 milioni di utenti, tra cui una parte molto importante di decisori. È probabile che i vostri clienti siano lì! Per scoprirlo, tutto quello che devi fare è fare alcune ricerche di parole chiave per trovare i TUOI potenziali clienti, poi iniziare a inviare inviti e messaggi di follow-up. Manualmente se sei un po’ masochista o con uno strumento di automazione come ProspectIn se vuoi risparmiare tempo e ti piace la semplicità

8. Se i vostri clienti non ci sono, i vostri potenziali partner ci sono

Ovviamente non ci sono tutti i tipi di clienti. Se ti rivolgi ai parrucchieri o agli archeologi, è vero che non ce ne sono molti. Dall’altra parte, puoi trovare investitori, mentori, imprenditori, potenziali partner… E anche con loro devi farti conoscere! Perché siamo tutti vittime dell'”effetto esposizione”, un bias cognitivo persistente che dimostra che più siamo esposti a qualcosa, più è probabile che lo apprezziamo. Forse queste persone, se non comprano il vostro prodotto, lo consiglieranno

9. Possiamo parlare di tutto

LinkedIn è una rete professionale. Tuttavia, tutti gli argomenti possono essere discussi lì. Naturalmente, non si tratta di dire che hai appena incontrato la donna della tua vita o di pubblicare le foto delle tue vacanze in Malesia. Ma puoi parlare di argomenti politici, culturali, economici, sociali e anche personali (le tue motivazioni, la tua opinione su un dibattito, i tuoi problemi…). Tanti argomenti da trattare per pubblicare e farsi conoscere

10. L’umano preferisce l’umano

A differenza di Facebook o Instagram (sempre loro) su cui le marche comunicano con il loro marchio, LinkedIn è soprattutto un social network basato sulle persone. Le pagine aziendali e del marchio hanno poca portata organica. I contenuti sono pubblicati e condivisi da account “persone”. èla forza di questo social network che permette di sviluppare una notorietà intorno a un profilo particolare e lavorare sul suo “personal branding”. Un’opportunità per creare relazioni reali con altri utenti, che potrebbero presto essere nuovi clienti o nuovi ambasciatori del tuo marchio.


Ora sai perché LinkedIn è una miniera d’oro per il tuo business. È importante tenere a mente queste informazioni per ricordarvi quanto sia importante la vostra strategia LinkedIn per il vostro successo. Possiamo fare il prossimo passo, giovane padawan. Come pensi di sfruttare al massimo questa miniera d’oro? Non trascurare questi passi. Un buon profilo LinkedIn è l’equivalente della landing page del tuo sito web. È la porta d’accesso alla tua conversione. Non fare lo stesso errore dei tuoi concorrenti, distinguiti. È qui che il nostro team di esperti entra in gioco per darti gli 8 passi per ottimizzare il tuo profilo. 👨🏫


Come posso ottimizzare il mio profilo LinkedIn?

Ottimizza il tuo profilo LinkedIn in 8 passi:

  1. Decora la tua foto del profilo

    In questo momento, la tendenza è quella di circondarlo con un cerchio colorato, spesso nel colore della vostra azienda!

  2. Personalizza il tuo titolo

    Un titolo breve e visibile per farsi notare.

  3. Metti un emoji nel tuo titolo

    Un emoji è visivo, porta colore. Non passerete inosservati.

  4. Crea la tua foto di copertina

    La tua foto di copertina è la tua landing page personale. Personalizzatelo e siate originali.

  5. Racconta la tua storia

    Usando il riassunto, raccontate la vostra storia. Usate la narrazione!

  6. Utilizzare la selezione

    Una nuova funzione aggiunta di recente, è possibile evidenziare i tuoi più grandi successi.

  7. Completa la tua esperienza e formazione

    La cosa reale. E solo il vero!

  8. Tradurre il tuo profilo LinkedIn

    Non dimenticare di tradurre il tuo profilo LinkedIn se il tuo business è internazionale.

Per iniziare la prospezione su LinkedIn, dovete prima aver definito la vostra persona. Una volta che la persona è ben definita, e al fine di massimizzare il vostro tasso di conversione, è necessarioottimizzare il vostro profilo LinkedIn. Passeremo in rassegna tutto quello che c’è da sapere punto per punto.

La foto del profilo: il centro dell’attenzione

Immagina 3 persone che conosci solo su LinkedIn. L’80% di voi ha normalmente immaginato le foto del profilo. Questo è quello che tutti vedono, sempre, sulla rete. Messaggi, post, commenti e… il tuo profilo. Non trascurate questo punto: una foto professionale è essenziale se LinkedIn è un canale importante per voi. Se vuoi testare le tue foto, c’è un ottimo sito per ottenere un punteggio medio su diversi criteri. E quindi scegliere la foto migliore. Una moda comune è di circondare la tua foto del profilo con un cerchio colorato, con un semplice montaggio, per far risaltare la foto, ma ottimizzare il tuo profilo LinkedIn non è solo questo!

Un titolo chiaro, un messaggio conciso

Il titolo, insieme alla foto del profilo, è la primissima cosa che le persone vedranno apparire su LinkedIn, senza nemmeno dover andare sul vostro profilo; ilvostro titolo è visibile quando pubblicate o commentate. Deve quindi essere chiaro e conciso, non serve mettere una frase estesa, non sarà visibile interamente. Se volete descrivere più precisamente quello che state facendo, sarà nel “sommario”.

È necessario usare gli emoji nel suo titolo o nome su LinkedIn?

Sta a voi definire quale messaggio volete inviare. L’emoji porta un tocco di colore, lo rende più visibile, cattura l’occhio. Ma se hai un’attività molto rigorosa o seria, forse è meglio evitare. Lei è l’unica persona che può giudicare.

La foto di copertina: la tua landing page personale

landing-linkedin-profile Il tuoprofilo LinkedIn è il tuo sito personale. Quando si cerca su Google è uno dei primi risultati. E quando sei attivo su LinkedIn, è il primo posto dove vai. Quindi l’immagine di copertina è ESSENZIALE. È un visual, quindi il formato è totalmente libero, rispetto al resto del profilo. Questo è il tuo vettore di differenziazione. Questo banner dovrebbe spiegare visivamente cosa stai facendo. La tuaproposta di valore . Siate creativi. Come l’immagine del profilo, non trascurare il costo di questo banner. Stai cominciando a capire l’importanza di ottimizzare il tuo profilo LinkedIn? Continuiamo. 😉

La sintesi: dare di più a chi vuole di più

Per esperienza, non guardiamo molto spesso il riassunto. Questo perché la panoramica è lunga solo due righe, il che non incoraggia molto l’azione. E che il formato è molto piccolo e poco visivo rispetto al resto del profilo (da qui l’importanza delle altre parti). Quindi questa è una parte che si può scrivere più a lungo. Il che dà più contesto a qualcuno che vuole davvero saperne di più. Come per ogni passaggio editoriale, favorisce la narrazione. Raccontare una storia. La tua storia. Restando concentrati sulla vostra chiamata all’azione. Evitate anche i “10 anni di esperienza” e tutto il resto nelle lettere di presentazione e nei CV. A meno che il tuo obiettivo non sia quello di assomigliare ad altri profili ovviamente. 😇

Mettere avanti ciò che si vuole con la selezione

Recentemente LinkedIn permette di creare una selezione. Questo permette di evidenziare certi contenuti.

selection-linkedin

Mentre prima dovevi metterli nel tuo sommario e i link in uscita erano accessibili solo con 3 clic, oggi sono accessibili con un solo clic. Approfittatene! Dai al visitatore qualcosa su cui scrivere: ituoi migliori articoli del blog, il tuo sito, le tue testimonianze dei clienti, ecc… Ma soprattutto, scegli con cura i primi 2-3: sono i più visibili.

Esperienza e formazione: essere precisi, essere nel mondo reale

A meno che il tuo datore di lavoro non ti abbia reclutato con un CV falso, primo consiglio: sii reale. Poi, tutto dipende dal tuoobiettivo con il tuo profilo. Nel nostro caso, siamo meno interessati al reclutamento che a un profilo destinato a fare canvass e abbiamo una forte attività di comunicazione su LinkedIn. Per i candidati che desiderano essere assunti, presentate tutte le vostre attività pro e associative. Sii esaustivo. D’altra parte, se il vostro obiettivo è quello di massimizzare i “tassi di conversione” (con questo intendiamo entrare in contatto con voi o andare sul vostro sito o aumentare la vostra notorietà), vi invitiamo a rimanere concisi nel numero di esperienze ma precisi nelle loro descrizioni. Cosa intendo per conciso? Un esempio: sono stato soccorritore in mare per diverse estati. Non porta molto ai miei visitatori. Proprio come io mi sono laureato con lode al liceo. Non importa a nessuno. Evidenzia le esperienze che migliorano la tua competenza, sostengono il tuo discorso, raccontano una storia. Non fare un curriculum che descriva ogni lavoro che hai fatto. Crea una storia, vendi la tua esperienza. Sii originale.

Pensare alla traduzione

È anche possibile tradurre il vostro profilo LinkedIn. Apparirai più facilmente in certi risultati di ricerca se scegli questa opzione. Avere un profilo in inglese è un minimo se la tua attività è internazionale. Il cervello conserva meglio leinformazioni originali, quelle che sono diverse. Quindi siate creativi. Distinguiti dalla folla. Non essere come tutti gli altri. Rispettate i principi di base mentre cercate di distinguervi! 😁


Ora, hai capito cosa c’è in gioco nella generazione di lead su LinkedIn? Avete colto l’opportunità di coccolare il vostro profilo come dovrebbe essere? Se no, non c’è bisogno di continuare a leggere. Fai appello al tuo genio creativo e inizia a scrivere il tuo profilo LinkedIn. Una volta fatto questo, tornate qui. Per le cose serie, preparatevi, lo sarete

So che non vedi l’ora di iniziare. Ti vedo già saltellare sulla tua sedia da ufficio. Rilassati, ci stiamo arrivando. Un meccanico che non sa riconoscere una chiave inglese è davvero un meccanico? Beh, no, e lo stesso vale per te, se non sai tutto su LinkedIn prima di iniziare a fare prospezione. Prima di iniziare a scrivere i tuoi messaggi di prospezione, devi sapere quali strumenti hai a disposizione. Il nostro obiettivo è quello di spiegarvi tutti i trucchi a cui potreste non aver mai pensato per usare LinkedIn nel miglior modo possibile. La tua missione è semplicemente quella di usarlo. 😉

 

Categories: Libro bianco

Tweet
Share
Share