PhantomBuster: come mirare ai clienti dei vostri concorrenti

Published by Margot on

Phantombuster : comment cibler les clients de vos concurrents
7 minutes
Rate this post

Essere in grado di colpire direttamente i clienti e gli utenti dei vostri concorrenti, il sogno, giusto? In questo articolo, vi presento un piccolo “hack” grazie a Phantombuster per colpire gli utenti e i clienti dei vostri concorrenti, utilizzando un piccolo caso fatto in casa ? Strumenti e piattaforme utilizzati:

Non è raro che alcune aziende creino gruppi su Facebook per costruire e interagire con la loro comunità. L’idea di questo hack è di trovare un gruppo di Facebook che include gli utenti di un concorrente, estrarre i membri del gruppo e trovare il loro profilo LinkedIn corrispondente attraverso Phantombuster e contattarli tramite ProspectIn. ? Nel nostro caso, siamo partiti da un gruppo Facebook di uno dei nostri concorrenti: Dux-Soup.

Come faccio a trovare il gruppo Facebook del mio concorrente?

Cercando le parole chiave su Facebook direttamente, molto semplicemente. Sembra molto semplice, ma è probabile che lo troviate. Tuttavia, questa tecnica ha un grande svantaggio : troverai solo i gruppi che sono visibili pubblicamente. Un altro trucco è quello di iscriversi alle newsletter dei tuoi concorrenti e creare un account sulla loro piattaforma/sito/app. Entrerai quindi nel ciclo delle loro email transazionali e ti potranno invitare direttamente ad unirti al loro gruppo Facebook. Nel nostro caso, abbiamo preso uno dei nostri principali concorrenti (Dux-Soup) e abbiamo semplicemente cercato “Dux-Soup” su Facebook. Ci siamo subito imbattuti nel gruppo della comunità:

Estrarre i membri del gruppo con Phantombuster

Una volta trovato il gruppo Facebook del tuo concorrente, devi recuperare le informazioni sulle persone del gruppo. Se siete motivati, potete farlo manualmente. Se, come noi, siete un po’ pigri e vi piace automatizzare, dovete usare Phantombuster. Phantombuster è uno strumento che permette di fare molta automazione su varie piattaforme (Facebook, LinkedIn, Twitter, Instagram, Google maps, Pinterest, Quora…). È uno strumento estremamente completo, ma non sempre ovvio da usare. Niente panico, ti guido passo dopo passo. ?

  • Inizia creando un account qui,
  • Per garantire la sicurezza dei vostri account Facebook e LinkedIn, è necessario utilizzare un proxy.

Impostare il Proxy

Useremo questo proxy. È necessario creare un account, Per questo:

  • Clicca su “iscriviti” e seleziona il piano da 10 dollari,

  • Clicca sulla scheda “Dashboard” e poi sull’indirizzo proxy .fr (fr.proxymesh.com:31280).

  • Copia l’indirizzo IP e la porta.

  • Poi accedi alle tue impostazioni proxy da Google Chrome:
  • Impostazioni >

  • Impostazioni avanzate >

  • Accedi alle impostazioni proxy del tuo computer.

  • Attivare l’opzione “utilizzare un server proxy”,
  • Poi compila i campi “Address” e “Port” con l’indirizzo IP e la porta precedentemente copiati dalla pagina Proxymesh,
  • Poi clicca su “Salva”.

  • Apri una pagina di Google Chrome: ti verrà chiesto un login e una password.
  • Inserisci le tue credenziali Proxymesh e clicca su “Connect”.

Ora che hai impostato il tuo proxy sul tuo Google Chrome, devi impostarlo su Phantombuster.

  • Clicca sul tuo account e poi su “Proxy”,

  • Cliccate su “+Nuovo pool di proxy”,
  • Poi dai un nome al tuo proxy, per esempio “Il mio proxy” e clicca su “OK”.

Poi inserisci le informazioni del tuo proxy Proxymesh e clicca su “aggiungi proxy”. Non dimenticare di inserire le informazioni di accesso al tuo account Proxymesh. Ora che il tuo proxy è impostato, possiamo procedere all’estrazione dei dati del gruppo Facebook.

Impostazione dell’estrazione dei profili del gruppo Facebook

  • Seleziona il fantasma “Facebook Group Extractor” dalla scheda “Fantasmi” > “Tutte le categorie”.

  • Poi, installare l’estensione Phantombuster Chrome qui
  • Clicca su “Connect to Facebook” per recuperare le informazioni “Session cookie c_user” e “Session cookie xs”,

Le informazioni saranno recuperate automaticamente.

  • Poi copiate/incollate l’URL del gruppo di Facebook a cui volete mirare,
  • Poi clicca su “salva”.

  • Nella pagina successiva, seleziona Impostazioni “Manualmente” e Notifica “Nessuna”,
  • E clicca su “Mostra impostazioni avanzate”.

In “Proxy” scegliete “Proxy casuale dal pool” e cliccate su “Salva”. Infine, cliccate su “Launch”. Una volta che il tuo file è pronto, puoi cliccare su “Download CSVs” Per formattare i dati nel tuo file CSV, segui la piccola GIF qui sotto: Hai appena estratto tutti i profili Facebook delle persone del gruppo. L’obiettivo ora è quello di trovare il profilo LinkedIn corrispondente per condurre una campagna di prospezione automatica

Come passare dal profilo Facebook al profilo LinkedIn

Useremo un nuovo “Phantom”. È il fantomatico “LinkedIn Profile URL Finder”

Primo passo: salvare i risultati del CSV generato in precedenza in un foglio di Google

Per fare questo, basta copiare/incollare il contenuto della colonna B (contenente il nome+cognome dei tuoi potenziali clienti) dal tuo file CSV precedentemente elaborato in un foglio di Google (nella colonna A).

Secondo passo: impostare il tuo Phantom

Copia/incolla l’URL del tuo foglio di Google in Phantombuster. Non dimenticare di rendere il file accessibile a tutti i membri con il link. Poi clicca su “Salva”. Nella schermata successiva, clicca di nuovo su “Salva”. Congratulazioni, il tuo Phantom è impostato, tutto quello che devi fare è cliccare su “Launch” per avviarlo! Il recupero dei dati richiederà del tempo. Puoi lasciare la pagina aperta e andare a prendere un caffè mentre aspetti ?

Recupera il file e lancia la campagna su ProspectIn

Passo finale (finalmente!): recuperare il file e lanciare la campagna su ProspectIn. Per farlo, basta cliccare su “Scarica CSV” da Phantombuster. Questo file conterrà gli URL del profilo LinkedIn dei profili che avete appena estratto da Facebook. Così sei passato dal profilo Facebook dei tuoi potenziali clienti al profilo LinkedIn, e ora puoi contattarli, magico vero? Magico sì, ma attenzione, PhantomBuster non troverà il 100% dei profili, e può succedere che i profili trovati non corrispondano al profilo originale di Facebook, questo si chiama falso positivo. State tranquilli, nella stragrande maggioranza dei casi lo strumento troverà i profili giusti e tutto quello che dovete fare è lanciare una campagna di prospezione su LinkedIn usando ProspectIn.

Lanciare una campagna su ProspectIn

Per lanciare la campagna su ProspectIn, niente di più facile. Iniziare importando il file CSV precedentemente scaricato in una nuova campagna. I lead appariranno nella campagna. Ora devi impostare il tuo scenario di prospezione. Per farlo, clicca sulla scheda “scenario”, poi scegli uno scenario. Potete per esempio selezionare lo scenario classico “connessione” + “messaggio” che corrisponde al famoso scenario “Breaking Bad”. Una volta selezionato lo scenario, inserisci la nota di connessione che vuoi inviare (puoi anche decidere di inviare una richiesta di invito senza una nota, in questo caso, basta lasciare la nota vuota e cliccare su salva). Poi inserisci il contenuto del messaggio di prospezione che invierai. Una volta pronto, seleziona i prospect che vuoi contattare e clicca su “salva e invia” Questo è tutto! Quindi, per mirare ai clienti dei vostri concorrenti, dovete collegare Phantombuster a ProspectIn. Dopo di che, puoi ottenere tutti i lead qualificati dai tuoi concorrenti. ?

Linea di fondo

Per colpire i clienti o gli utenti dei concorrenti è necessario utilizzare sia Phantombuster che ProspectIn . Dovrai passare attraverso 2 passi su Phantombuster prima di poter importare i tuoi lead e lanciare la campagna su ProspectIn. Dovrete anche assicurarvi di aver impostato il proxy su Phantombuster per consentire l’estrazione dei lead. Sentitevi liberi di contattarmi su LinkedIn se avete trovato l’articolo utile, o se non è abbastanza chiaro, sarò felice di modificarlo.

Categories: ProspectIn

Tweet
Share
Share